Home > Comunicazione > Press Mare > Vittorio e Nico Malingri hanno espugnato Cartagine!

Tag in evidenza:

Vittorio e Nico Malingri hanno espugnato Cartagine!

 Stampa articolo
Festa all'arrivo nella notte per Vittorio e Nico Malingri I nuovi detentori del record Marsiglia-Cartagine. Foto di Andrea Falcon
Festa all'arrivo nella notte per Vittorio e Nico Malingri I nuovi detentori del record Marsiglia-Cartagine. Foto di Andrea Falcon

Vittorio e Nico Malingri hanno espugnato Cartagine!

advertising

 

Dopo 480 miglia a perdifiato, Vittorio e Nico Malingri hanno stabilito ilnuovo record sulla rotta che taglia in due il Mediterraneo, la Marsiglia-Cartagine

 

Il “Vecchio” e il “Nano” ce l’hanno fatta! Vittorio e Nico Malingri hanno spaccato in due il Mediterraneo percorrendo la rotta che da Marsiglia porta a Cartagine navigando le 480 miglia che separano le due città in 42 ore e 54 minuti a oltre 12 nodi di media. La cosa che rende straordinario il record appena stabilito da padre e figlio, è che dà alla performance i toni dell’eccezionalità, sta nel fatto che è stata realizzata a bordo di un piccolo catamarano di appena 20 piedi, sei metri, un F20 nato dalla matita di SitoAviles Ramos su specifiche tracciate da Vittorio Malingri.

“Feel good” ovvero un cat tipo quelli che siamo abituati a vedere in spiaggia, colorati, divertenti senza una cellula abitativa, un riparo, uno straccio di parabrezza o altro. 42 ore e 54 minuti a tutta, praticamente senza dormire, senza un attimo di tregua in un mare che sin dall’inizio ha fatto capire che il record, se ci fosse stato, sarebbe venuto con sofferenza. Trenta nodi di maestrale e ondona formata subito al via, nel Golfo del Leone, sballottati nel toboga su quei 20 piedi di puro carbonio, abbarbicati sulle sue terrazze per gestire timone e vele, per la maggior parte fiocco e randa con due o tre mani di terzaroli, ma sempre a tutta, giù sempre più giù, recuperando inesorabilmente miglia rispetto al precedente record ogni volta che veniva fatto il rilevamento. Un record conquistato grazie alla bravura di due marinai veri, che oltre a saper portare la barca sono stati bravissimi tatticamente, capaci di trovare la finestra meteo perfetta per avere una spinta costante, favorevole per tutta la rotta, cavalcata con andature portanti e gestita con strambate difficili a causa del mare formato e del vento forte, ma sempre ben orchestrate.

Nell’attesa di poter ricevere qualche dettaglio e qualche immagine in più, ci uniamo al coro dei tanti che hanno lasciato commenti sulla pagina facebook dedicata all’impresa. Bravi Vittorio e Nico, bravissimi, eccezionali, grazie per averci regalato questa impresa.

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare