Home > Circoli nautici > Club Nautico Versilia > Il 2020 del Club Nautico Versilia: bilancio di un anno complicato

Il 2020 del Club Nautico Versilia: bilancio di un anno complicato

 Stampa articolo
Il 2020 del Club Nautico Versilia: bilancio del complicato anno
Il 2020 del Club Nautico Versilia: bilancio del complicato anno

Viareggio. Il 2020 è stato sicuramente un anno che non dimenticheremo facilmente: mesi difficili, complicati, con esperienze ed eventi che ci hanno segnato e che non hanno ancora finito di metterci a dura prova… la Vela, però, anche in un periodo così duro, si è confermata uno sport bellissimo, formativo e sicuro non solo perché non è uno sport di contatto e si svolge all’aria aperta, ma anche perché contribuisce a preservare l'apparato respiratorio, favorendo la risposta immunitaria dell’organismo. 

advertising

Mai come in questo 2020, la Vela, oltre ad insegnare la cultura nautica e corretti modelli di vita sportiva, ha contribuito a sviluppare il senso di responsabilità, la solidarietà, la pazienza, il buon umore e il rispetto verso l’ambiente e la natura: tutti elementi che, soprattutto in un periodo come quello che stiamo ancora vivendo, aiutano a ritrovare la fiducia in sé stessi e l'equilibrio necessario alla condivisione degli spazi. 

Il Club Nautico Versilia, inoltre, grazie alle sanificazioni, ai dispositivi di distanziamento, alle aree dedicate alle Scuole Vela FIV, e al pieno rispetto del Protocollo FIV secondo le linee guida dei Ministeri della Salute e dello Sport, del CONI e dei Medici Sportivi, è stato fra i luoghi più sicuri e organizzati, sia  a terra che in acqua. In attesa di ufficializzare il programma agonistico per il 2021 e sperando di poter ritornare presto a regatare e a rivederci regolarmente, il sodalizio viareggino presieduto da Roberto Brunetti ha ulteriormente abbellito la propria sede e, oltre all’accurata e costante sanificazione di tutti i locali, ha continuato a dedicare grande attenzione ai servizi offerti, per essere sempre più il punto di riferimento dei propri Soci e di tutti gli Amici. 
Determinato ad avere un futuro sempre più prestigioso, il CNV si appresta a chiudere un’altra stagione, ripercorrendo le tappe principali di quest’anno…

Il 2020 era iniziato con la consegna al reparto Grandi Ustionati del Cisanello di Pisa dello scanner per l’analisi batterica delle ustioni, donato grazie al ricavato della raccolta fondi partita dal Club Nautico Versilia in occasione della premiazione del XXIV Trofeo Ammiraglio G. Francese e conclusa con quella della 34° Regatalonga, la veleggiata organizzata nel mese di giugno 2019 “per non dimenticare le vittime del 29 giugno”. La cerimonia di consegna del macchinario Moleculight (uno scanner per l’analisi batterica delle ustioni) si era svolta il 15 gennaio presso la Biblioteca di Ortopedia dell’Edificio 3 Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Cisanello alla presenza del primario Antonio Di Lonardo, del vice presidente del Club Nautico Versilia Ammiraglio Marco Brusco, del presidente della LNI Viareggio Marco Serpi, dei presidenti del Rotaract Club Viareggio Versilia per A.R. 2018/19 e A.R. 2019/2020 Luca Del Soldato e Bruno Rodà, dei soci del Rotaract Arianna Baldini, Alba Camarda, Lucrezia Eleonora dell’Aquila ed Angelo Rodà, del Rappresentante Distrettuale 2071 Rotaract Daniele Ciampalini e del "Mondo che Vorrei" Daniela Rombi e Claudio Menichetti, e di alcuni sponsor (Raffaella Maria Rosa e Catia Pardini). Il service era stato realizzato per il 10° anniversario della strage di Viareggio. L'evento, nato da un'idea di Arianna Baldini, era stato organizzato dal Rotaract Club Viareggio Versilia, dal Club Nautico Versilia e dalla LNI Viareggio con la collaborazione di Avif e del Mondo che vorrei. 

