Home > Comunicazione > Press Mare > Dubai Boat Show 2015 al via

Dubai Boat Show 2015 al via

 Stampa articolo
Dubai Boat Show
Dubai Boat Show

Apre oggi a Dubai il salone nautico degli Emirati Arabi Uniti dedicato interamente al diporto e agli sport acquatici. La fiera, che come ogni anno prende vita al Dubai International Marine Club Mina Seyahi, rimarrà aperto fino al giorno 7 marzo e come di consueto ospita numerose aziende dell'industria italiana, dalle big come Fincantieri ai piccoli cantieri e alle aziende che producono accessori e componenti per la nautica.

Per chi ha modo di raggiungere la città degli Emirati è sicuramente un'occasione per apprezzare le novità introdotte nell'industria nautica dalle aziende internazionali, ma anche per vivere momenti di relax in un clima favorevole e in un contesto nel quale numerosi eventi collaterali prendono ogni anno vita negli spazi espositivi.

Ben 850 aziende specializzate nel settore nautico espongono i loro prodotti a Dubai per il boat show di questo 2015, che lo scorso anno ha ospitato 26.000 visitatori internazionali.

Giunto alla sua 23esima edizione, tra alti e bassi il salone di Dubai ha sempre fatto registrare l'interesse di aziende internazionali che intravedono nel mercato del Sud Est Asiatico un potenziale sbocco commerciale, legato alle molteplici attività turistiche che nell'area stanno continuando a crescere con nuove strutture alberghiere e portuali e tante nuove occasioni di intrattenimento.

Nonostante ci siano anche altri eventi simili nell'area del Golfo Persico, quello di Dubai continua a essere il più seguitio e quello che maggiormente è in grado di attirare aziende e visitatori.

L'Italia è come di consueto rappresentata in forze sia nel settore cantieristico sia in quello della fornitura e subfornitura, dunque aziende specializzate nella produzione di accessori per le barche o per gli sport acquatici in genere.

Dubai rappresenta anche il momento ideale per prendere visione dei prodotti nautici realizzati nell'area del Golfo, i quali con il tempo stanno migliorando o meglio, avvicinandosi al gusto europeo, anche se, a nostro avviso, sono ancora molto distanti dal poter essere qualitativamente e anche esteticamente paragonabili ai prodotti europei e in particolare italiani.