Home > Associazioni > UCINA > Genova: il Salone Nautico a favore dei bambini

Genova: il Salone Nautico a favore dei bambini

 Stampa articolo
Barche e bimbi
Barche e bimbi

La serata Inaugurale del 55esimo Salone Nautico sarà a favore dell’ Istituto Giannina Gaslini. Con questa iniziativa due eccellenze internazionali della città saranno per la prima volta insieme per supportare la ricerca medica. L’appuntamento è per il primo ottobre alle ore 20 alla Stazione Marittima di Genova per la serata Into The Blue: sarà come salire a bordo di un transatlantico di inizio secolo per emozionante viaggio nel tempo.

ll tema del viaggio e la solidarietà saranno anche al centro della presentazione dell’opera “Ulisse e la nave cavallo” in programma lo stesso giorno alle ore 12, all’interno del Salone Nautico.  

Il Salone Nautico di Genova svela quest’anno un nuovo volto e trasforma la serata inaugurale di  Giovedì 1 ottobre alla Stazione Marittima di Genova in un grande evento charity: Il Salone Nautico Per l’Istituto Gaslini, realizzato grazie ai partner sostenitori Petit Bateau che da 120 anni veste i bambini e Dodo che firmerà la serata con un ricordo per gli ospiti  sostenitori. La serata è organizzata dal Salone Nautico, Ministero dello Sviluppo Economico, ICE Agenzia per il Commercio Estero. 

Parafrasando il claim del 55° Salone Nautico, l’evento coniugherà “La storia del mare” e “il futuro della ricerca” in un grande spettacolo dal titolo Into the Blue: un emozionante percorso di luci, suoni e immagini, interamente dedicato al mare. Entrando nella Stazione Marittima, simbolo di una storica vocazione del popolo italiano alla partenza – dai pellegrini diretti verso la Terrasanta ai migranti dei primi del 900 fino ai grandi Transatlantici della storia della marineria italiana impegnati nei collegamenti di linea con le Americhe - gli ospiti si ritroveranno nella Genova di inizio ‘900 e con un simbolico “welcome on board” saranno imbarcati su una misteriosa nave che li condurrà alla volta di un fantastico viaggio nel tempo e nella fantasia.  La cena sarà così offerta nel grande salone di una nave immaginaria, con grandi oblò video che restituiranno le immagini dei paesaggi e luoghi attraversati: ad ogni portata, cambieranno portando il pubblico negli abissi, in mari esotici, lungo le coste popolate di personaggi mitologici, per ritornare poi a Genova.

Madrina e conduttrice della serata la giornalista televisiva, specializzata in trasmissioni dedicate al mare Tessa Gelisio, tra gli ospiti gli equipaggi presenti al Salone che hanno partecipato alla Volvo Ocean Race, con lo  skipper di Team Vestas Chris Nicholson e la navigatrice di Team SCA Libby Greenhalgh, oltre al CEO della manifestazione Knut Frostad.

Nel corso della serata verranno estratti i premi messi in palio dai partner: Dodo, MSC Crociere, Technogym, Via Garibaldi 12 lifestylestore e interior design, Centro Medico Lazzari. Saranno inoltre consegnati da UCINA Confindustria Nautica i riconoscimenti alle Aziende che con continuità hanno creduto nel Salone Nautico di Genova quale strumento strategico di promozione dell’industria nautica partecipando a 50 edizioni della manifestazione.

L’Istituto Gaslini ha iniziato la sua attività nel 1938, fondato dal senatore Gerolamo Gaslini, per ricordare la figlia Giannina morta giovanissima,  per assicurare all’infanzia la migliore assistenza, assistita dalla ricerca. E’ il più grande ospedale pediatrico del nord Italia, vi lavorano oltre 2000 persone tra medici, infermieri, universitari e ricercatori. Ci sono tutte le specialità pediatriche, numerosi laboratori e cattedre universitarie.

Il tema del viaggio e della solidarietà saranno protagonisti di tutta la giornata di giovedì 1° ottobre. Alle ore 12, infatti, il Salone Nautico ospiterà la presentazione dell’opera “Ulisse e la nave cavallo”, opera creata e realizzata dall’artista Maurizio Nazzaretto all’interno di un progetto di solidarietà curato dalla Fondazione Flying Angels Onlus, tour operator della vita gratuito al mondo che si occupa di donare biglietti aerei di andata e ritorno da e per tutto il mondo (Italia inclusa) per bambini in emergenza sanitaria che hanno urgenza di essere trasferiti in una struttura sanitaria per ricevere le cure adeguate, oppure dona i biglietti per le equipe mediche che si recano sul posto per effettuare l’intervento salvavita.

Metafora dell’essere umano in viaggio, la statua - 7,62 metri di altezza per 26 tonnellate di acciaio e legno, creata grazie alla collaborazione di diverse aziende e istituzioni genovesi e non solo - si propone di diventare un simbolo del “gemellaggio sociale” tra territori del mondo. Il progetto Ulisse prevede, infatti, la creazione di un'Academy Internazionale della Solidarietà, che da Genova voterà e premierà ogni anno il miglior progetto mondiale di charity con "l'Ulisse di Flying Angels". La Fondazione collabora con tutte le organizzazioni umanitarie che si occupano di tutelare il diritto alla salute dei bambini, una Onlus che aiuta la altre Onlus. Ad oggi, ha effettuato 660 interventi salvavita in 56 paesi del mondo.