Home > Comunicazione > Press Mare > E' di Superfici S.c.r.l. la plancia stampata 3D dell'Amer 94'

E' di Superfici S.c.r.l. la plancia stampata 3D dell'Amer 94'

 Stampa articolo
E' di Superfici S.C.R.L., in collaborazione con Amer Yachts, la prima plancia stampata in 3D e montata su uno yacht di 24 metri
Superfici stampa la prima plancia 3D e la monta su Amer 94'

I passi in avanti si fanno col coraggio di sperimentare, lasciandosi alle spalle il timore e puntando con tenacia al successo e all’unicità.

E’ con questi principi che Superfici S.C.R.L, società nata a La Spezia dai tre soci Paolo Nazzaro, Davide Telleschi e Guido Zannoni, propone e incentiva l’ innovazione nel mondo nautico. A cogliere la palla al balzo è stato il cantiere Amer Yachts, che mettendo a disposizione le competenze dell’Ingegner Andrea Ramasco ha voluto realizzare a bordo del suo Amer 94’ la prima plancia di comando stampata in 3D e montata su uno yacht di 24 metri.

La plancia è stata interamente progettata e stampata presso la sede di Superfici di La Spezia; realizzata tramite tecnologia FDM (modellazione e deposizione fusa) in materiale plastico che riduce il peso complessivo dell’oggetto, è di facile smaltimento e permette di installare tutte le componenti tecniche della plancia (schermi, timoneria, bussola…) senza effettuare lavorazioni successive come avverrebbe, invece, utilizzando la vetroresina.

E' di Superfici S.C.R.L., in collaborazione con Amer Yachts, la prima plancia stampata in 3D e montata su uno yacht di 24 metri
La plancia 3D prodotta e stampata da Superfici per Amer yachts

Il modo in cui è stata pensata offre inoltre la libertà di aggiornare gli strumenti nel tempo ristampando solamente le porzioni utili, è completamente riciclabile e con un peso di circa 15 chili abbassa sensibilmente gli ingombri a cui siamo abituati.

Per queste caratteristiche il manufatto è balzato nella Shortlist degli award del Mets Trade, la fiera internazionale di Amsterdam dedicata alla componentistica, nella categoria ‘’Innovation in a production process”.

Si tratta di novità importanti che lasciano immaginare quali possano essere i prossimi sviluppi della nautica: la curiosità e la sperimentazione saranno la chiave di una ‘’nautica che non c’era’’.

 

Linda Inga

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare