Home > Comunicazione > Press Mare > ORC World Championship: italiani sul tetto del mondo

Tag in evidenza:

ORC World Championship: italiani sul tetto del mondo

 Stampa articolo
Itaila Yachts 11.98 Sugar 3 di Ott Kikkas (Cze)
Itaila Yachts 11.98 Sugar 3 di Ott Kikkas (Cze), Campione del Mondo ORC in Classe C

Regate anticipate di un’ora nell’ultima giornata dell’ ORC World Championship di Sebenico, e mentre gli equipaggi si preparavano in banchina, molto agguerriti perché in cerca degli ultimi bastoni sulle boe per completare il numero minimo di 5 per poter scartare il risultato peggiore (non della regata lunga)  il vento se l’è presa molto comoda. Le regate 6 per i gruppi A e C, e 7 per il gruppo B, sono partite con undici nodi di vento poi calati fino a 7 e ben 28 gradi. La prima vera giornata estiva prevede che le temperature arrivino fino a 32 gradi, ma alle 104 imbarcazioni sul campo interessa solo che ci sia il vento. In classe A il podio è tutto tricolore con il TP52 XIO di Marco Serafini vince il titolo di Campione del Mondo ORC con una bella serie di primi e scarta un secondo posto, l’argento va ad Altair 3, Scuderia 50 di Alessandro Paniccia e il bronzo al TP52 Air Is Blue di Roberto Monti. Un bel terzetto anche in Classe B non solo tricolore, ma anche tutti Swan 42: oro per Massimo De Campo su Selene, argento per Alberto Franchi su Digital Bravo e bronzo per Andrea Rossi e il suo Mela.

advertising

Itaila Yachts 11.98 Sugar 3 di Ott Kikkas (Cze)
Itaila Yachts 11.98 Sugar 3 di Ott Kikkas (Cze), Campione del Mondo ORC in Classe C

I giochi sono rimasti aperti fino all’ultima regata in classe C dove Sugar3, Italia Yachts 11.98 di Ott Kikkas ha riconquistato la leadership nell’ultima regata ed è Campione del mondo lasciando ad Hebe, M37 di Jakolubek (Cze) e Tanit IV di Valero ( Esp) il secondo e il terzo gradino del podio. Si chiude così il campionato del mondo ORC 2019 dando appuntamento al New York Yacht Club, a Newport, nel 2020.

Emanuela di Mundo

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare