Home > Approdi > Marina Cala De' Medici > La Rotta del Vino e dell’Olio: il 22 e 23 settembre al Marina Cala de' Medici

Tag in evidenza:

La Rotta del Vino e dell’Olio: il 22 e 23 settembre al Marina Cala de' Medici

 Stampa articolo
Conferenza stampa de “La Rotta del Vino e dell’Olio 2018”
Conferenza stampa de “La Rotta del Vino e dell’Olio 2018”

Si è svolta stamani, presso la sala stampa della giunta regionale a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, la conferenza stampa de “La Rotta del Vino e dell’Olio 2018”, alla quale sono intervenuti l’Assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, l’Assessore al turismo, commercio, agricoltura, sport, parchi e politiche culturali del Comune di Rosignano Marittimo Licia Montagnani, l’AD e Direttore del Cala de’ Medici Matteo Italo Ratti ed il presidente dello Yacht Club Cala de’ Medici Stefano Porciani.  Al via il 22 e 23 settembre, al Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici, la 12ª edizione dell’unica e originalissima regata enogastronomica in cui grandi Chef si sfideranno nella preparazione di un piatto cucinando a bordo delle barche in regata. In gara, abbinati per sorteggio agli Chef che dovranno tener conto dell’abbinamento per la preparazione del loro piatto, anche 20 cantine del bolgherese e 20 frantoi provenienti da tutta Italia.
 
La gara enogastronomica degli Chef si svolgerà domenica 23 settembre e vedrà protagonisti tutti i migliori Chef della Costa Toscana e non solo. A competere a bordo delle barche a vela saranno, infatti, 20 tra i migliori Chef secondo la guida dell’Espresso, la guida Michelin o Il Gambero Rosso. Saliranno a bordo delle barche, anch’esse abbinate per sorteggio ai terzetti Chef/cantina/frantoio, lo Chef del “Pellicano” di Porto Ercole e quello del 2 stelle Michelin “Bracali” di Massa Marittima, vincitore dell’edizione 2017. Da Firenze, lo Chef del “Palagio” dell’Hotel Four Seasons e quello di “Borgo San Jacopo”. Presenti anche i ristoranti della costa versiliese “Romano” di Viareggio, “Bistrot” di Forte dei Marmi e “Piccolo Principe” del Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio. Fra i partecipanti anche il ristorante “La Torre” dell’Hotel Castello del Nero di Tavernelle Val Di Pesa, il “Pesce Briaco” di Lucca, il ristorante “Atman” di Villa Rospigliosi (Lamporecchio), “Meo Modo” di Borgo Santo Pietro (Chiusdino, Siena), il “Cum Quibus” di San Gimignano (Siena), il “Poggio Rosso” di Borgo San Felice (Castelnuovo Berardenga, Siena), il ristorante “Myo” del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato e “Del Duca” di Volterra.  A prendere parte alla gara anche ristoranti del litorale e dell’entroterra nelle immediate vicinanze di Rosignano, come lo “Scolapasta” di Castiglioncello, la “Magona” di Bolgheri, il “Bucaniere” di San Vincenzo e la “Locanda Martinelli” di Nibbiaia.
 

A presiedere la giuria gastronomica Aldo Fiordelli, responsabile della guida dell'Espresso in Toscana, giuria composta dall'ex direttore della guida Michelin Fausto Arrighi, Massimiliano Tonelli, direttore editoriale del Gambero Rosso, Piero Benvenuti, collaboratore di Identità Golose, Marco Colognese, giornalista Repubblica Sapori e, per la parte olio, Marco Oreggia, autore ed editore della guida Flos Olei. 
 
