Home > Comunicazione > Press Mare > Le coste franano, ma lo Stato dov’è?

Le coste franano, ma lo Stato dov’è?

 Stampa articolo
Monterosso al Mare: danni alluvione 2011
Monterosso al Mare: danni alluvione 2011

 

 

La sistemazione idrogeologica del territorio italiano è un intervento che molti esperti considerano propedeutico alla ripresa di tutta una serie di settori della nostra economia. Sono investimenti infrastrutturali produttivi che mentre possono prevenire potenziali disastri ambientali, estremamente dannosi per le risorse nazionali, potrebbero finalmente avviare una politica territoriale di sviluppo, indispensabile per stimolare la ripresa che stenta a venire. A beneficiarne sarebbero particolarmente le coste, ovunque franose, e la lotta alla criminalità organizzata, che le distrugge con gli inquinamenti più diversi e incontrollati, con gli abusi più incredibili. Con quale coraggio un parlamentare può parlare di abolire l’ergastolo per i mafiosi se è proprio la loro presenza che impedisce l’attività imprenditoriale in troppe regioni italiane? Si può solo pensare che sia cresciuto con il loro aiuto. Solo il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ne ha fatto il suo nemico pubblico numero uno, dichiarando che la guerra alla malavita organizzata è al primo posto nelle iniziative da prendere. Ci colpisce anche la malafede di chi parlando di scarsa ripresa economica non menziona l’evasione fiscale delle diverse mafie che ci affliggono e il controllo malavitoso del territorio, che sfida ogni giorno in maniera oltraggiosa l’autorità costituita. Come ci dicono anche le cronache di questi giorni, è addirittura un potere che riesce a contrastare vittoriosamente le forze dell’ordine e quando vuole impedisce o colpisce addirittura il funzionamento di porti, autostrade, aeroporti mercati ecc. Scopriamo l’acqua calda affermando queste verità, ma lo Stato dov’è? Esso è clamorosamente e colpevolmente assente, perché politici e burocrati hanno prioritari interessi personali, di partito e di corruzione. Gli onesti facciano un passo avanti. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare