Home > Comunicazione > Press Mare > Manutenzione barca: lubrificante hi-tech per parti meccaniche

Manutenzione barca: lubrificante hi-tech per parti meccaniche

 Stampa articolo
Gold Race, lubrificante
Il lubrificante con basi minerali/vegetali altamente raffinate Gold Race

Torniamo a parlare di materiali innovativi e in particolare di riduzione degli attriti, ma questa volta lo faremo parlando di un prodotto già in commercio e non di un trattamento superficiale come abbiamo fatto in precedenza con HNCF, ossia, Hard Nano Ceramic Finishing.

advertising

Torniamo a parlare della tecnologia HNCF perché nel corso delle nostre ricerche sui materiali speciali siamo arrivati a Gold Race, il lubrificante oggetto di questo nostro scritto, in quanto le due aziende stavano svolgendo delle ricerche congiunte. Quando abbiamo visto i risultati delle sperimentazioni sulle superfici trattate con HNCF e poi lubrificate con Gold Race siamo rimasti davvero sorpresi. La combinazione tra le due tecnologie infatti, permette di arrivare a livelli di riduzione degli attriti superiori al 90%, il che rappresenta un risultato di indubbio valore per chi è alla ricerca di prestazioni elevate.

Sportivi olimpionici con Gold Race hanno ottenuto risultati di primo piano alle Olimpiadi estive e invernali, ciclisti del Giro d’Italia del Tour de France, dove Gold Race è stato ed è ancora fedele compagno di viaggio dei campioni più noti e poi la squadra di bob olimpionico, di sci etc. , sono tutti esempi di come Gold Race sia in grado di ottenere risultati straordinari.

Gold Race, lubrificante
Gold Race: il lubrificante con basi minerali/vegetali altamente raffinate

Ma allora perché ne parliamo qui, su un media dedicato alla nautica da diporto? Perché dopo aver ottenuto risultati straordinari nella riduzione dell’attrito su qualsiasi elemento meccanico sia deputato al raggiungimento di prestazioni ai massimi livelli, il produttore di Gold Race ha deciso di affrontare mercati diversi visti i risultati della ricerca che hanno dimostrato la validità del lubrificante da lui ideato anche in applicazioni molto diverse.

Ma procediamo per gradi. La ricerca svolta da Giovanni Cecchini, titolare del Cecchini Racing Team, visti i risultati di volta in volta ottenuti e sempre superiori a qualsiasi altro lubrificante in uso al momento, ha deciso di spingersi sempre un po’ oltre fino all’ottenimento di dati, che ne dimostrino senza ombra di dubbio sia l’elevato potere lubrificante sia la capacità di persistere sulla superficie trattata e infine, una resistenza termica che rende Gold Race idoneo a una gran varietà di impieghi.

Gold Race, lubrificante
Gold Race lubrificante: i nostri test

Oggi Gold Race è già stato adottato da aziende specializzate nelle realizzazioni di meccanica di precisione, meccanica comune e trattamento di superfici alle quali è richiesto un valore di attrito molto basso, per esempio cerniere lampo, serrature, chiavistelli, leveraggi e tutto ciò che soprattutto in mare, richiede di essere manutenuto con dei lubrificanti adeguati.

Le caratteristiche più interessanti di Gold Race per chi come noi ama il mare, sono la capacità di non far aderire né salsedine né altri depositi ambientali o microorganismi sulle superfici trattate, garantire basso l’attrito e un movimento regolare a qualsiasi cosa si tratti, resistere alle temperature più rigide come a quelle più calde.

Abbiamo svolto anche noi una serie di sperimentazioni con Gold Race grazie a un campione di lubrificante che Giovanni Cecchini ha voluto offrirci per diventare testimoni della qualità di questo lubrificante minerale altamente raffinato.

Gold Race, lubrificante
Gold Race: il lubrificante con basi minerali/vegetali altamente raffinate

Abbiamo usato Gold Race sui seguenti oggetti: serrature, maniglie, multiuso anche bloccati da depositi di ossido, cuscinetti, chiavistelli, ingranaggi, armi da fuoco, catene di trasmissione e altri oggetti da cui abbiamo ottenuto un duplice risultato. Il primo è che l’elevata raffinazione di Gold Race permette di asportare ogni deposito di precedenti lubrificanti che per loro natura lasciano residui, polveri, residui secchi in genere. In pratica abbiamo scoperto che Gold Race mentre lubrifica solleva le particelle di depositi secchi sulla superficie trattata, permettendone un’asportazione approfondita. Solo in seguito, ripassando Gold Race una seconda volta, lasciando che le sue particelle penetrino in profondità su quelle della superficie trattata per qualche ora, si ottiene una scorrevolezza prima neanche ipotizzata, almeno questo è stato il nostro caso. Abbiamo anche trattato due zip lampo identiche una con Gold Race e l’altra con uno spray lubrificante comune per valutarne le differenze. Abbiamo osservato che Gold Race non solo rende la zip molto più scorrevole, ma anche dopo essere sottoposto a variazioni termiche importanti rispetto all’altro non lascia depositi di nessun tipo e continua a mantenere inalterato il suo potere lubrificante.

Oggi Giovanni Cecchini offre il suo lubrificante a un pubblico ampio, le aziende produttrici che lo hanno sposato come lubrificante di prima fornitura sono in crescita, corpi militari che lo hanno adottato come prodotto per la manutenzione di meccaniche spinte, dalle armi da fuoco ad altri sistemi anche.

Gold Race è oggi disponibile anche per le aziende e gli appassionati della nautica da diporto per proteggere e lubrificare i tanti componenti di bordo che richiedono attenzioni, dunque, serrature, meccanismi, leveraggi e tanti componenti nei quali l’alternativa a grassi o oli che modificano la loro struttura nel tempo e con il variare delle temperature, rappresenta un limite.

Gold Race non è più solo un lubrificante estremo per applicazioni estreme, ma sebbene la sua formula sia la stessa è oggi disponibile sul mercato e a venderlo è la stessa azienda produttrice:

Cecchini Team S.r.l.; via A. de Gasperi, 28 – 37015 Dmegliara (VR); tel. 045 6862283; sito web www.gold-race.com.

 

Scheda tecnica

Lubrificante con basi minerali/vegetali altamente raffinate; assenza di solventi e prodotto pericolosi per la salute; temperature di esercizio senza variazioni di stato da -30° a + 260°.

 

Angelo Colombo

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare