Home > Accessori > CMC Marine > Waveless di CMC Marine: 43 accordi commerciali nel 2020

Tag in evidenza:

Waveless di CMC Marine: 43 accordi commerciali nel 2020

 Stampa articolo
Waveless_Serie_STAB
Waveless_Serie_STAB

Sono sempre più numerosi i cantieri e gli armatori che scelgono gli stabilizzatori ultracompatti Waveless a bordo dei propri yacht. Lanciate sul mercato a settembre 2019 e distribuite in tutto il mondo grazie a una rete di vendita e assistenza sempre più estesa e capillare, che non ha smesso di operare anche nei mesi di maggiore difficoltà, le pinne Waveless si stanno imponendo sul mercato delle barche dai 12 metri in su per la loro affidabilità e l’elevato contenuto tecnologico.

advertising

Il sistema di stabilizzatori ultracompatti Waveless di CMC Marine prosegue il suo cammino di successo e viene scelto dai protagonisti della cantieristica internazionale e dagli armatori di tutto il mondo per installazioni relative a yacht di nuova costruzione e refit. L’azienda toscana ha firmato 43 accordi commerciali di fornitura nel corso dell’ultimo anno e sono già in acqua ben 6 yacht, di cui 5 di nuova costruzione, che montano le pinne Waveless.

Tra i principali cantieri che hanno scelto Waveless, che offre tre modelli di stabilizzatori STAB e quattro modelli di intruder TRIM, Arcadia, Azimut|Benetti, Holterman Shipyard, Numarine e Mangusta del Gruppo Overmarine che ha montato Waveless su due unità GranSport 45 ma anche armatori in ogni parte del mondo, dall’Europa (Inghilterra, Italia, Olanda, Spagna e Turchia) all’Asia (Hong Kong e Filippine), fino all’Oceania (Australia). 

STAB30
STAB30

Tra i motivi di questa ascesa straordinaria ottenuta in un momento in cui le complicate circostanze legate alla situazione sanitaria internazionale hanno reso più difficili le relazioni internazionali e gli scambi commerciali c’è sicuramente da un lato l’affidabilità di prodotto tecnologicamente avanzato e innovativo, e, dall’altro, la scelta di CMC Marine di continuare a investire su una rete di vendita e assistenza sempre più capillare, aggiornata ed estesa. 

Alessandro Cappiello, ceo e fondatore di CMC Marine, ha commentato: “Da quando abbiamo intrapreso questa strategia d’internazionalizzazione non abbiamo mai rallentato la produzione e nei mesi più difficili abbiamo trovato modi alternativi non solo di comunicare ma anche di aggiornare e formare tutti i nostri venditori. Questa scelta è stata premiata con la firma di contratti in tutto il mondo: ci aspettano mesi di lavoro inteso ma anche d’importanti soddisfazioni. D’altra parte Waveless ha riscosso grandi consensi fin dal primo lancio, a Cannes 2019, grazie alla scelta di applicare la medesima tecnologia di prodotti destinati a imbarcazioni più grandi su una linea pensata per yacht di lunghezza inferiore (dai 12 metri) e caratterizzata da un ingombro decisamente ridotto”.

Le ultime notizie di oggi