Home > Pesca Sportiva > The O' > TheO' Game Napoli e lancio TheO' Sardegna x3

Tag in evidenza:

TheO' Game Napoli e lancio TheO' Sardegna x3

 Stampa articolo
TheO  Game Napoli  18
TheO Game Napoli 18

Il TheO’ Game di Napoli, la prima delle 6 sfide del più grande evento itinerante di pesca sportiva del Mediterraneo, è terminato Domenica 13 presso il Porto di Baia, con ottimi risultati in termini di maggiore affluenza della precedente edizione e di catture. Complici il bel tempo, l’ottima fama che le acque del golfo di Napoli hanno acquisito in questi anni per la presenza costante dei Tonni Giganti e, perché no, per il suggestivo panorama che si ammira a 360° quando si pesca al centro del Golfo.

advertising

Infatti oltre 80 incalliti pescatori provenienti da diverse regioni del centro sud si sono confrontati con un buon numero di catture, anche se le più gradi, pesci stimati sopra i 200 kg, molto rari in tutto il resto d’Italia, hanno impegnato alcuni team in combattimenti durati a volte alcune ore, e purtroppo per i pescatori, da ‘locomotive del mare’ piene di fasci muscoli quali sono questi sportivissimi pesci, hanno avuto la meglio, causando la rottura dei terminali. Poco male, perché in tutti i casi l’evento TheO’ è a supporto dell’ambiente e prevede quindi il rilascio totale delle prede catturate, il cosiddetto ‘Catch & Release’. Ma comunque avere una foto ricordo con uno di questi re dei mari in acqua, vicino alla barca di un team in gara, non sarebbe stato male!

La vera sfida agonistica si è accesa soprattutto il secondo giorno. Dopo che nella prima manche ci sono stati diversi equipaggi con un solo pesce valido rilasciato, tutti intorno ai 120-140 cm come da misurazioni effettuate attraverso le tecnologie sviluppate da Taggable e da Sandro Onofaro per la TheO’ e visibili in diretta sul portale TheO’ durante tutta la gara, a bordo del Catch Tuna Team, un Seagame 25, capitanato dal bravissimo e simpaticissimo Nicola Sagliano proveniente da Gaeta, nella seconda prova c’è stato prima un doppio strike di pesci, entrambi combattuti e rilasciati regolarmente intorno alle 10,30, e poi un terzo strike valido a circa 40 minuti dal fine gara. Il distacco con il gruppo dal secondo al settimo, che erano tutti ad una sola cattura valida, è stato così ampio, che il Team ha deciso di lasciare il campo gara 30 minuti prima della fine della prova per incominciare i festeggiamenti! Festeggiamenti continuati a terra per la vincita di un bellissimo motore fuoribordo Mercury F8 Hp, messo in palio da Giuseppe e Rosario Schiano della Hi Performance Italia, azienda già molto conosciuta ed apprezzata nel campo della motonautica, che a partire da questa occasione ha ampliato i suoi orizzonti credendo nella pesca sportiva come una sana passione sportiva e un nuovo target su cui investire. Non a caso anche la commercializzazione delle barche a marchio Quicksilver lo dimostra, in quanto nate e apprezzate dagli appassionati di queste discipline. Consolidato anche per tutta la stagione 2018 il binomio TheO’ e Raymarine che ha premiato il terzo classificato con un nuovissimo strumento Axiom 7 RV comprensivo di trasduttore, un premio al quale ogni pescatore non avrebbe voluto rinunciare. Molto importante anche la partnership con l’azienda leader nella produzione di canne made in Italy, la Normic, che per questa stagione ha lanciato una linea di canne con marchio TheO’ con diversi modelli, ognuno adatto ad una tecnica di pesca che ci sarà durante le tappe TheO’ 2018, mettendone in premio una ad ogni tappa. In questo caso è andata al secondo classificato una Stand-up 30/50, fusto S2 in carbonio, manico curvo, roller Normic e ovviamente grafiche TheO’. Da non dimenticare la presentazione di una novità molto interessante nel mondo della personalizzazione degli accessori, i foderi della Custom Fishing Bags di Emanuele Donati, una piccola e nuovissima realtà che personalizza foderi portacanne e molto presto anche altri accessori da pesca come le borse. Presente anch’essa nel montepremi con 4 foderi con doppia grafica TheO’ e CFB. In campo di personalizzazione, non può essere tralasciato assolutamente il partner Leaderform, che con suoi marchi ExtremeWrap ed ExtremePrinting conferma come nella prima edizione la sinergia con la  TheO’ e tutto il mondo della pesca che in questo evento trova massima espressione di valore sportivo. 

