Home > Comunicazione > Press Mare > Perini Navi: Fenix firma un accordo con il fondo Clessidra

Perini Navi: Fenix firma un accordo con il fondo Clessidra

 Stampa articolo
Perini Navi, Viareggio
Perini Navi, Viareggio

La notizia delle ultime ore riguardante Perini Navi, che abbiamo appreso ieri battuta da Reuters, è che l'azionista di maggioranza cui fa capo il cantiere viareggino, Fenix, la holding riconducibile alla famiglia Tabacchi, un tempo azionista di controllo del gruppo di occhiali Safilo, ha firmato un accordo vincolante con la società di private equity Clessidra che, assieme a un investitore sul quale al momento c’è riserbo, entrerebbero in campo per rilanciare il leader mondiale nella costruzione di navi da diporto a vela oltre i 50 metri di lunghezza.

advertising

Clessidra Private Equity SGR, che fa parte del Gruppo Clessidra, uno dei principali operatori finanziari attivo negli investimenti alternativi, finanzierebbe l'operazione con 38 milioni di euro. Contemporaneamente, secondo quanto riportano le pagine de Il Tirreno, Banca Ifis e investitori specializzati starebbero comprando crediti verso Perini Navi dai fornitori.

Ciò avviene dopo che il fondo Blue Skye, che aveva firmato un accordo per un prestito di 30 milioni di euro lo scorso 18 gennaio, parte integrante del piano per evitare il default di Perini Navi, si è sfilato dall'operazione.

Nelle intenzioni di Fenix, che ha fatto opposizione all’istanza di fallimento di Perini Navi emessa dal tribunale di Lucca lo scorso 29 gennaio, c’è quella di realizzare un aumento di capitale per rilanciare il cantiere, nel cui azionariato resterebbe come socio di minoranza.

"L'obiettivo è preservare l'eccellenza italiana e la leadership mondiale di Perini Navi negli yacht a vela di lunghezza superiore ai 40 metri, con chiari vantaggi per tutti i creditori e gli stakeholder dell'azienda", afferma il comunicato.

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare