Home > Cantieri > Palumbo Group > Palumbo Superyachts svela alcuni dettagli della nuova sede a Tenerife

Tag in evidenza:

Palumbo Superyachts svela alcuni dettagli della nuova sede a Tenerife

 Stampa articolo
Palumbo Superyachts svela la nuova sede a Tenerife
Palumbo Superyachts svela la nuova sede a Tenerife

Palumbo Group S.p.A. ha recentemente annunciato l’acquisizione del suo quinto cantiere con base a  Tenerife (Santa Cruz, Isole Canarie, Spagna). Questa rappresenta un’importante mossa per rinforzare la presenza di Palumbo Superyachts al di fuori dal bacino del Mediterraneo. Una nuova sede che va ad affiancare e rinforzare la rete di infrastrutture – Palumbo Superyachts – nel cuore del Mar Mediterraneo tra Napoli, Messina, Malta, Marsiglia. Le prime tre focalizzate sulla riparazione, costruzione, modifica, riconversione e manutenzione di tutti i tipi di navi e linee di crociera oltre che di Columbus Yachts mentre Malta e Marsiglia sono altamente specializzate nel comparto super e mega yacht. A questi si aggiunge l’importante organizzazione commerciale di Palumbo Superyachts – formata da Giuseppe Palumbo, Francesco de Vuono e Michela De Curtis – che vede il suo headquarter nel Principato di Monaco.

advertising

 

LE ISOLE CANARIE

Le Isole Canarie sono un grande arcipelago di sette isole situate nell'Oceano Atlantico al largo dell'Africa nord-occidentale, una piattaforma aperta a tre continenti. L'economia è cresciuta rapidamente negli ultimi decenni. Le isole ricevono circa 14 milioni di turisti l'anno, che muovono a loro volta l'attività immobiliare e vari settori di servizi. Le due isole economicamente maggiori, Tenerife e Gran Canaria posseggono grandi centri pubblici che stimolano e diversificano l'economia, come le due Università principali, l'amministrazione e i porti. Le Canarie sono al di fuori del territorio doganale dell'Unione europea, anche se politicamente sono all'interno dell'UE.

 

REGIME FISCALE RIDOTTO 

La ZEC, Zona Especial Canaria è una zona con bassa pressione fiscale, attualmente una tra le più basse d'Europa, nata con lo scopo di promuovere lo sviluppo sociale ed economico dell'arcipelago Canario e diversificare la sua struttura produttiva. È da considerare il fatto che questa specifica situazione non rientra nelle aree "offshore" e "black list" in quanto viene riconosciuta e autorizzata dall'Unione Europea stessa

 

ZONA FRANCA 

L’Arcipelago delle Isole Canarie è parte integrante del territorio doganale Comunitario dal 1/7/1991. Dal 2001, si è applicato il AAC alle importazioni di terzi paesi. Questo comporta la possibilità di introdurre interessanti vantaggi economici per lo sviluppo di attività imprenditoriali insediate in queste aree. La Zona Franca è una zona doganale all’interno della quale si possono svolgere una serie di attività come la lavorazione e trasformazione di prodotti, semilavorati e materie prime, immagazzinamento, packaging e distribuzione di merci, senza applicazione di oneri o di imposte indirette. Lo scopo della creazione di una Zona Franca è quello di potenziare le attività del commercio Internazionale.
Le imprese installate nella Zona Franca Canaria potranno godere del vantaggio consistente del fatto che le operazioni di “perfezionamento attivo”(generazione di valore aggiunto) non possono essere limitate da condizioni economiche perché non esistono requisiti finalizzati al rispetto della concorrenza di altre imprese della Comunità Europea.
Nelle Zone Franche Canarie queste operazioni non sono soggette al versamento di IVA; questa sarà versata solo se si esporterà la merce nell’UE, ma non dovrà essere pagata in caso di esportazioni verso Paesi Extra-UE.