Pochi giorni dopo, presso le sale del Club Nautico Versilia, il Comitato della II Zona Fiv, con l'intento di fornire una migliore informazione e formazione dei collaboratori dei Circoli che avrebbero dovuto iniziare ad utilizzarla, ha organizzato un primo corso di formazione per la piattaforma operativa introdotta dalle Normative FIV per la gestione delle operatività delle regate. A partire da quest’anno, infatti, le manifestazioni veliche organizzate dai Circoli affiliati FIV sono gestite anche con l’applicazione My Federvela. Presenti, come relatori, i responsabili incaricati dalla Federazione Italiana Vela per l’implementazione dell’applicazione. “L’incontro, aperto ai tesserati, ai tecnici, ai dirigenti degli Affiliati è particolarmente raccomandato a chi si occupa delle segretarie regata e UDR.- avevano spiegato Andrea Leonardi, Presidente della II Zona Fiv Comitato Interregionale Toscana - Umbria - La Spezia e il Consigliere Segretario II Zona Fiv Dario Caroti -Riteniamo comunque che la partecipazione a tale iniziativa, oltre ad essere di primario interesse, sia, consigliata a tutti."

Sui campi di regata di tutta la Penisola, intanto, proseguivano i successi e gli allenamenti della Squadra Agonistica della Scuola Vela Valentin Mankin, nata nel 2016 dalla sinergia fra Club Nautico Versilia, Circolo Velico Torre del Lago Puccini e SV Viareggina, con la volontà di creare un ricambio generazionale nello sport della Vela, di essere un volano per il turismo versiliese e di insegnare ai giovani non solo ad andare in barca ma anche amare e rispettare il mare, il lago e il territorio. I giovani velisti, con il loro costante impegno riempiono di orgoglio il Club Nautico Versilia e le loro affermazioni continuano a premiare il lavoro e l’impegno svolto in questi quattro anni.

Lontani anche solo dall’immaginare cosa sarebbe accaduto a breve, la macchina organizzatrice del CNV era già al lavoro per una nuova edizione, la 46°, della Coppa Carnevale Trofeo Città di Viareggio che, come da tradizione, avrebbe dovuto aprire ufficialmente la stagione agonistica della vela d’Altura del Club Nautico Versilia. “Il 14 e 15 marzo avrebbe dovuto essere un week end di grande vela per le imbarcazioni d’Altura, protagoniste dell’appuntamento organizzato, in accordo con Fiv e Uvai, dal nostro sodalizio e dalla LNI sez. di Viareggio, con il prezioso supporto della Capitaneria di Porto di Viareggio- ha ricordato il Direttore Sportivo del CNV Danilo Morelli -Quest’anno, inoltre, la Coppa Carnevale Trofeo Città di Viareggio, oltre essere abbinata alla terza edizione del concorso fotografico fra i regatanti “Vela & Foto in Versilia” organizzato insieme al Firenze Festival, era stata classificata Regata Nazionale valida quale prova di qualificazione al Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura.”

L’ultimo sabato di febbraio, presso le sale del CNV, un pubblico numeroso e coinvolto, aveva rivissuto attraverso il racconto e le immagini di Romolo Becchetti, le tappe principali di quella che non è stata solamente una meravigliosa avventura ma anche un'importante spedizione scientifica che ha contribuito a fornire preziosi dati all’Enea: il Passaggio a Nord Est con il Cutter Best Explorer, prima barca a vela italiana e terza nella storia della navigazione ad averlo realizzato. Santacrocese ma viareggino d'adozione, settantenne, imprenditore, velista, un passato da pilota di prototipi e sport, vincitore anche di una 1000km di Monza e un presente da esperto nuotatore (campione italiano UISP e buoni piazzamenti sia agli europei che ai mondiali), collezionista di auto d’epoca (numerose le sue partecipazioni alla Millemiglia), da sempre amico del sodalizio viareggino, Becchetti ha fatto parte quest'anno dell’equipaggio del Comandante Nanni Acquarone che, a bordo del Cutter Best Explorer (scafo in ferro con rinforzo in acciaio a prua, lunghezza 15,17 metri, dislocamento 25 t, costruttori Giorgetti e Magrini, anno 1984, pescaggio min/max con deriva 1,40/2,90, motore Solè 95HP a 2500 rpm, serbatoio gasolio1800 lt, serbatoio acqua 1600 lt), ha compiuto la traversata del "Passaggio a Nord Est” su una rotta che sta diventando una grande opportunità per le navi mercantili in quanto riduce di molto i giorni di viaggi rispetto alle altre rotte. Si è trattato di una corsa contro il tempo (facilitata anche dal disgelo del mar glaciale Artico) perché il ghiaccio lascia passare le imbarcazioni solo per pochissimi mesi all'anno. Durante questa missione, l’equipaggio, grazie ad un particolare macchinario per analizzare le acque, ha, inoltre, effettuato prelievi nel mare Glaciale Artico per verificare l’inquinamento da microplastiche: i dati raccolti saranno ora utilizzate dall’Enea  anche per importanti analisi e per studi sul plancton. 
Al termine della coinvolgente serata, organizzata dal maestro di casa Muzio Scacciati, nessuno avrebbe potuto immaginare che questo sarebbe stato l’ultimo evento in presenza per molti mesi…. 

