La terza ed ultima giornata del Campionato Nazionale d’Area

La terza ed ultima giornata del Campionato Nazionale d’Area

Sport

26/04/2022 - 06:27
advertising

La terza ed ultima giornata del Campionato Nazionale d’Area regala un’altra bellissima giornata di vela a Capo d’Orlando .  

Dopo la giornata due caratterizzata da vento debole e incostante che non ha permesso il completamento di nessuna prova, il maestrale si impadronisce della baia di Capo d’Orlando già dalle prime ore del mattino , con range 7-10 nodi, condizioni ideali per la flotta. Il Comitato di Regata non vuole perdere neanche un minuto, e dopo aver posizionato perfettamente il campo di regata, con puntualità svizzera alle 10 dà il via alla procedura di partenza che avviene senza nessuna penalizzazione, dato che tutti gli equipaggi si marcano a vicenda ma si avvicinano alla linea dello start entro un margine di sicurezza. Partono quindi quasi tutti in assetto, con Tetta e Joy che riescono a prendere subito qualche lunghezza di vantaggio, seguiti da Varenne e QQ7 che ingaggiano un corpo a corpo sino al termine della regata. Anche il resto della flotta è quasi tutto compatto ed i pochi errori di concentrazione costano immediatamente qualche posizione.

Terminata la prova dopo quasi due ore, per effetto dei sistema dei compensi, è ancora la classe D a dominare con Squalo Bianco primo, seguito dalla sorprendente Freedom,  Varenne, e South Kensington-Lauria, quinta e prima della Classe B  Joy con Gioia di Vivere ottima seconda. 

Stante il previsto calo di vento pomeridiano, il Comitato di regata non vuole correre rischi, ed ultimati gli arrivi della prova uno,  dà avvio alla seconda prova di giornata. Il vento è stabilizzato con intensità 11 nodi, e stavolta sono ben tre le imbarcazioni che tagliano la linea in anticipo, costrette al rientro dagli estremi per regolarizzare la penalità. La flotta naviga ancora più compatta della prova precedente, ed il cancello di poppa è il teatro degli ingaggi più agguerriti, che vedono registrare anche due proteste.

Ancora una prova perfetta per il First 35 Squalo Bianco e il Dufour 34 orlandino Freedom con South Kensington-Lauria al 3^ posto, seguita all’altro Dufour 34 casalingo Northern Light e dalla calabrese Essenza. Prima della classe B stavolta è QQ7, che nonostante la penalizzazione in partenza recupera alla grande e chiude una prova impeccabile.

Terminate entrambe le prove in programma, e la discussione delle proteste, vengono quindi stilate le classifiche definite, ed avviata la cerimonia di premiazione.  Nel Gruppo 1, Classe B, la vittoria va a Joy, il J122 di Giuseppe Cascino del Centro Velico Siciliano, seguito da QQ7 di Michele Zucchero e Tetta di Giacomo dell’Aria. Nel gruppo 2-Classe D, primo posto al First 35  South Kensington-Lauria, seguito da Northern Light di Vincenzo Ricordo, ottima terza la barca Essenza del Centro Velico Lempetia di Cetraro.

La vittoria Overall va invece all’altro First 35 Squalo Bianco di Concetto Costa del NIC Catania, inatteso secondo posto per Freedom di Patrizia Musarra dello YC Capo d’Orlando, terza South Kensington-Lauria.

Impeccabile e perfetta l’organizzazione a mare ed a terra dello Yacht Club Capo d’Orlando, che per la prima volta ha assunto la responsabilità organizzativa di una manifestazione federale di altro livello come il CNA, a cui si associa la soddisfazione dell’ottimo piazzamento di entrambe le barche di punta del circolo orlandino, di fronte ad equipaggi ben più titolati.

advertising
PREVIOS POST
Un’asta benefica in favore del popolo ucraino
NEXT POST
Il Cookson 50 TestaCuore Race al comando della RAN 630