Home > Yacht Club > Yacht Club Porto Rotondo > La flotta del Bailli de Suffren approda allo Yacht Club Porto Rotondo

La flotta del Bailli de Suffren approda allo Yacht Club Porto Rotondo

 Stampa articolo
Bailli Yacht Club Porto Rotondo
Bailli Yacht Club Porto Rotondo

Porto Rotondo, 27 giugno 2016 – Si è completata pochi minuti fa, con l’ormeggio degli ultimi scafi allo Yacht Club Porto Rotondo, la Coppa dei Mori, valida come prima tappa del Trofeo Bailli de Suffren di vela d’epoca, che da quindici anni getta un ponte di storia e tradizione tra Saint-Tropez e Malta, con tappe intermedie in Italia.

La prima, fedelissima alla regata, si tiene proprio a Porto Rotondo, che fino a mercoledì apparirà come una splendida cartolina del passato, con i colori dell’estate sarda a incastonare alberi in legno, ottoni lucidi ed equipaggi vestiti con stile, come richiede il regolamento di un evento che rievoca lo spirito più puro dello yachting.

Il primo yacht a completare le 193 miglia iniziali dalla Costa Azzurra a quella sarda, dopo un giorno e tre ore di navigazione, è stato Adria. Il ketch, classe 1934, si è aggiudicato anche il trofeo di tappa nella categoria Epoca, seguito da Owl e Irina VII.

E’ stato invece Stiren, secondo in tempo reale con un giorno e cinque ore di cammino, a conquistare il primato tra i Classic, anticipando Gael e Mowgli.

Vittoria senza rivali invece per Alma of Lymington, unico rappresentante della divisione Spirit of Tradition e scafo più giovane della flotta (il suo varo risale al 2001).

Durante la permanenza a Porto Rotondo, gli armatori saranno liberi di visitare il territorio, ingaggiare competizioni sportive sulla spiaggia antistante il club oppure spiegare le vele per due bordi tra le isole.

Mercoledì, una volta mollati gli ormeggi, faranno rotta verso Palermo con la Coppa dei Ghepardi. Dopo una nuova sosta, l’ultimo atto con la Corsairs’s Cup, che li condurrà al traguardo di La Valletta, a Malta, che taglieranno quindi al termine di circa 580 miglia di navigazione