Per venerdì 20 marzo era in programma un doppio appuntamento: alla presenza di numerose autorità e soprattutto di tanti ragazzi e ragazze dell’Istituto Tecnico Nautico Artiglio di Viareggio, avrebbero dovuto svolgersi la consegna della borsa di studio 2019 intitolata a “Maurizio e Bertani Benetti” e la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione che avrebbe confermato ancora una volta la grande attenzione che il CNV rivolge ai giovani. L’iniziativa, giunta alla quarta edizione, si propone di tenere vivo il ricordo di due figure storiche della cantieristica viareggina, grandi amiche del Club Nautico Versilia, e di incentivare il profondo legame storico, socio-economico e culturale fra la scuola e il contesto territoriale. Fortemente voluta dal Presidente del CNV, Roberto Brunetti, e organizzata in modo differenziato per gli alunni del biennio e quelli del triennio, la Borsa di Studio sarebbe stata ancora una volta riservata a tutte le classi e a tutti gli indirizzi dell’Istituto Tecnico Nautico Artiglio. 
Ma il 7 marzo, in ottemperanza al DPCM del 4 Marzo 2020 che stabiliva le prime misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Covid -19, e a seguito della decisione assunta dalla FIV, il Consiglio Direttivo del CNV si è visto costretto a sospendere ogni attività in presenza, disponendo il rinvio della 46° Coppa Carnevale - Trofeo Città di Viareggio e della consegna delle borse di studio, e invitando tutti a restare in contatto da casa attraverso la pagina Facebook e il sito del Club Nautico Versilia, aggiornati costantemente con notizie, foto e informazioni utili.

Considerato il protrarsi dell’emergenza sanitaria, per dovere di ottemperanza al DPCM e alle varie disposizioni ma anche che per un senso civico di responsabilità e di rispetto verso chi era impegnato in prima linea nel fronteggiare la pandemia, il Club Nautico Versilia ha deciso di rimandare anche il XXV Trofeo Challenge Ammiraglio Giuseppe Francese, la tradizionale manifestazione velica in programma a giugno, dedicata ad un uomo che ha dato tanto alla Versilia e alla città di Viareggio dove ha svolto per diversi anni servizio d’Istituto presso la Capitaneria di Porto, e al quale sono legati da un fil rouge d’affetto e di amicizia molte personalità, tanti Soci del CNV ed in particolare il Presidente Roberto Brunetti e il vice presidente, Ammiraglio Marco Brusco, suo assistente quando era Comandante Generale. Questo Trofeo, riservato alle ORC International, ORC Club, Gran Crociera, Open, Barche d’Epoca Classiche e Vele storiche, non è, infatti, solo un punto di riferimento nel calendario agonistico della II Zona Fiv ma un percorso nella memoria fatto di ricordi, storia, amicizia e collaborazione che lega un personaggio indimenticato e indimenticabile a molti che desiderano tener vivo il ricordo delle intuizioni e innovazioni da lui apportate, del lavoro svolto dalle Capitanerie di Porto su molteplici fronti, rinnovando ogni volta lo strettissimo legame con la famiglia Francese.
Rimandata per lo stesso motivo anche la XXXV “Regatalonga - per non dimenticare le vittime del 29 giugno”, la veleggiata in programma il 28 giugno sul percorso Viareggio- Forte dei Marmi- Viareggio e con ordine di arrivo generale, suddiviso per Classi.

Il tanto atteso annuncio della ripartenza è arrivato solo a fine maggio ma non per le regate, sospese dalle direttive FIV ancora per qualche tempo. Dopo un’accurata sanificazione di tutti i locali e nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19, la Segreteria, l’attività dei Nostromi, il Ristorante del Club (riservato ai Soci), il Bar Bistrot del Club (aperto al pubblico) hanno finalmente potuto riaprire e tornare ad offrire i propri servizi nella massima sicurezza. Anche i giovani della Scuola Vela Valentin Mankin hanno potuto riprendere regolarmente gli allenamenti, così come sono riprese le uscite in mare delle derive e delle imbarcazioni d’altura e a motore.

Dopo qualche settimana dalla riapertura, anche il Club Nautico Versilia, sensibilizzando i propri Soci Armatori a mettere a disposizione le proprie imbarcazioni, ha aderito con entusiasmo a “Le Vele del Cuore”, l’iniziativa che ha voluto ringraziare per l’impegno ammirevole nel contrasto del Covid-19 gli operatori sanitari e i volontari (con una particolare attenzione verso coloro che hanno prestato servizio nelle zone più colpite dal virus) offrendo loro gratuitamente un breve periodo di vacanza in barca all’aria aperta.

Con una gradevolissima serata di benvenuto organizzata a metà giugno nelle sale del Ristorante del Club, nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19, il Consiglio Direttivo del CNV ha desiderato, come da tradizione, salutare e conoscere i nuovi Soci del sodalizio viareggino. 
La cena, svoltasi nella più completa sicurezza come richiesto dall’emergenza sanitaria e sotto l’attenta supervisione del maestro di casa Muzio Scacciati, oltre ad essere stata un’ottima occasione per ammirare lo splendido panorama dalle vetrate del salone e per gustare le prelibatezze preparate dallo chef Andrea Casanovi, è stata il preludio di un fine settimana nel quale tanti Soci e Amici hanno potuto ritrovarsi e trascorrere nuovamente insieme ore piacevoli al CNV, in barca o in sede.

Il primo fine settimana di luglio, sono stati ancora una volta i giovani timonieri della Scuola Vela Mankin a farci respirare aria di normalità vincendo per il sesto anno consecutivo l’ambito Trofeo challenge Memorial Ezio Astorri (assegnato al Circolo vincitore della classifica stilata in base alla somma dei punteggi dei primi tre timonieri appartenenti allo stesso sodalizio, di cui almeno uno Juniores e un Cadetto): il nome dei cadetti Giulio Romani ed Ester Bertolani e dello Juniores Manuel Scacciati è stato, infatti, inciso alla base del Trofeo che rimane sempre esposto nella sede del Club Nautico Versilia. 
Dopo la lunga pausa imposta dall’emergenza sanitaria, la vela agonistica è finalmente ripartita nella massima sicurezza con una manifestazione che, oltre ad assegnare il Trofeo Astorri, è stata valida anche come selezione zonale agonistica (valida per l’ammissione dei nati dal 2005 al 2009 al Campionato Italiano Giovanile e Coppa del Presidente) e come selezione zonale pre agonistica (valida per l’ammissione alla Coppa Cadetti dei nati nel 2010 e alla Coppa Primavela dei nati nel 2011). 
Una sessantina di timonieri della Classe Optimist tra i 9 e i 15 anni (43 Juniores e 14 Cadetti) hanno animato questa sesta edizione organizzata quest’anno nelle acque del lago di Massaciuccoli in collaborazione da CVTLP, CNV e SVV: un vero record di presenze nel pieno rispetto di tutte le normative Covid-19 per il tradizionale appuntamento che si svolge ad anni alterni nelle acque viareggine o in quelle di Torre del Lago e che è stato istituito dal figlio Raffaello per ricordare l’Avvocato fiorentino, noto yacthtsman per tanti anni socio del Club Nautico Versilia. Sei le prove agguerrite portate a termine. Perfetto il lavoro del Comitato di Regata e di Proteste, e di tutto il personale a terra e in mare con l’immancabile supporto della Capitaneria di Porto di Viareggio. Soddisfazione da parte degli Organizzatori e soprattutto di tutti i partecipanti accolti come sempre da tanta cordialità e ospitalità. 

