Home > Designer > Officina Italiana Design > Nautica: Officina Italiana Design conquista Cannes

Tag in evidenza:

Nautica: Officina Italiana Design conquista Cannes

 Stampa articolo
Riva Perseo 76
Riva Perseo 76

I due nuovi gioielli della flotta sportiva Riva, il coupé 76’ Perseo e l’open convertibile 88’ Florida, disegnati da Officina Italiana Design per il cantiere Riva del Gruppo Ferretti hanno vinto entrambi, nelle rispettive categorie, il “Best Exterior Design Trophy” e il “Most Achieved Trophy” award degli Invictus Yachts Trophies (evento, organizzato come ogni anno da Luxmedia Group, che seleziona e premia i migliori yacht del mondo). La premiazione si è svolta durante una serata di gala organizzata il 12 settembre a conclusione del Cannes Yachting Festival.

Il 76’ Perseo, al suo debutto durante il salone nautico di Cannes, ha primeggiato nella categoria 50-80 piedi (15-24 metri), mentre l’88’ Florida, il nuovo open trasformabile in coupé, si è imposto nella categoria 80-120 piedi (24-36 metri).

“Sono molto felice di questi riconoscimenti”, dice Mauro Micheli, yacht designer e co- fondatore insieme a Sergio Beretta di Officina Italiana Design. “Lo sono in particolare per tutto il team dello studio perché è il risultato di un ottimo lavoro d’equipe e una conferma che la strada intrapresa è quella giusta. Non sono stupito della vittoria dell’88 Florida: è una freccia sul mare, l’unica imbarcazione dotata di un sistema (brevettato Ferretti Group) che la rende trasformabile da coupé a cabriolé, che è stata subito ben accolta dal mercato, al punto che l’hanno acquistata anche per essere utilizzata come tender di megayacht.. È Il 76’, Perseo che mi ha più sorpreso: si è imposto in un mercato gremito di imbarcazioni, e quindi in un segmento di mercato più difficile da conquistare. Abbiamo cercato di fare un coupé in linea con Riva, con un design molto equilibrato, per armatori che amano il mare e vogliono 

viverlo in maniera assoluta e in totale privacy. Il suo nome è stato azzeccato: in pratica Perseo ha sconfitto ancora una volta la Medusa”.
”L’aver conquistato quattro riconoscimenti con due barche, per il design degli interni e per la barca migliore nel suo insieme è per noi molto lusinghiero”, aggiunge Sergio Beretta, “Sebbene il vero premio, quello più importante, rimane comunque l’apprezzamento da parte del mercato. È questa la sfida più grande per uno studio di design: ideare il prodotto che piace a una coralità di persone. E pare proprio che ci siamo riusciti, grazie anche alle qualità garantita dal cantiere che da sempre è un eccellenza del made in Italy”

Il 76’ Perseo ha colpito la giuria internazionale, composta da esperti del settore per le linee accattivanti sportive e al contempo eleganti sottolineate dalla livrea di argento metallizzato. Hanno colpito molto anche la particolare cabina armatoriale che occupa quasi la metà del sottocoperta e gli oltre 40 mq di superfici vetrate tutte realizzate in doppia curvatura, vero traguardo tecnologico.

L’88’ FLORIDA ha catturato l’attenzione dei giurati per la sua doppia anima: open e coupé con l’innovazione tecnologica del “Convertible Top”, ideato dallo studio di design bergamasco insieme alla Direzione Engineering del gruppo Ferretti e qui installato per la prima volta,. Anche in questo caso è piaciuto il contrasto creato dalla bicromia “Moon Grey e “Bright Black”, che esalta le linee filanti di questo 26 metri dall’anima sportiva insieme alla grande vetrata continua presente sulla murata.

Questo successo va ad aggiungersi a un anno particolarmente attivo di Officina Italiana Design che, oltre allo studio principale di Bergamo in via San Tomaso, poco distante dal cuore della Bergamo alta, ha aperto di recente anche un ufficio a Miami, Florida, ospite della sede americana del Gruppo Ferretti.

Officina Italiana Design ha da poco anche rinnovato la veste grafica del proprio sito Internet (www.italianadesign.it) arricchendolo di nuovi contenuti. 