Confermata la partnership con l’Oil Bar del Mercato Centrale di Livorno per la sponsorizzazione degli oli che prenderanno parte alla manifestazione, tra i più rinomati sul territorio nazionale: Trappeto di Caprafico (Abruzzo), Librandi (Calabria), Olearia San Giorgio (Calabria), Frantoio Romano (Campania), Madonna dell’Olivo (Campania), Quattrociocchi (Lazio), De Carlo (Puglia), Le Tre Colonne (Puglia), Mimì (Puglia), Frantoi Cutrera (Sicilia), Titone (Sicilia), Fonte di Foiano (Toscana), Franci (Toscana), Fattoria Ramerino (Toscana), Az. Agr. Il Cavallino (Toscana, Cecina), Castello di Montegonzi (Toscana, di proprietà di una Socia del Cala de’ Medici), Dievole (Toscana), Podere Il Montaleo (Toscana, Casale Marittimo), Riva del Garda (Trentino), Viola (Umbria).  Nuova la partnership, invece, con il Consorzio Bolgheri DOC per l’abbinamento dei vini che quest’anno, così come già per l’olio, riceveranno un premio espressamente dedicato. Ultima novità, un premio della critica intitolato a Vieri Bufalari che sarà consegnato dall’Associazione “Viaggio in Toscana” e assegnato al piatto che avrà rappresentato nel miglior modo il tema della manifestazione, la cucina da barca.
Nuova, invece, la partnership col Consorzio Bolgheri DOC per la selezione e fornitura dei vini che parteciperanno a La Rotta del Vino e dell'olio 2018, tutti provenienti da prestigiose cantine del bolgherese: Argentiera, Campo alla Sughera, Campo alle Comete, Castello di Bolgheri, Chiappini, Donna Olimpia 1898, Fabio Motta, Fornacelle, Giorgio Meletti Cavallari, Grattamacco, Guado al Tasso, I Luoghi, Le Macchiole, Michele Satta, Mulini di Segalari, Podere Conca, Podere Sapaio, Poggio al Tesoro, Tenuta San Guido, nonché la rinomata Ornellaia.
“Una manifestazione di grande prestigio che ha saputo costruirsi un'identità ed un proprio percorso in questi dodici anni; ed allo stesso tempo un veicolo di promozione delle eccellenze enogastronomiche toscane che ogni anno punta i riflettori su realtà e territori sempre diversi. Quella di quest’anno assume un significato ancora più interessante dato che casca nell’Anno del Cibo indetto dal Ministero delle politiche agricole e del Turismo e a poche settimane dal lancio del marchio Costa Toscana, uno strumento che punta proprio a sviluppare e consolidare partnership tra le varie località costiere in un’ottica di promozione e valorizzazione. La Rotta del Vino e dell’Olio, importante veicolo di promozione turistica, fa un passo in più perché estende il collegamento anche alle realtà dell’entroterra e con la regata si esalta la vocazione della nostra regione per il comparto della nautica, sempre più protagonista. Ultima novità, un premio della critica intitolato a Vieri Bufalari che sarà consegnato dall’Associazione “Viaggio in Toscana” e assegnato al piatto che avrà rappresentato nel miglior modo il tema della manifestazione, la cucina da barca”, interviene l’Assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo.
 
“Marina Cala de’ Medici non è solo un semplice Porto, ma ambisce a diventare un hub di collegamento fra l’economia del mare e quella di terra, dove la Toscana è famosa nel mondo per la sua cultura e le sue specialità enogastronomiche. Il futuro della nautica e della portualità può essere solo quello di infrastrutture di collegamento di elevatissima eccellenza, Marina resort, hub di collegamento, posti esclusivi che riescano ad intercettare un’economia del mare che attualmente si sta indirizzando verso Francia, Corsica, Croazia e Montenero”, afferma Matteo Italo Ratti, AD e Direttore portuale del Cala de’ Medici.  
 
In programma in Porto nei due giorni della manifestazione anche la presenza di stand di prodotti di eccellenza nella piazza del Borgo, come l’azienda di tartufi e prodotti al tartufo Stefania Calugi di Castelfiorentino, Rigoni di Asiago e l’enoteca In Barricaia di Livorno, che presenterà anche i cocktail monodose pronti all’uso dell’azienda Cocktail House. Nel pomeriggio del sabato si terrà, inoltre, un’esibizione di danza a cura della scuola di danza della palestra Ego Anima e Corpo di Rosignano. Ma non solo, previste anche tre conferenze che si terranno presso la sala conferenze Mistral del Porto: alle ore 17 del sabato si terrà infatti la conferenza “Pensionati a chi – Edwin Zonligt e Bianca Grillenzoni raccontano il giro del mondo a bordo di Zeeland”, mentre la domenica alle 15 avrà luogo un incontro aperto a tutti dedicato all’Olio di qualità, la “Scuola dell’Olio – Introduzione all’Olio di qualità”, tenuta da uno dei massimi esperti di olio e giurato della manifestazione, Marco Oreggia; mentre alle 16 sarà la volta della conferenza “L’alimentazione a bordo di un Mini650 in regata Transat”, tenuta dagli atleti della MM di punta della classe MINI650 Sc. Andrea Pendibene e Sc. Giovanna Valsecchi. 
 
Nella giornata di sabato, infine, dopo la cena degli armatori ed equipaggi che si trasformerà quest’anno in una vera e propria festa del Porto, si terrà un concerto/spettacolo di lirica che allieterà i partecipanti e che sarà un’occasione di lancio del progetto “In Opera” dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Rosignano Marittimo che rappresenta il ritorno della lirica al Teatro Solvay, con la direzione artistica di Alessio Pizzech e la partecipazione della Schola Cantorum di Rosignano. 

In contemporanea alla Rotta del Vino e dell’Olio, come di consueto, verrà organizzata in collaborazione col Circolo Nautico Castiglioncello anche la regata di Optimist “La Rotta del Panino”, in cui piccoli Chef si sfideranno, oltre che in mare, cucinando un panino gourmet.