Home > Regate > Gruppo Nautico Dielleffe > Arte: Timoteo Sceverti, Oltre l'Acqua

Tag in evidenza:

Arte: Timoteo Sceverti, Oltre l'Acqua

 Stampa articolo
L'invito alla conferenza stampa di presentazione della mostra Oltre l'Acqua, di Timoteo Sceverti
L'invito alla conferenza stampa di presentazione della mostra Oltre l'Acqua, di Timoteo Sceverti

Dal 18 giugno al 10 luglio 2016, la Galleria Civica “Gian Battista Bosio” di Desenzano del Garda ospita la mostra personale dell’artista Timoteo Sceverti, evento organizzato e promosso dal Gruppo Nautico Dielleffe con il patrocinio della Città di Desenzano del Garda, della Provincia di Brescia e della Regione Lombardia in collaborazione con le Associazioni Culturali Artes&Co e Verticale d’Arte. A ciò si aggiunge lo scopo benefico, in particolar modo il progetto “Svelare Senza Barriere” del Gruppo Nautico Dielleffe, Associazione Sportiva Dilettantistica con sede nel Porto Maratona di Desenzano del Garda, al quale verrà destinato parte del ricavato della mostra.

advertising

L’esposizione, a cura degli storici dell’arte Marino Capretti ed Elisa Mori, s’incentra in modo particolare sulle ricerche condotte dal pittore marchigiano sull’unione di quattro elementi: il lago, il mare, il vento e la vela. Si tratta di componenti naturali e dell’attività dell’uomo che si fondono in rappresentazioni generando una nuova interpretazione impressionistica.

Nelle opere in mostra, molte delle quali inedite, l’artista gioca principalmente con uno degli elementi costituenti dell’ecosistema: l’acqua. Essa si traduce nei dipinti di Sceverti, siano essi di grande o di piccolo formato, ora attraverso l’infrangersi delle onde marine ora attraverso la quiete degli specchi lacustri. L’acqua è quell’elemento che, in un certo qual modo, separa idealmente, ma anche unisce tutti quei popoli che abitano tanto le località rivierasche, come quelle che lambiscono i confini dei laghi.

All’acqua spesso si accompagna il vento che, soffiando sulla superficie della stessa, la increspa e ne favorisce il riflettersi della luce, in un gioco di cromie cangianti.

La pratica del fare l’arte per Sceverti, che si esprime attraverso la pittura e il più delle volte su tavola, si manifesta dando libero sfogo alla sua vena creativa, trovando la più profonda ispirazione nella Natura e nelle sue multiformi declinazioni.

Fiori, cieli, animali ma soprattutto acqua, quella del mare della Riviera delle Palme, del Mediterraneo o del Mar dei Caraibi, cui si aggiunge nella produzione più recente quella dei paesaggi lacustri, che con le sue distese pervade ogni angolo delle superfici dipinte da Timoteo, trasmettendo all’occhio dello spettatore quelle sensazioni che hanno impressionato l’artista.

Abbandonata progressivamente la figurazione, il pittore privilegia un linguaggio semplice, in bilico tra l’astrazione e l’informale, nel quale spesse e dense colate di colore si impadroniscono del supporto sovrapponendosi in un trionfo di cromie trasparenti e iridescenti.

 

Si svela, inoltre, nella località di Desenzano del Garda, quell’intimo dialogo che intercorre tra il pittore e la Natura, tra l’arte e il design, un matrimonio idilliaco tra il pittore Timoteo Sceverti ed il gusto raffinato lombardo da cui nasce l’incontro con Costarreda ed il suo showroom, che ospiterà l’artista nel mese di giugno.

Al trasognante progetto partecipa anche lo stilista Matteo Caviglioni che fonde la poesia dei quadri di Sceverti con l’eleganza dei suoi abiti, il tutto racchiuso in un’eterea visione.

Il Lago e il Mare, dunque, protagonisti assoluti della pittura di Sceverti, punti di congiunzione e di comunicazione tra i popoli, masse d’acqua, accarezzate dalle brezze, che uniscono e separano. Luoghi tangibili di una Natura Madre.

Le ultime notizie di oggi