OFFICINA ITALIANA DESIGN

Officina Italiana Design nasce nel 1994. Fondato da Mauro Micheli e Sergio Beretta, lo studio è legato tradizionalmente al marchio dei celebri cantieri Riva, con i quali collabora da oltre vent’anni. Tutta la produzione Riva è tutt’oggi frutto di Officina Italiana Design sia per quanto riguarda le linee esterne sia per il design degli interni. Linee pulite, cura dei dettagli, equilibrio dei volumi, scelta di materiali e colori sono i punti forza dello studio che mira alla creazione di oggetti eleganti, innovativi e senza tempo. Principi fondamentali, che lo studio esporta anche in vari e differenti ambiti (anche nell’interior design, nel design industriale e nei progetti personalizzati) e che sono stati i cardini sui quali si è basata la collaborazione con il cantiere Sanlorenzo (nel 2014), che ha scelto Officina Italiana Design per la progettazione di sei nuovi yacht plananti e dislocanti (tra cui l’SL86 appena presentato al Cannes Yachting Festival 2015). Grazie all’utilizzo di software 3D di ultimissima generazione e di programmi di renderizzazione costantemente aggiornati, Officina Italiana Design propone soluzioni di ogni genere. L’attività dello studio si estende anche al campo dell’interior design e dell’industrial design, ambiti in cui si realizzano progetti tagliati su misura del cliente, seguendone tutte le fasi, dall’idea creativa alla realizzazione dei prototipi. Grande esperienza anche al campo del refit, in cui lo studio ha firmato importanti progetti di restauri di imbarcazioni d’epoca e restyling di barche più recenti.

Mauro Micheli (Yacht Designer)
Mauro Micheli nasce ad Adrara San Martino (Bg) nel 1959. Diplomato al Liceo artistico di Bergamo, frequenta successivamente l’Accademia di Brera di Milano. Dopo aver vinto un concorso, nel 1984 è assunto come assistente designer nell’ufficio tecnico dei Cantieri Riva dei quali; dopo una decina d’anni ne diventa consulente esterno con un proprio studio di design, Officina Italiana Design, fondato insieme a Sergio Beretta.
Considera l’arte antica e contemporanea la sua fonte d’ispirazione principale.

Sergio Beretta (Amministratore Unico)
Sergio Beretta, classe 1968 nasce a Brescia. Laureato in economia e commercio, nel 1994 consegue il Master in diritto europeo e comincia la sua esperienza professionale nel settore aereonautico in qualità di responsabile di scalo in diversi aeroporti europei. Con Mauro Micheli condivide anche la passione per l’arte contemporanea e il design.

OFFICINA ITALIANA DESIGN IN NUMERI ANNO FONDAZIONE: 1994
SOCI: 2
TEAM: 9

BARCHE RIVA DISEGNATE: oltre 20

NUMERO PREMI CONSEGUITI:
5 per 68’ Ego (Myda, Millenium Yacht Design award 2006 barche tra i 16 e i 24 m; European Powerboat award 2006 cat. Barche a motore sopra i 50’; Croatian Boat of the Year 2006; Adi Index; World Yachts Trophies) 

per 44’ Rivarama (Vela e Motore Barca dell’Anno 2002, Croatian Boat of the Year 2003; Yachts Magazine European Trophy 40-60’ Open 2003; Ente Fiera Portoz Barca dell’Anno 2010)
5 per 33’ Sunriva (Myda, Millenium Yacht Design award 2006 barche tra i 16 e i 24 m; EuropeanPowerboat award 2006 cat. Barche a motore sopra i 50’; Croatian Boat of the Year 2006; Adi Index; World Yachts Trophies)

2 per 56’ Sportriva (Croatian Boat of the Year 2007 cat. motor yacht; World Yachts Trophies 2008 Best Design Fly under 80’)
2 per 33’ Aquariva (ADI Index 2000; Aquariva Gucci Best Boat 2010 Walpaper; Magazine’s 2011 Design Award)

1 per 92’ Duchessa (Asia Pacific Boating/China Boating Award 2009 Best yacht over 86’ 1 per Domino (World Yachts trophies 2009 Best Design over 24 m)
1 per Iseo (Croatian Boat of Year 2015)
2 per 76’ Perseo (Invictus Yachts Trophies:

Best Exterior Design Trophy” e “Most Achieved Trophy”) 2 per 88’ Florida (Invictus Yachts Trophies:
Best Exterior Design Trophy” e “Most Achieved Trophy”)

ALTRI PROGETTI
1 Lampada Aquariva (2014) - Presentata durante la design week di Milano del 2014, la lampada Aquariva è la proposta di Officina Italiana Design nella home collection: un oggetto iconico simbolo della dolce vita come lo è l’imbarcazione da cui prende il nome.