Home > Associazioni > Tognazzi Marine Village > Marco Gradoni è oro al Mondiale Optimist con una tripletta da primato

Marco Gradoni è oro al Mondiale Optimist con una tripletta da primato

 Stampa articolo
Simone Ricci festeggia con Marco Gradoni il terzo titolo mondiale Optimist
Simone Ricci festeggia con Marco Gradoni il terzo titolo mondiale Optimist

Marco Gradoni, atleta del Tognazzi Marine Village, ha vinto ieri sera ad Antigua il terzo titolo mondiale individuale della classe Optimist. Un risultato storico, che segna una nuova pagina della storia classe giovanile per eccellenza e della vela italiana. 
Nella giornata finale con vento sui 15/20 nodi e una fastidiosa corrente il 15enne è riuscito a chiudere entrambe le prove in prima posizione, lasciandosi alle spalle il bravissimo atleta maltese Richard Schultheis che fino all'ultimo ha cercato di conquistare la vetta della classifica. L'atleta del circolo velico di Ostia è riuscito con grande determinazione a concludere nel migliore dei modi il campionato mondiale di Antigua: solo venerdì, assieme ai compagni di squadra Davide Nuccorini (C.V.Roma), Ginevra Caracciolo (L.N.I. Napoli) Tommaso De Fontes (NIC Catania) e Alex Demurtas (Fraglia Vela Riva), guidati dal tecnico nazionale AICO Marcello Meringolo, era riuscito ad aggiudicarsi il titolo iridato a squadre, battendo le altre 43 nazioni in gara, un risultato che gli Azzurrini della vela non riuscivano ad avere da ben 27 anni.
La classifica individuale vede così Marco Gradoni aggiudicarsi il titolo con 26 punti - ben sette primi nelle 12 prove disputate - con il maltese Schultheis alle spalle a 45 punti e lo spagnolo Jaime Ayarza che completa il podio. Il titolo femminile è andato alla spagnola Maria Perello, 32ma in classifica generale.
"Abbiamo avuto una giornata con un vento intorno ai 15 nodi e molta corrente - ha detto Marco Gradoni a fine giornata -. Partivo con un bel vantaggio, ma comunque per vincere dovevo portare a termine entrambe le prove di oggi. Ho concluso la prima prova  in prima posizione, con il maltese Schultheis subito alle mie spalle. Dovevo recuperare altri punti per poter stare tranquillo e vincere il titolo, così ho fatto di tutto per concludere anche la seconda prova del giorno in prima posizione. Sono molto contento, ma credo che realizzerò bene cosa effettivamente ho fatto solo fra uno o due giorni" ha concluso il 15enne al suo ultimo anno di attività sull'Optimist.
Marco ha iniziato l'attività velica a Fano, città di origine dei genitori, dove ha frequentato il suo primo corso di vela estivo al Club Nautico Fanese. Vivendo a Roma, l'attività sportiva l'ha sempre praticata sulla costa laziale dove ha trovato il suo allenatore Simone Ricci. Quattro mondali nella classe giovanile in tre continenti diversi, il primo a Vilamoura in Portogallo nel 2016 con un sorprendente quarto posto messo a segno da Marco allora appena 12enne, l'anno seguente una splendida vittoria nelle acque thailandesi di Pattaya e lo scorso anno la conferma a Cipro. Poi, di nuovo, la vittoria di ieri ad Antigua che ha fatto diventare Marco l'unico atleta nella storia del mondiale Optimist riuscito a conquistare per tre volte il titolo che viene assegnato da 57 anni. 

"E' una soddisfazione che ripaga l'impegno che dai sei anni portiamo avanti con le squadre nazionali. Quando siamo partiti a ottobre nel 2012 l'obiettivo era far crescere la classe nei numeri e nei risultati. Ci siamo riusciti; questo risultato di Marco è davvero eccezionale e sarà molto difficile da battere. Spero davvero che Marco continui con lo sport. Noi abbiamo dato il nostro supporto, ma i complimenti vanno al  suo circolo, il Tognazzi Marine Village, e al suo allenatore Simone Ricci. Con questo mondiale, il titolo a squadre e quello individuale, e il successo al Campionato Europeo abbiamo concluso la stagione in maniera davvero eccezionale" ha commentato il tecnico nazionale AICO, Marcello Meringolo.

"E' un'emozione indescrivibile. Già quando lo scorso anno abbiamo vinto il secondo titolo e Marco ha annunciato di voler fare il terzo mondiale, l'emozione e la pressione erano tante. E' stato un anno in cui siamo stati sotto i riflettori - ha aggiunto il tecnico del Tognazzi Marine Village, Simone Ricci, che da cinque anni segue Marco Gradoni - ma allenare Marco è sempre una grande gioia e un grandissimo piacere". 

Il presidente del Tognazzi Marine Village, Guido Sirolli, "la vittoria di Marco Gradoni è un risultato davvero eccezionale, che premia gli sforzi che Marco compie da diversi anni per conciliare l'attività sportiva con lo studio, anche questo portato avanti in maniera eccellente. Ogni cosa che fa la porta avanti con determinazione e con la consapevolezza di dove vuole arrivare. E' un talento naturale che è riuscito in un'impresa davvero unica. E' un ragazzo solare che, con la sua positività, riesce a trascinare e coinvolgere tutti i giovani che frequentano il circolo. Il suo risultato nasce anche dal lavoro che dietro le quinte portano avanti un allenatore insostituibile come Simone Ricci e da Giorgia Talucci, il direttore sportivo del circolo, che con un'attenzione quotidiana affianca il nostro staff per consentirgli di lavorare nelle migliori condizioni e in un ambiente sano e sereno. Attendiamo il rientro di Marco giovedì e poi faremo una bella festa il prossimo fine settimana".

advertising

Le ultime notizie di oggi