Nella mattinata del sabato anche il Presidente Fiv Francesco Ettorre, il direttore tecnico del settore giovanile FIV e vicepresidente nazionale CONI Alessandra Sensini e il Presidente regionale II Zona FIV Andrea Leonardi avevano voluto sottolineare con la loro presenza l’importanza della ripresa dell’attività sportiva agonistica giovanile: il Trofeo Astorri, infatti, è stata la prima regata Optimist dopo il lockdown. “Una grande giornata, un sogno qualche mese fa, una bellissima realtà oggi vedere così tanti giovani riprendere la loro attività in totale sicurezza.- aveva commentato il Presidente Ettorre -Con l’occasione abbiamo anche partecipato all’incontro che ha presentato il progetto di riqualificazione di quest’area immersa in un contesto di cultura, sport e ambiente molto importante: un segnale di come la Fiv può essere un collante tra la parte istituzionale, sportiva e imprenditoriale. Un ruolo fondamentale che la Federazione sta interpretando in questi anni. Speriamo che questa giornata che rappresenta la ripresa dell’attività sportiva agonistica sia anche il futuro per questo importante progetto di riqualificazione.” Presso il Gran Teatro Puccini, infatti, era stato presentato il progetto "Il polo sportivo ed ecologico che genera relazioni virtuose con il territorio”, importante iniziativa elaborata dal CVTLP per la valorizzazione del porticciolo attraverso la messa a sistema e il collegamento di funzioni già esistenti nella penisola delle torbiere ma con poca relazione tra loro, per ottenere un nuovo polo ecologico per lo sviluppo sportivo, ecologico, culturale, turistico, ambientale ed economico. A riprova dell’importanza del progetto e per ribadire la grande collaborazione fra i due sodalizi, legati da importanti iniziative prime fra tutte la Scuola Vela Valentin Mankin, era presente anche il vice presidente del Club Nautico Versilia, Ammiraglio Marco Brusco.

Il primo fine settimana di settembre, invece, è stata la Classe Star a dare spettacolo nelle acque viareggine grazie alle sei regate impegnative (alcune con condizioni molto difficili per il cambio di direzione e di intensità del vento) del Campionato del XIV Distretto Classe Star, manifestazione valida anche come LVI Trofeo Emilio Benetti Historic Event I.S.C.Y.R.A. (International Star Class Yacht Racing Association) co-organizzata su delega della FIV e nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19, dalla Società Velica Viareggina e dal Club Nautico Versilia, con la collaborazione del CV Torre del Lago Puccini, della L.N.I. sez.Viareggio e del Comitato Circoli Velici Versiliesi. Grazie a quattro vittorie di giornata, il fuoriclasse argentino Juan Kouyoumdjian (progettista navale tra i più geniali innovatori della vela contemporanea che ha regato con una barca prototipo, frutto della collaborazione con Lillia) e Fernando Rivero si sono aggiudicati l’ambito Trofeo Challenge Benetti, riservato al primo equipaggio della classifica generale. Il Trofeo che ha dapprima assunto la qualifica di evento Classic e successivamente, grazie all’Iscyra, è stato considerato anche Historic permettendone la consacrazione a livello internazionale, venne istituito negli anni sessanta da Maurizio Benetti (allora titolare con il fratello del cantiere MB Benetti) per ricordare il padre Emilio, uno dei personaggi più importanti della marineria viareggina, fondatore della dinastia di costruttori di velieri, barcobestia, rimorchiatori e mercantili che hanno fatto grande il nome di Viareggio in tutto il mondo. Il Trofeo Challenge del Campionato di Distretto (riservato al timoniere primo classificato iscritto al XIV Distretto) è, invece, andato al portacolori di casa Enrico Chieffi in equipaggio con Manlio Corsi, secondo nella classifica generale e vincitore di una prova di giornata. Nel corso della cerimonia conclusiva, svoltasi, alla presenza del Presidente II Zona Fiv Andrea Leonardi, del Segretario Classe Star Ciccio Canali, del Presidente SVV Paolo Insom e del Presidente onorario CNV Roberto Righi (entrambi impegnati anche nel ruolo di regatanti) è stata espressa soddisfazione per la riuscita della manifestazione da parte di tutti i partecipanti e degli Organizzatori: oltre ai primi tre classificati del Trofeo Benetti (Kouyoumdjian-Rivero, Chieffi-Corsi, Coppo-Frithjof), sono stati premiati anche i vincitori delle singole prove giornata (la quinta è stata vinta dai romani Cristofori-Bruno -RCC Tevere Remo, settimi assoluti), i primi tre del Campionato di Distretto (Chieffi-Corsi, Coppo-Frithjof e Locatelli-Canali) e il primo timoniere delle categorie Master (Enrico Chieffi), Grand Master (Cristofori). Consegnati anche premi speciali per i partecipanti più giovani della manifestazione.

