Home > Comunicazione > Press Mare > Superyachts: Abeking & Rasmussen annuncia il varo di "Cloudbreak"

Superyachts: Abeking & Rasmussen annuncia il varo di "Cloudbreak"

 Stampa articolo
Abeking Rasmussen Cloudbreak
Abeking Rasmussen Cloudbreak

Dal cantiere tedesco Abeking & Rasmussen abbiamo ricevuto una nota stampa nella quale si annuncia il prossimo varo del 72,5 m “Cloudbreak”.

Questo nuovo superyacht dal nome del famoso spot delle isole Fiji dedicato ai surfisti, giunto al termine di lavori di allestimento è ora pronto a prendere il mare per eseguire il programma di test pre-consegna che si prolungherà fino al mese di maggio. Un progetto totalmente custom, il cui sviluppo ha richiesto più di quattro anni di lavoro di tanti professionisti coinvolti, tra i quali troviamo Espen Oeino come progettista per gli esterni, lo studio di interni parigino Christian Liaigre che hanno adottato arredi accuratamente selezionati da PH.D Architectural Bureau.

Con una stazza lorda superiore alle 2.200 tons. questo nuovo maxi è chiaramente uno dei più importanti Global Explorer del suo genere.

SuperYachtsMonaco ha curato le fasi iniziali di contatto tra l’armatore e il cantiere e ha seguito l’intero processo di costruzione per conto del committente, lavoro eseguito dall’inizio alla fine e ora giunto a termine.

Il cantiere rende noto che “Cloudbreak” sarà disponibile per il charter.

Al momento non abbiamo i dettagli tecnici della nave se non la sua lunghezza fuori di tutto che è appunto di 72,5 m,  sappiamo che si tratta di uno scafo in acciaio con sovrastruttura in alluminio e che è la costruzioine n. 6499 del cantiere.

Abeking & Rasmussen come altri cantieri specializzati nella produzione di grandi navi da diporto, ha una lunga tradizione nella produzione di mezzi militari e civili dedicati tanto al soccorso quanto alla ricerca scientifica o al trasporto di persone e materiali. Nello specifico A&R è specializzato anche nella produzione di navi speciali destinate ai servizi idrografici, ai trasferimenti veloci di personale in luoghi remoti del pianeta e altri servizi come cacciamine, pattugliatori veloci e navi da guerra.

Aggiorneremo i nostri lettori sull’evoluzione di “Cloudbreak”, nave realizzata totalmente sulle indicazioni del suo armatore, pensata e costruita per poter effettuare servizi di charter, dunque, rispondendo alle normative internazionali sulla sicurezza per poter ottenere le certificazioni idonee a tali attività.

Per chi volesse approfondire la conoscenza di questo cantiere dedicato al custom puro consigliamo di visitare il sito web http://abeking.com/.