Home > Servizi > ARTEMARE > Artemare: A Capodanno non ci resta che ballare Jerusalema da soli

Tag in evidenza:

Artemare: A Capodanno non ci resta che ballare Jerusalema da soli

 Stampa articolo
Medici e infermieri che ballano Jerusalema
Medici e infermieri che ballano Jerusalema

Virale il video di medici e infermieri che ballano “Jerusalema” a Natale che danzano sulle note del tormentone estivo, il video vede il personale di un ospedale in una lunga coreografia, dai corridoi alla piazzola esterna per l’elisoccorso con indosso sopra ai camici e ai presidi di protezione personale cappelli natalizi e anche delle ali da angelo

advertising

Ebbene sì, con il coronavirus che non molla le restrizioni governative con il coprifuoco notturno e i divieti di assembramento non ci resta che ballare da soli nelle nostre case per omaggio a tutto il personale sanitario che sta combattendo eroicamente per noi. Artemare Club stasera per sentirci più uniti magari per videochat invita tutti a salutare finalmente e per sempre l’anno horribilis 2020 con i passi di Jerusalema, canzone che quest’estate ci aveva fatto dimenticare la pandemia.

Il motivo scritto in lingua africana, è stato lanciato dal Dj e produttore Master KG e grazie a un challenge sulla cinese TikTok è decollato a livello mondiale e ha fatto ballare e fa ballare  ancora persino preti e militari. Il facile testo da cantare in italiano è Gerusalemme è la mia casa, guidami portami con te non lasciarmi qui, Gerusalemme è la mia casa, guidami portami con te non lasciarmi qui, Il mio posto non è qui, il mio Regno non è qui, guidami portami con te, il mio posto non è qui, il mio Regno non è qui. guidami portami con te. Guidami, guidami, guidami, portami con te

Artemare Club “president” la ballerà a mezzanotte trasformandosi con l'immaginazione, per gioco e per ricordarlo, nel personaggio fra i più celebri dei fumetti di tutti i tempi,  Popeye - Braccio di Ferro, creato da Elzie Crisler Segar, apparso nel 1929 in strisce giornaliere e tavole domenicali e successivamente in cartoni animati cinematografici e televisivi , facendo la sua prima comparsa in Italia nel marzo 1935. Da subito molto popolare marinaio in grado di condurre la nave, esuberante e irascibile sempre pronto a venire alle mani per le ingiustizie ingurgitando spinaci, ottima verdura da consumare spesso specialmente in questo periodo possibilmente in dolce compagnia e che sicuramente rafforza il fisico.

Cin Cin e buon 2021, l’Italia è il Mare!

Le ultime notizie di oggi