Home > Comunicazione > Press Mare > SkyFall: un nuovo super fisherman di Heesen Yachts prende forma

SkyFall: un nuovo super fisherman di Heesen Yachts prende forma

 Stampa articolo
Heesen “SkyFall”
Heesen “SkyFall”

La costruzione del nuovo progetto di Heesen “SkyFall” procede senza esitazioni. Recentemente, nel maestoso sito operativo di Oss, in Olanda, è stata svolta un’operazione delicata e molto complessa, che segna un altro passo importante verso la realizzazione di questo ambizioso progetto: tre grandi gru mobili hanno sollevato e collocato i motori sui loro supporti, quindi hanno issato la sovrastruttura nella sua posizione, sopra lo scafo in attesa... Gesti apparentemente piccoli, se letti nella semplicità di queste poche righe, ma che hanno richiesto una meticolosa pianificazione e un’ingegneria di elevata precisione. Un processo molto emozionante durante il quale tutto è andato liscio e il cantiere olandese Heesen ha potuto finalmente vedere il suo nuovo progetto di 60 metri SkyFall, interamente realizzato in alluminio, prendere forma.

advertising

Da questo momento il grandioso SkyFall rimarrà nel capannone numero 9, all’interno del quale si procederà all’allestimento che il cantiere prevede di concludere nella primavera del 2023, quando la nave lascerà il porto di Oss per prove intensive nel Mare del Nord.

Heesen “SkyFall”
Heesen “SkyFall”

Heesen SkyFall YN19959 è uno sport fisherman ad alta velocità, il più potente mai costruito dal cantiere, con le sembianze di uno yacht, completo di pozzetto, sedia da combattimento e deposito per 40 canne. Frank Laupman di Omega Architects ha curato il sorprendente design esterno, per realizzare uno scafo altamente performante ed efficiente, ottimizzato dalla presenza di stabilizzatori giroscopici e correttori d’assetto tipo interceptor.

SkyFall, secondo quanto afferma il cantiere, sarà in grado di raggiungere la velocità massima di 37 nodi in condizioni di carico leggero, grazie ai 22.000 cavalli di potenza erogati da quattro motori MTU 20V4000 che azionano altrettanti idrogetti Kongsberg S90.

Le forme muscolose dello yacht sono realizzate per produrre forti risalti architettonici e Laupman ha sottolineato l'immagine del fisherman utilizzando un particolare schema di verniciatura, aggressivo e ad alto contrasto. Le finestre oscurate, sovrastruttura e hardtop neri, strisce di tonalità rosso-arancio: tutti elementi espressivi dell'immensa potenza e velocità di SkyFall.

Heesen “SkyFall”
Heesen “SkyFall”

Quando si è trattato di selezionare il colore dello scafo, Heesen e Omega Architects hanno ristretto la scelta a cinque tinte della tavolozza di Awlgrip, rivestimenti altamente marini, lucidi e durevoli. Il proprietario di SkyFall voleva qualcosa fuori dall'ordinario, ma non troppo estremo. Ha scelto "Desert Tan", descritto da Awlgrip come una tonalità sottile e lussuosa, che suggerisce un vasto paesaggio desertico che richiama l'avventura. Ciò lascia già intuire che SkyFall risalterà in maniera affascinante nel deep blu, dove vagano le grandi e lucenti prede!

Una volta completato nel 2023 lo yacht sarà accompagnato da un tender personalizzato, costruito da Vanquish su un design di Guido de Groot, che rispecchierà la nave madre fino all'ultima pennellata.

Heesen “SkyFall”
Heesen “SkyFall”

Questo grandioso fisherman è la conferma di quanta strada è stata fatta da Heesen dal varo, nel 1996, del primo sport fisherman “Obsession”, all’epoca il più grande al mondo.

Oggi il cantiere olandese vanta una grande credibilità nella realizzazione di una vasta gamma di yacht custom e semi-custom, pluripremiati, realizzati da un team di professionisti capace di interpretare i sogni degli armatori e realizzare progetti complessi e altamente tecnologici, nel rispetto dei budget e dei tempi di consegna ma senza scorciatoie nell’engineering e nella qualità costruttiva.

Heesen “SkyFall”
Heesen “SkyFall”

Quello collaudato da Heesen è un sistema operativo di successo la cui filosofia “se puoi sognarlo, possiamo costruirlo” è da oltre 40 anni il leitmotiv dell’azienda, yacht dopo yacht, da quella scommessa vinta da Frans Heesen nel 1988, quando con “Octopussy” riuscì a costruire la nave di 44 metri più veloce di sempre.

E ancora oggi i sogni dei clienti sono la sfida da raccogliere, nella convinzione che non c'è limite a ciò che designer, ingegneri e artigiani di Heesen possono realizzare.

Priscilla Baldesi

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare