202m (663’) Centerfold

Centerfold, il superyacht che vuole cambiare il mondo dello yachting

Superyacht

21/12/2021 - 15:19
mangusta
mangusta

Nuvolari Lenard ha collaborato con l’affermato fotografo e narratore Jarmo Pohjaniemi con l’obiettivo di cambiare la prospettiva con la quale il mondo vede i superyacht.

Dopo aver disegnato superyacht iconici, tra cui Nord, Enzo, Black Pearl, Alfa Nero, Seven Seas, VibrantCuriosity e Quattroelle, il talento creativo di Nuvolari Lenard sfida ancora una volta lo status quo con il suoultimo progetto: il 202m (663’) Centerfold.

Con un approccio pionieristico al modo in cui lo yacht viene visualizzato e presentato, Nuvolari Lenardesplora un nuovo concetto di bellezza per ispirare tutti coloro che interagiranno con Centerfold.

Una prospettiva visionaria

Per la prima volta nel mondo dello yachting, nella creazione di Centerfold Nuvolari Lenard ha collaborato con l’affermato fotografo e narratore JarmoPohjaniemicon l’obiettivo dicambiare la prospettiva con la quale il mondo vede i superyacht. Modificando il processo di progettazione originale e quindi introducendo nuove visioni e tecniche al suo immaginario, Pohjaniemi e Nuvolari Lenard hanno migliorato il modo in cui questo avveniristicoprogetto è stato presentato, sviluppando un livello artistico completamente nuovo per lo yachting. Il risultato è un design più bello, evocativo e accattivante di quanto si sia mai visto suun superyacht.

“In architettura, car design o scultura, un oggetto nasce prima nella mente del suo creatore, che ritrae ciò che si sta visualizzando. E, se non è abbastanza fortunato da poterlo vedererealizzato, i sistemi migliori per raffigurarlo sono la fotografia e la videografia. In questo caso, l’oggetto viene presentato attraverso gli occhi del fotografo, con il suo controllo della luce, degli angoli di ripresa, dell’ambientazione e così via. Il lavoro del fotografo è un’estensione, un’amplificazione, del processo creativo originale”, spiega Dan Lenard.

“Per la nostra collaborazione con Jarmo su Centerfold, abbiamo invertito il processo creativo. Piuttosto che aspettare che catturasse con il suo obiettivo lo yacht reale, lo abbiamo invitato a lavorare con noi fin dalle prime fasi del progetto, per evidenziare la bellezza dello yacht dal suo punto di vista di fotografo di fama mondiale. Abbiamo creato un primo yacht design che fosse bello per noi, per la nostra visione, e poi Jarmo lo ha rivisto attraverso il suo occhio professionale e la sua creatività”.

“L’input era quello di concentrarsi meno sull’estetica dello yacht e più su come trattare al meglio le superfici per ottenere la luce migliore: riflessi, contrasti e specchiatura. Per creare lo sfondo perfetto, anche l’ambiente circostante è stato preso dalle immagini di paesaggi di Jarmo. Il processo è simile a quello con il quale un fotografo realizzail servizio fotografico di una top model: l’immagine finale rappresenta la sua visione creativa per esaltare la bellezza del soggetto, che si tratti di un essere umano o di uno yacht”.

202m (663’) Centerfold
202m (663’) Centerfold

“È qualcosa che non si è mai visto prima nel mondo dei superyacht. Non stiamo creando un progetto solo per poter poi costruire uno yacht: stiamo concentrando la massima creatività nel design stesso. I confini tra yacht design e arte sono sfumati per la massima soddisfazione di chiunque ammiri quelle immagini, non solo per il futuro armatore. Si potrebbe dire che attraverso questo processo stiamo ‘democratizzando’ il godimento dei superyacht”.

Sebbene la sua fama internazionale derivi soprattutto dai lavori negli ambiti dellamoda e della pubblicità, Pohjaniemi è sempre stato attratto dal fascino dell’oceano e degli yacht e spiega così il suo entusiasmo per il progetto:

“Quando guardo l’oceano sento una forza che mi attira verso l’orizzonte, ho sempre sentito che c’era dell’altro oltre la costa e stava chiamando il mio nome. Questa ‘oceanic fantasy’ è diventata realtà quando Dan Lenard mi ha invitato a collaborare allo sviluppo di Centerfold , il suo ultimo progetto. Mi ha chiesto di realizzare immagini uniche che sapessero valorizzarlo. Il nostro lavoro ha creato la perfetta ed equilibrata armonia tra yacht e oceano, esaltando entrambi allo stesso tempo. Un progetto da sogno per visionari, dove ero in grado di esplorare le luci, i contorni e le ombre nel mio processo creativo”.

“Centerfold è un fantastico playground e, secondo me, uno dei superyacht più belli mai progettati, che sarà considerato il momento di svolta di questo secolo. Sono onorato di aver potuto catturare la sua essenza nell’unico ambienteche è giusto definire il suo luogo di nascita”.

Centerfold sarà costruito in acciaio ad alta resistenza e alluminio con un’impressionante stazza di 16.800 GT e utilizzerà la tecnologia più evoluta per garantire basse emissioni, nel rispetto dell’ambiente, ma anche ottime doti velocistiche quando sarà necessario.

202m (663’) Centerfold
202m (663’) Centerfold

Tante soluzioni per la sostenibilità

Oltre alle straordinarie caratteristiche e alle notevoli proporzioni che lo renderanno uno degli yacht più grandi mai costruiti, Centerfold è stato progettato per navigare con una vasta scelta di opzioni propulsive.

Gli armatori saranno in grado di modificare l’operatività dello yacht per adattarla all’ambiente e alle esigenze del momento. La modalità a emissioni zero, completamente elettrica, è pensata per le crociere in acque con rigide normative sulle emissioni e per la massima sensibilità ambientale. In alternativa, la modalità di propulsione convenzionale garantisce velocità di oltre 35 nodi grazie ai potenti motori da 100,000 CV. Ma, naturalmente, saranno disponibili ulteriori soluzioni intermedie per adattarele prestazioni di Centerfold alle diverse situazioni.

202m (663’) Centerfold
202m (663’) Centerfold

PREVIOS POST
Grande festa al CV Portocivitanova per le vittorie dei soci
NEXT POST
Conclusa la stagione agonistica giovanile del CV Marciana Marina