Domani il via della regata Tre Golfi, Soldini riceve il Premio MARetica

Domani il via della regata Tre Golfi, Soldini riceve il Premio MARetica

Sport

13/05/2022 - 11:40
advertising

Prenderà il via domani, 14 maggio 2022, la 67esima edizione della Regata dei Tre Golfi, organizzata dal Circolo Remo e Vela Italia con il patrocinio della FIV e in collaborazione con Yacht Club Italiano, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, IMA, ORC, UVAI, AIVE.

Maserati Multi70 e le altre circa 150 imbarcazioni iscritte alla regata partiranno in tre flotte scaglionate (alle 18:30 ora locale i multiscafi, alle 19:00 i MAXI, e alle 19:30 tutti gli altri) dalla rada di Santa Lucia sotto le mura di Castel dell'Ovo a Napoli, e leggermente corretti saranno anche i percorsi di gara: 250 miglia e boa a San Marco di Castellabate per i multiscafi; circuito classico di 150 miglia con boa a Li Galli per i monoscafi, e una riduzione ulteriore per gli yacht d'epoca che gireranno Ventotene anzichè Ponza. Per tutti l'arrivo sarà a Capri. 

La flotta navigherà tra le isole dei golfi di Napoli, Gaeta e Sorrento nello spettacolo naturale delle isole di Procida, Ischia, Ventotene, Ponza, Capri e in corsa con Maserati Multi70 ci sarà Mana di Riccardo Pavoncelli con skipper Paul Larsen. 

"Napoli è una città dal carattere unico, dove sono sempre felice di tornare e infatti la Tre Golfi è una regata a cui ho già partecipato in passato, ma per Maserati Multi70 è la prima volta e insieme a tutto l'equipaggio non vediamo l'ora di navigare in queste baie stupende, tra isole così straordinarie", commenta Giovanni Soldini. Le condizioni meteo intanto preannunciano la prevalenza di venti leggeri: "Con poca aria, sarà una regata lenta e soprattutto tattica, siamo molto contenti di ritrovare Mana e come sempre ce la metteremo tutta".

In questa regata, Giovanni Soldini sarà accompagnato da un equipaggio di 6 velisti: Guido Broggi, Oliver Herrera Perez, Thomas Joffrin, Francesco Pedol, Alberto Riva, Gianluigi Ugolini.

Procida 2022 - Il Premio MARetica

Oggi, venerdì 13 maggio, alle ore 19:00, alla vigilia della regata, Giovanni Soldini farà scalo a Procida dove si svolgerà la cerimonia di assegnazione del Premio all'etica sportiva istituito quest'anno da MARetica, la manifestazione che propone a Procida quattro giornate di sport e cultura per "ripensare l'uomo partendo dal mare" e che quest'anno tornerà sull'isola dall'8 all'11 settembre con un programma ricco di eventi nell'ambito di Procida Capitale Italiana della Cultura 2022.

Il navigatore arriverà sul trimarano Maserati Multi70 e ad accoglierlo ci saranno Alessandro Baricco, presidente del Premio MARetica, gli organizzatori Domenico e Gianni Scotto e inoltre Eugenio Michelino e Renato Marconi, presidente e amministratore delegato del Marina di Procida, oltre al sindaco dell'isola Dino Ambrosino, all'assessore al turismo Leonardo Costagliola e al direttore di Procida 2022, Agostino Riitano.

A Soldini, la giuria di MARetica riconosce l'essenza del proprio principio ispiratore: "ripensare l'uomo a partire dal mare" con la seguente motivazione: 

All'andar per mare Soldini ha dedicato 20 anni di regate, oltre 40 transoceaniche, e 2 giri del mondo in solitario, ma non in solitudine: il primo valore etico riconosciutogli dalla giuria è proprio quello di aver rifiutato l'estremizzazione egoica sempre all'erta sotto le spoglie eroiche di Odisseus o quelle tragiche di Achab. Che questo rifiuto si manifesti nella sua preferenza per la navigazione con equipaggio perché "più divertente" o nella sua costante preoccupazione per l'ambiente, è certamente la sua attenzione al mare come manifestazione dell'altro che nel 1994/95 lo porta ad intraprendere la sua prima circumnavigazione del globo in solitario su di una barca chiamata "Stupefacente," costruita da ex-tossicodipendenti nelle strutture della comunità Saman di Latina. Ed è l'aiuto di un numero infinito di amici, conoscenti e operatori del settore che lo porta sulla linea di partenza di quella regata. Non ci può sorprendere perciò che la figura di Soldini sarà per sempre legata non solo alle sue tante vittorie ma anche e soprattutto al ricordo di quel 16 febbraio del 1999 allorquando strabiliò il mondo intero non esitando tra il rispondere alla "legge del mare" a scapito di quella dell'agone, andando in soccorso dalla velista francese Isabelle Autissier, naufragata nel Pacifico del sud.