 

KEY FACTS

Facendo riferimento alla mappa del porto, si possono notare quattro frecce che indicano le zone di Palumbo Superyachts Tenerife presso il Porto di Santa Cruz: Area DL5 – Area L2 – Ufficio – Capannone. Un'ulteriore facility che Palumbo Superyachts ha ora in Tenerife è una zona in rada tra le più sicure del mondo per ancorare e sostare al riparo da correnti e venti periodici tipici dell'arcipelago (port anchoring zone).
Il porto si divide in due aree:
1-a sud “Darsena de Los Llanos” – che comprende aree per riparazione, scarico merce, porto turistico, Zona Franca
2-a nord “Darsena de Anaga” – le banchine vengono usate prevalentemente per le navi da crociera, ma anche da imbarcazioni destinate alla riparazione, questo in caso di necessità o per mezzo di normale richiesta presso l’Autorità Portuale che autorizza compatibilmente alla disponibilità del traffico.
La parte interna del porto destinata agli uffici prende il nome di Muelle de Ribera.

 

LE AREE PALUMBO SY TENERIFE

Area DL5 - Area complessiva: 6.300 mq - Lunghezza banchina: 490 mt - Pescaggio: 12 mt
Area L2 - Area complessiva: 4000 mq - Lunghezza banchina: 70 mt - Pescaggio: 8 mt
Ufficio - L’ufficio è suddiviso in 2 livelli per un totale di 200mq. L’ufficio si colloca nel Muelle Ribera Nord, di fronte alla sede dell’Autorità Portuale.
Capannone - ha una superficie di 603 mq, ha due ingressi, uno sulla via di servizio del porto (lato monte) mentre il secondo lato mare.
 
Le distanze dalle aree Palumbo Tenerife:
- Capannone 200MT - DL5. 2.50 km - L2. 2.0 km
- Aeroporto Tenerife Norte 10 minuti - Aeroporto Tenerife Sur 40 Minuti 

 

CRANES TELESCOPICI DISPONIBILI

Si contano in questa fase di start-up ben 4 cranes che coprono vari tonnellaggi (20, 50, 100, 300).

Daniela Spinelli – Marketing&Communication Manager Palumbo Group S.p.A. commenta: “I nostri obiettivi a medio e lungo termine sono quelli di presidiare le Canarie sfruttando le sinergie e risorse di Palumbo Group nel settore della riparazione navale come nuova e innovativa piattaforma logistica tri-continentale – capaci di offrire una gamma completa di servizi e di reagire commercialmente e tecnicamente alle tendenze del mercato. Tutto questo prestando speciale attenzione alla qualità, sicurezza, nel rispetto assoluto dei tempi di consegna e degli impegni assunti”.
 
Le porte delle Canarie sono collegate con più di 500 porti in tutto il mondo - attraverso più di 30 linee di navigazione. Hanno grandi e moderne banchine e capacità di stoccaggio con ottime infrastrutture portuali. Pertanto, obiettivo per un cantiere come Palumbo Tenerife Superyacht, altamente qualificato e specializzato nelle riparazioni navali, sarà quello di soddisfare le esigenze delle aziende internazionali che operano attraverso i porti delle Canarie.
  
Lucia de Suñer Machado - Managing Director Palumbo Superyacht Tenerife aggiunge che: “la posizione geografica e privilegiata delle isole Canarie la converte in una magnifica piattaforma, logistica e commerciale per offrire servizi tecnologici e di business, integrati nelle principali rotte commerciali internazionali. Le Canarie sono un passaggio obbligato tra l'Europa, l'America, l'Africa, e negli ultimi decenni, l'Asia ", diventando una stazione di rifornimento strategica e di riparazione navale nel Medio Atlantico".
  
I charter alle Canarie non sono frequenti, le isole hanno fatto promozione per le crociere e non per i mega yacht. Gli obiettivi del cantiere sono generalmente più orientati al ramo shipping e crocieristico. Palumbo Group ha oltre 40 anni di esperienza nello sviluppo di attività nel settore marittimo, con una crescita sostenibile e internazionale. Tenerife è sinonimo di storia centenaria marittima, che si trova nell’Atlantico Medio, e quindi, è crocevia di culture e civiltà che si sono sviluppate grazie alla navigazione.

Le ultime notizie di oggi