Il 20 settembre, invece, sono state le avverse condizioni meteo e l’allerta meteo emanata dalla protezione civile a far rimandare il previsto Trofeo challenger Memorial Francesco Sodini, co-organizzato nell’area antistante il porto di Viareggio dalla LNI sez.di Viareggio e dal Club Nautico Versilia per ricordare la passione per il mare del grande protagonista della vela d’altura scomparso nel 2015. Nella prevista data di recupero (domenica 8 novembre) nella quale si sarebbe dovuta disputare anche la Regata d’Inverno, il Comitato di Regata, considerando il nuovo DPCM e le relative Prescrizioni FIV (che prevedevano con apposita delibera CONI - CIP solamente lo svolgimento di campionati italiani o internazionali e non delle regate zonali e di circolo) ha, invece, annullato definitivamente la manifestazione per il 2020.
Dopo mesi di cancellazioni e rinvii delle più importanti manifestazioni legate al mondo dello yachting classico, anche il XVI Raduno ‘Vele Storiche Viareggio’ organizzato dalla omonima Associazione e dal Club Nautico Versilia, considerando le sue peculiarità, è stato annullato per il protrarsi dell’emergenza sanitaria.

Tutto regolare, invece, nel fine settimana del 17 e 18 ottobre per il Trofeo Ottobre 2020 la manifestazione organizzata dalla SV Viareggina in collaborazione con il Club Nautico Versilia nelle acque di Viareggio. Vincendo la terza ed ultima prova, portata a termine nella giornata di domenica, il finnista Italo Bertacca ha superato Franco Dazzi (al comando nella giornata precedente) e si è aggiudicato il gradino più alto del podio. Nella Classe Star, invece, il Presidente della SVV Paolo Insom e Silvio Dell’Innocenti, vincendo la regata conclusiva hanno avuto la meglio su Marco Viti e Gianluca Dati e su Bonanno-Serravalle, tutti a 8 punti. Una trentina di Finn e sette Star hanno disputato complessivamente tre prove: le due di sabato, caratterizzate da sole, mare calmo, vento inizialmente sui 6-7 nodi da 150 gradi poi saltato a 180° con 8 /9 nodi di intensità e poi calato nuovamente, erano state vinte nella Classe Finn rispettivamente da Dazzi e da Bertacca, e nella Classe Star da Balderi-Anguillesi e da Viti-Dati. La terza ed ultima regata (ridotta per calo del vento) si è, invece, svolta domenica con un clima primaverile, vento instabile sui 6/7 nodi in diminuzione e mare calmo. Nel corso delle premiazioni, svoltesi nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19, Italo  Bertacca, oltre ad essere premiato come primo assoluto nella Classe Finn, si è imposto anche nella Categoria Gran Master mentre Dazzi ha vinto nella Categoria Legend e Andrea Poli in quella Gran Gran Master. Nicola Roncoroni, 7° assoluto, è stato premiato come primo Master e l’austriaca Tina Sperl, 12° assoluta, come vincitrice della classifica femminile.