Da allora il nome di Soldini si è continuato a legare tanto alla ricerca del superare sé stessi quanto a quella scientifico-ambientale, attitudini che gli sono già valse riconoscimenti quali la Croce al Merito della Marina, la nomina ad Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, e la Legione d'Onore francese. Ed è proprio l'ultimo impegno preso da Soldini all'alba della sua ultima vittoriosa regata transatlantica (Rorc) nel gennaio di quest'anno che ha convinto la giuria ad assegnargli anche il premio MARetica. Senza interrompere la sua attività agonistica, Soldini ha messo il suo trimarano Maserati Multi70 a disposizione del Decennio del mare dell'UNESCO e lo sta trasformando in un laboratorio oceanografico per l'analisi dell'anidride carbonica presente nella superficie marina.

Maserati Multi 70 - L'equipaggio 

Con Giovanni Soldini navigano:

Guido Broggi (ITA) - Milanese, classe 1971, appassionato di barche d'epoca, ha al suo attivo migliaia di miglia in oceano. Dal 1998 al 2005 è stato team leader nella costruzione e preparazione sportiva del 60' Fila e del trimarano Tim di Giovanni Soldini, partecipando a tutte le regate in equipaggio: tentativo di record del Nord Atlantico New York-Cape Lizard nel '98, Transat Jacques Vabre in doppio nel '99, Quebec-St Malo nel 2002 e 2004, due tentativi di record Marsiglia-Tunisi nel 2002. Dal 2005 al 2011 è stato responsabile della costruzione dei cavi speciali in Pbo di Gottifredi & Maffioli (Coppa America e progetti speciali). È Boat captain dal 2011 di Maserati Vor70 e ora di Maserati Multi70.

Oliver Herrera Perez (ESP) - nato a Fuerteventura nelle Canarie nel 1987, inizia a tirare i primi bordi a 9 anni in Optimist, per poi passare a regatare da adulto su Ims 500, Swan 45 e Rc44. Già parte dell'equipaggio del VOR 70 Maserati, continua a regatare come prodiere su Maserati Multi 70. Ha partecipato alla maggior parte delle regate, record e trasferimenti del trimarano.

Thomas Joffrin (FRA) - originario delle Côtes-d'Armor in Bretagna, ha 22 anni e lavora nel mondo della vela dal 2018. Ha fatto parte del team del maxi trimarano Ultim Emotion 2 per due anni e a giugno 2021 ha partecipato alla Ocean Race Europe con il team austriaco. Ha al suo attivo 4 transatlantiche e oltre 50mila miglia in gara e trasferimento.

Francesco Pedol (ITA) - skipper professionista, esperto in trasferimenti di lunga durata, ha al suo attivo numerose traversate atlantiche. Da maggio 2021 fa parte del team Maserati Multi70, sia come membro dell'equipaggio, sia come shore team.

Alberto Riva (ITA) - milanese, classe 1992, laureato in ingegneria fisica specializzato in nanotecnologie ha sviluppato la sua passione andando in barca a vela fin da piccolissimo. Ha navigato con alcuni fra i più conosciuti navigatori italiani (Giovanni Soldini, Andrea Fantini, Ambrogio Beccaria) e, come ingegnere, svolge data analysis per team di regata (Azzurra TP52) e segue ricerca e sviluppo di nuovi dispositivi elettronici per la navigazione. Nel 2019 si aggiudica il titolo di Campione Italiano Classe Mini 650 (categoria Proto). Nel 2020 e nell'anno successivo ha navigato su EdiliziAcrobatica, conquistando sia il titolo di Campione Italiano Classe Mini 650 (categoria Serie) sia il primo posto dell'International Ranking. Conclude il suo progetto mini tagliando il traguardo in seconda alla Mini-Transat 2021. 

Gianluigi Ugolini (ITA) - Nato nel 1998, ha iniziato a regatare sin da piccolo ed è campione del mondo giovanile Nacra 17 2018. Ai mondiali Nacra 17 del 2021 ha anche vinto l'argento insieme a Maria Giubilei.

Ha già navigato a bordo di Maserati Multi70 durante il trasferimento da Honolulu a Hong Kong e in occasione della Caribbean Multihull Challenge nel 2020.

 

advertising
PREVIOS POST
La Sezione di Ostia della LNI festeggia 84 anni dalla sua fondazione
NEXT POST
15 maggio la prima tappa del Campionato Mondiale di Motonautica