Pressmare entra a far parte della giuria del Best of Boats Award

Editoriale

28/02/2022 - 09:30
advertising

Pressmare entra a far parte della prestigiosa schiera di testate nautiche internazionali che compongono la giuria del Best of Boats Award, premio amichevolmente chiamato Bob. Giacomo Giulietti, ottimo giornalista e marinaio che da oltre 25 anni di professione prova barche in tutti i mari del mondo, sarà il nostro tester ufficiale nonché il giurato che rappresenterà PressMare al premio.

Best of Boats Award, giunto ormai al suo ottavo anno di vita, nasce da un’idea del giornalista tedesco Stefan Gerhard, che ha riunito attorno a questa iniziativa un gruppo di 17 colleghi specializzati di altrettanti paesi europei e di altrettante redazioni, accomunati dalla loro grande esperienza di collaudatori di barche e il loro particolare interesse per le esigenze pratiche dei diportisti.

Tutte le sei categorie che concorrono ai rispettivi premi, sono definite e messe a confronto non in base alla lunghezza, ma rispetto all'utilizzo reale che se ne fa, al quale corrispondono a tipologie . Più in dettaglio i modelli provati vengono raggruppamenti sono realizzati secondo queste discriminazioni: Best for beginners, la miglior prima barca; Best for travel, per chi pensa alla crociera; Best for family, per chi vuole spazio per tutti; Best for fishing, dedicato alle macchine da pesca; Best for fun, daycruiser e dintorni; e Best for future, barche particolarmente innovative.

Il riconoscimento è assegnato ogni anno alle imbarcazioni a motore che durante i test si sono contraddistinte per qualità, finiture, doti di navigazione e altri particolari capaci di fare la differenza. Requisito fondamentale è che il varo dei modelli in lizza sia avvenuto nei 12 mesi che vanno da ottobre a settembre, scansione temporale operata per sfruttare i saloni autunnali come ultima possibilità annuale offerta ai cantieri per sottoporre le loro barche al giudizio.

Per concorrere, un'imbarcazione deve essere testata in acqua da almeno cinque giudici diversi, di altrettante testate nautiche specializzate europee, al fine di garantire la pluralità di giudizio. Il vaglio dei test è fondamentale per entrare in lizza per l’Award. Durante la scorsa edizione, nonostante le numerose difficoltà dovute alla situazione pandemica, per stabilire i vincitori di ogni categoria ci si è basati su oltre 250 prove effettuate dai diversi giornalisti.

Nato rivolgendosi a barche e lettori nordeuropei, grazie all’autorevolezza dei tester e all’efficacia del format, il Bob è diventato via via sempre più internazionale, includendo nella schiera delle barche in lizza per la vittoria finale anche modelli tipicamente mediterranei, compresi quelli Made in Italy come Invictus, Pardo Yachts, Absolute e Tecnorib Pirelli.

È proprio la natura cosmopolita ed estremamente ampia della giuria del Bob, a dare un particolare valore al premio. Si bada al prodotto, alla sua qualità e nulla può interferire sul suo giudizio finale. Questo è ciò che ci è piaciuto di più di questo Award e che ci ha convinti a entrare a farne parte.

Col contributo nostro e di Giacomo Giulietti, cercheremo di far crescere ulteriormente il Best of Boats Award, portando se possibile più cantieri italiani a parteciparvi e a confrontarsi con altri costruttori di tutto il mondo, dando ai lettori milioni di lettori che mensilmente vengono raggiunti dalle testate del pool, una visione davvero attendibile e globale del mercato della nautica, premiando solo i migliori.

advertising
PREVIOS POST
Il meteo condiziona l'Invernale d'Altura a Palermo
NEXT POST
Coppa Carnevale classe Windsurfer sul Lago di Massaciuccoli