Conclusione in bellezza per una stagione purtroppo caratterizzata da tanti annullamenti e rinvii…
Malgrado le sfavorevoli condizioni meteo e la defezione all’ultimo momento di alcune squadre, da venerdì 23 a domenica 24 ottobre si è, infatti, disputato con successo il Meeting Zonale 2020, la manifestazione che, su assegnazione della FIV e del Comitato II Zona FIV, è stata co-organizzata da Club Nautico Versilia, CV Torre del Lago Puccini, SV Viareggina, Nimbus Surfing Club e LNI sez. Viareggio, in collaborazione con il Comitato Circoli Velici Versiliesi e con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Regione Toscana. 
La logistica, invece, è stata supportata da Icare e dal Comune della Città di Viareggio. Per facilitare il rispetto del protocollo anti contagio da Covid 19 le Classi hanno regatato su differenti campi di gara con altrettanti Comitati di Regata e di Proteste: Laser Radial, Standard e 4.7) e 4.20 sono stati impegnati nelle acque di Viareggio, ospiti del Club Nautico Versilia, mentre gli Optimist (Juniores e cadetti), i Finn e gli O’Pen Skiff hanno regatato a Torre del Lago Puccini sotto l’attenta regia del locale Circolo Velico.
La Segreteria della manifestazione, invece, è stata unica e gestita dal Club Nautico Versilia. 
Sul campo di regata di Torre del Lago è stato possibile portare a termine complessivamente tre prove (una sabato e due domenica) mentre a Viareggio, le avverse condizioni meteo marine e il vento troppo debole hanno impedito lo svolgimento delle regate in programma. 
Massima l’attenzione alle disposizioni in materia di contrasto e contenimento della diffusione del Covid 19 emanate dalla FIV fra le quali rispetto del distanziamento, il rilevamento della temperatura e l’uso corretto delle mascherine, sempre obbligatorie, tranne durante le regate. 
Al termine delle prove, nel pieno rispetto delle disposizioni in materia di Covid-19, al Circolo Velico Torre del lago Puccini si è svolta la cerimonia della premiazione alla quale hanno preso parte anche la consigliera comunale Alessandra Malfatti, il consigliere comunale e primario di senologia all'Ospedale Versilia Duilio Francesconi e il Consigliere Icare Claudio Puosi. Alla premiazione presso il Club Nautico Versilia, invece, avrebbero partecipato l’Assessore allo Sport del Comune di Viareggio  Rodolfo Salemi e il Consigliere Icare Annalisa Lombardi. Sul gradino più alto del podio della Classe Optimist -categoria Juniores Beniamino Giorgi che ha preceduto la compagna di Circolo e vincitrice della classifica femminile Gaia Zinali e Alessandro Baldi. Negli Optimist Cadetti, invece, ha vinto Giulio Romani precedendo Lorenzo Specchia e Gabriele Oceano Salvadori. Prima femminile e quinta assoluta Ester Bertolani. Negli O’Pen Skiff Giacomo Moretti ha avuto la meglio su Giulio Siracusa e su Mirko Sabatini mentre Martina Mancinelli, quarta assoluta, è stata premiata come vincitrice della Classifica femminile. Ed infine, nei Finn vittoria per Italo Bertacca che, grazie a tre primi di giornata, ha preceduto i compagni di Circolo Franco Dazzi e Andrea Poli.

A metà dicembre del 2019, seguita con interesse da un pubblico molto numeroso e fortemente voluta dal Vice Presidente CNV, Ammiraglio Marco Brusco, e dal Presidente onorario Roberto Righi, le sale del CNV avevano ospitato la presentazione ufficiale del libro “Come progettavano i velieri. Alle origini dell’architettura moderna di navi e yacht.” realizzato dall’Ammiraglio di Squadra (r) Cristiano Bettini, da sempre amico e socio Onorario del Club Nautico Versilia e con questa presentazione si era conclusa in bellezza un’altra importante stagione del sodalizio viareggino sempre più determinato ad essere protagonista di tante pagine ancora da scrivere. Quest’anno, invece, a causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria e delle relative disposizioni per il contenimento del Covid 19, la presentazione della seconda parte del libro è stata trasformata in una videoconferenza. Nel corso del webinar l’Ammiraglio di Squadra (r) Cristiano Bettini ha illustrato i passi principali della seconda parte della sua opera. Al seminario interattivo ha partecipato anche l’Ing. Giovanni Ceccarelli (il noto yacht designer ravennate fra l’altro titolare del Ceccarelli Yacht Design and Engineering, il più vecchio studio con soluzione di continuità in Italia legato alla progettazione nella nautica da diporto) con una presentazione sul tema “Evoluzione del progetto dello yacht a vela da diporto dagli anni sessanta ad oggi”. “Il titolo dato a questo appuntamento, Evoluzione dell’architettura navale degli yacht nell’era moderna e contemporanea, ha voluto comprendere sia lo yachting dell'era moderna (fino a fine '800) che ho trattato io, sia di quella contemporanea ('900) che ha trattato l’Ing. Ceccarelli (compresa l’evoluzione delle regole di stazza).- ha spiegato l’Ammiraglio Bettini la cui presentazione si è concentrata esclusivamente sugli yacht e non sui velieri in generale ed è stata abbinata a quella dell’Ing. Ceccarelli.

Purtroppo, a causa dell’emergenza sanitaria in atto, non è stato possibile svolgere la tradizionale cena per lo scambio degli auguri fra i Soci, presso l’accogliente Ristorante del CNV ma il prossimo anno ci saranno sicuramente belle occasioni da festeggiare, come i brillanti risultati dei Soci che continueranno a tenere alti i colori del Club Nautico Versilia su tutti i campi di regata.
 

Le ultime notizie di oggi