Dalle prossime tappe Leaderform sarà  presente oltre che con gli allestimenti di ExtremePrinting anche con l’imbarcazione Eitruu di ExtremeWrap AL CUSTOM 25 motorizzato Suzuki e ovviamente  castomizzata  di tutto punto come barca giuria.

Piacevole la presenza sul campo Partenopeo della barca giuria del cantiere Indomito Yachts e del suo patron Ing. Antonio Salemme, che presto presenterà al pubblico il nuovissimo fisherman Explora 998 e di cui sentirete parlare. Explora Fishing, che oltre a dare il nome all’imbarcazione, è un negozio di pesca che anche quest’anno ha supportato la TheO’ come local Partner e ha anche fornito ai team Esche e ghiaccio. Non sono mancati i momenti di spettacolo e divertimento, ricordando la stupenda cornice del Lido Turistico, praticamente a ‘bordo bagnasciuga’, dove la prima sera del venerdì tutti i team si sono trovati per festeggiare l’inizio della manifestazione con uno spettacolo formidabile di show cooking dei padroni di casa e con i migliori vini italiani della Tenuta Ulisse che credono fermamente nello sport e dopo essere diventati partner del giro d’Italia lo sono diventati anche della TheO’.

L’appuntamento per l’anno prossimo è già confermato, anche se la TheO’ continua il suo percorso sbarcando in Sardegna per un’estate ricca di eventi e di novità.

Primo Team

#13

Nome: Catch Tuna

Capitano: Nicola Sagliano

Angler 1: Paolo Giovanni Iodice 

Angler 2: Michele Di Lillo

Angler 3: Giuseppe Arini

Ospite: Gianluca Gamardella

Secondo Team

#21

Nome:                 Blu Water Team

Capitano:             Mirko Accurso    

Angler 1:              Salvatotre Cappiello

Angler 2:              Dino Astarita     

Terzo Team

#11

Nome: Diabolik

Capitano: Paolo Bagato

Angler 1:  Dario Monaco

Angler 2:  Andrea Bagato 

Angler 3: Giuseppe Carelli

Queste le misure dei pesci pescati dai primi 5 Team classificatisi:

Team #11 126 cm

Team #16 117 cm

Team #22 116 cm

Team #20 121 cm

Team #13 c.1 cm 113

Team #13 c.2 cm 132

Team # 21 131 cm,

Team #13 127 cm

Grandi conferme e due novità quest’anno per la Sardegna.

La TheO’ crede e investe su tutto il territorio sardo, portando ben 3 eventi nell’Isola.

Come preannunciato, si conferma la seconda edizione della gara di traina d’altura, il TheO’ Game Porto Rotondo | Offshore Trolling, 11,12,13 e14 Luglio.

Questo TheO’ Game, visti gli ineguagliabili numeri di strike di Aguglie Imperiali per team della scorsa edizione, è stato prescelto come l’unica gara mediterranea con questo target specifico, e per la seconda volta al mondo, alla presenza di Massimo Brogna, Trustee dell’IGFA e Coordinatore del progetto di ricerca per le attività nel Mediterraneo, si cercherà di applicare un Tag satellitare su un esemplare di Aguglia Imperiale che verrà poi rilasciata, in modo da poter essere monitorata il più a lungo possibile.

Questo dispositivo satellitare che è stato sponsorizzato dal Circolo Nautico Sambenedettese, invierà tutti i dati sulla rotta seguita, la profondità, la temperatura dell'acqua e altri dati fondamentali per conoscere meglio le abitudini e le rotte migratorie di questo rostrato di cui ancora si sa molto poco e la cui presenza nelle nostre acque è parecchio aumentata negli ultimi anni in tutto il Mediterraneo e soprattutto in Sardegna.

Ma passiamo ai due nuovi eventi protagonisti della stagione 2018:

Il primo, una gara di Traina con esca viva, il TheO’ Game Porto Rotondo | Live Bait Trolling  | 29,30 Giugno e 1° Luglio.

Finalmente, esclameranno molti di voi ! Ma le novità non si fermano qui.

