Home > Comunicazione > Press Mare > Si è spento lo scorso 9 gennaio il giornalista Eolo Attilio Pratella

Tag in evidenza:

Si è spento lo scorso 9 gennaio il giornalista Eolo Attilio Pratella

 Stampa articolo
Eolo Attilio Pratella, foto di Paolo Maccione
Eolo Attilio Pratella, foto di Paolo Maccione

Buon vento, Eolo!

A 94 anni è salpato con la sua vela verso l’infinito Eolo Attilio Pratella, persona di grande educazione e modestia, nonostante i suoi successi di organizzatore e promotore di grandi eventi velici, ma soprattutto un amico. Eolo, Nato nel 1922 a Novara, è stato pittore di mare affermato a livello internazionale, ma aveva iniziato a farsi conoscere come esperto di vela della Sezione della Lega Navale di Milano negli anni ’60, dove aveva creato il glorioso Notiziario. Era un momento bellissimo della vela in Italia ed Eolo, al centro di tanta attività, era divenuto un po’ il papà dei navigatori solitari italiani, che seguiva via radio in tutti i mari del globo grazie alla rete dei suoi amici radioamatori, suscitando le ire dell’allora Ministero delle Comunicazioni. Oltre all’organizzazione di molte nuove regate, specialmente in Adriatico, egli fu anche il promotore delle imprese di Ambrogio Fogar e di altri solitari dopo di lui. Non mostrava gli anni che aveva e quando si trattava di vela ritrovavi in Eolo lo stesso spirito gagliardo dei vecchi tempi, un entusiasmo da giovane, vecchio leone. E così ti ricorderò, glorioso compagno di tempi fortunati, quando volevi fortemente a Como il sacrario degli sportivi gloriosi, che a te deve la sua esistenza, quando scrivevi per Nautica, la rivista da me diretta, di tanti splendidi eventi sportivi, come le spettacolari regate di Classe Open sul Garda. Buon vento!

L.P.

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare