Azimut S7

Barca a motore

05/11/2020 - 14:47
advertising

Il nuovo Azimut S7, modello che va a comporre la Collezione Sportiva “S” di Azimut Yachts – ne fanno parte anche il 55S e il 77S – è un motoryacht lungo 21 metri i cui esterni sono firmati da Stefano Righini. La bravura dello yacht designer, che da anni collabora col brand di Avigliana, è stata quella di riportare su questa barca alcuni tratti che compongono il family feeling della gamma, al quale ha aggiunto dei nuovi segni distintivi, capaci di rendere ancora più personale e inconfondibile lo stile dell’imbarcazione. La grande novità estetica apportata sta nelle finestrature della tuga, grandi e soprattutto a taglio di diamante, concepite proprio con l’intento di creare giochi di luce riflessa.

Altro aspetto estremamente caratterizzante dell’imbarcazione, stavolta tecnico, è dato dall’utilizzo esteso della fibra di carbonio per la costruzione della sovrastruttura e della piattaforma pivotante. Il processo costruttivo sicuramente più oneroso, giustifica gli innegabili vantaggi che l’imbarcazione porta in dote, soprattutto in termini di contenimento del peso. L’adozione del carbonio, più leggero della vetroresina, ha dato la possibilità di accrescere i volumi interni dell’imbarcazione senza gravare sul dislocamento del motoryacht e dunque senza inficiare l’indole sportiva della sua carena, in grado di garantire i 35 nodi di velocità massima.

Tale prestazione viene raggiunta grazie a una tripla installazione Volvo Penta IPS, soluzione propulsiva che oltre a garantire massima efficienza in navigazione, migliorando prestazioni e consumi, necessità di una sala macchine di dimensioni ridotte, lasciando maggior spazio alla parte abitativa dell’imbarcazione. A beneficiarne sono quindi il sottocoperta, che può contare su ben 13 metri lineari di lunghezza, e il garage, in grado di accogliere non solo un tender di 3,25 metri ma anche un jetski. In questo modo la poppa a garage chiuso resta pulita e perfettamente continua rispetto alla linea della barca, creando, grazie al sistema della piattaforma pivotante, una bellissima terrazza sul mare.

Francesco Guida è invece l’autore degli interni dell’Azimut S7, un architetto capace anch’esso di elevare la personalità di questo motoryacht sportivo, che è anche la sua “opera prima” per il brand di Avigliana. Punto focale del sottocoperta è certamente la cabina armatoriale che sull’S7 è una suite di ben 19 m2 articolata in quattro aree distinte, per altrettante funzioni, separate fra loro da un mix di quinte, specchi e materiali opalini attentamente distribuiti. Nel resto della zona notte Guida ha ricavato altre tre spaziose cabine per gli ospiti che portano la disponibilità complessiva della barca a otto posti letto. Un lower deck così comodo nasce dalla scelta di collocare la cucina a pruavia del ponte principale, in modo da lasciare enfasi anche alla grande zona living dell’Azimut S7 che, grazie al trait d’union della grande porta scorrevole, diviene un ambiente perfettamente collegato all’area esterna del pozzetto. La convivialità dell’area è sottolineata dalla presenza di due distinte aree lounge, delle quali l’interna è arredata dalla presenza di due tavolini da caffè, che possono essere trasformati in un unico grande tavolo per otto persone, e da un mobile con TV da 55’’. Quella esterna, invece, è contrapposta a un ampio mobile con mensola bar.

Degno di nota sull’Azimut S7 è anche lo stile degli interni, dove l’eleganza è sottolineata dall’accostamento di materiali pregiati con lavorazioni capaci di rendere esclusività e carattere deciso. Due le versioni richiedibili per questo motoryacht sportivo, la prima più calda e la seconda con un’impronta vocata all’hi-tech, che declina una serie di cromie sul grigio, utilizzando materiali quali il rovere fiammato nero glossy e il legno tay.

L’S7 adotta un sistema propulsivo basato su una tripla installazione di Volvo IPS 1.050, ciascuno dotato di unità termica da 800 HP. Una configurazione che consente all’imbarcazione di superare i 35 nodi di velocità massima. A livello tecnico, molte sono le soluzioni adottate nell'ambito del programma ACS (Advanced Cruising Solutions) per garantire la miglior “product experience”: l’active trim control per regolare automaticamente l'assetto longitudinale dell'imbarcazione, il joystick driving, sistema integrato di controllo e monitoraggio di bordo e l’auto balance system che trasferisce il carburante da un serbatoio all’altro per regolare l’assetto trasversale al variare delle condizioni di carico.

L’Azimut S7 è stato progettato e realizzato secondo i più elevati standard applicati nel settore, fregiandosi dell’HTS High Technical Standard declaration rilasciata dal cantiere. L’imbarcazione rientra anche nella categoria di certificazione CE A e NMMA per le barche sotto i 24 metri.

 

Azimut S7 - Specifiche tecniche

  • Lunghezza fuori tutto: 21,3 m
  • Larghezza max: 5,3 m
  • Dislocamento (a pieno carico): 45,3 t
  • Motorizzazione/Trasmissione: 3 x Volvo Penta IPS 1050 (3 x 800 HP)
  • Velocità massima: 35 nodi
  • Velocità crociera: 31 nodi
  • Serbatoi carburante: 3800 lt
  • Serbatoi acqua dolce: 1.000 lt
  • Serbatoi acque nere: 350 lt
  • Serbatoi acque grigie: 200 lt
  • Cabine: 4 + 1 equipaggio
  • Posti letto: 8 + 2 equipaggio
  • Servizi: 3 + 1 equipaggio
  • Materiale di costruzione: FRP (carbon + glass)
  • Costruttore: Azimut Yachts
  • Design esterni & concept: Stefano Righini
  • Design interni: Francesco Guida
  • Design carena: Pierluigi Ausonio Naval Architecture
  • Categoria / Certificazione: CE Category A / NMMA
advertising
PREVIOS POST
Giancarlo Pedote è pronto per la sfida del Vendée Globe
NEXT POST
Azimut Yachts protagonista del Salone di Genova con l’anteprima mondiale di Magellano 25 Metri