In contemporanea al TheO’ Game Porto Rotondo | Live Bait Trolling, che si disputerà nelle acque del Nord Sardegna e dove la gara sarà svolta come prassi comune con la somma dei punteggi di ogni cattura valida, il 30 Giguno e il 1 Luglio ci sarà anche la più grande sfida di traina col vivo di sempre, denominata TheO’ INTERACTIVE Game  Sardegna. Chi parteciperà da Porto Rotondo aderirà automaticamente ad entrambe le sfide.

Di cosa si tratta?

Sarà una sfida consentita da tutti i mari della Sardegna, ognuno sui propri luoghi di pesca preferiti (in territorio italiano), da soli ma allo stesso tempo collegati in contemporanea con tutti gli altri pescatori dell’isola, con target specifico solo su due categorie di pesci, il Dentice e la Ricciola più grossi.

L’ormai già ricco montepremi sia in denaro che in premi, salirà con l’aumentare degli iscritti e sarà visibile on-line. Tutti i premi di categoria andranno ad un unico e solo vincitore, quello che prenderà il pesce più grande!

Perciò incominciate a cercare lo spot del secolo, sicuramente ne varrà la pena!

Tutto ciò avverrà grazie alle tecnologie per Smarphone e Tablet sviluppate dalla Taggable e da Sandro Onofaro, che nel 2018 sono concesse in uso esclusivo alla TheO’.

Attraverso l’app TheO’ ed al portale, sarà possibile monitorare tutte le fasi gara, dagli strike alle reali catture, stabilire gli orari di cattura, visualizzare le misure dei pesci pescati, i video delle catture e anche la classifica aggiornata in diretta.

Insomma una grande gara con il territorio sicuramente più bello e ricco di queste prede, dove tutto il popolo sardo, o tutti gli amici ‘continentali’, potranno affrontare questa ghiotta sfida con la tecnica di pesca dalla barca più praticata, la traina con il vivo.

Avete un posto segreto? Vi sentite dei grandi trainisti? Vi piacciono le sfide? Siete appassionati e volete scoprire le ricche acque della Sardegna? Amate partecipare a questi eventi per ritrovare gli amici con la stessa passione? per spirito agonistico? o per vincere il montepremi da favola?

Box 1

In questa stagione The O' comincerà anche una collaborazione con l'International Game Fish Association (IGFA) sul "Mediterranean Spearfish Project", un progetto di ricerca scientifica sull'Aguglia Imperiale del Mediterraneo, in collaborazione con la Stanford University, il Virginia Institute of Marine Science, la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli,  Sea Life Care International e Mably.

Il progetto si propone di studiare questa specie in maniera completa e con l'ausilio delle nuove tecnologie e di istituire il più grosso database genetico dell'Aguglia Imperiale che sta assumendo un sempre maggior interesse tra i pescatori ricreativi. Questo permetterà di determinare con esattezza la specie endemica, verificare la presenza di altre specie di Aguglia Imperiale nel Mediterrraneo e confrontarli con la specie tipica dell'Atlantico.

Box 2

Restando in tema di iniziative legate all’Aguglia Imperiale, quest’estate la Fishing Division dello Yacht Club Porto Rotondo, capitanata anch’essa da Sandro Onofaro, ha istituito un premio per chi documenta con video il maggior numero di rilasci di questo maestoso pesce nel 2018. Il premio sarà consegnato a fine Agosto, in occasione della cena della gara Sociale di Traina d’Altura dello YCPR che si disputerà il 26 Agosto (e che comunque è aperta a tutti). Perciò incominciate da subito a pescare e mandate i vostri video dei rilasci semplicemente includendo durante la registrazione del filmato la frase ‘Fishing Division’ all’indirizzo info@sandroonofaro.it o a quello info@ycpr.it

Eventi collaterali, per tutti, da non perdere!

A partire da fine Giugno e per tutta l’estate, la TheO’ , la Fishing Division dello YCPR e ovviamente Sandro Onofaro, organizzeranno a Porto Rotondo 3 eventi for Kids e uno per diversamente abili chiamato ‘Fishing for happiness’.

Non solo. Sono stati anche annunciati diversi raduni amichevoli, da quello alla pesca del Pesce Spada, a quello dei cefalopodi a quello del bolentino di profondità, a quello di traina d’altura. Insomma se volete approfondire qualche tecnica o divertirvi con figli e nipoti, sintonizzatevi sui social dei promotori che troverete sempre l’evento giusto per le vostre esigenze.

Le ultime notizie di oggi