Arca SGR al via della 151 Miglia Trofeo Cetilar per cercare un nuovo successo

Arca SGR al via della 151 Miglia Trofeo Cetilar per cercare un nuovo successo

Arca SGR al via della 151 Miglia Trofeo Cetilar per cercare un nuovo successo

Sport

29/05/2024 - 10:50

Poco più di 24 ore separano il Fast and Furio Sailing Team dal via della 151 Miglia Trofeo Cetilar 2024.

Quella che è una delle più belle e prestigiose regate del Mediterraneo torna nuovamente nel mirino del maxi 100 Arca SGR, presente sul percorso tra Livorno, Marina di Pisa, Giraglia e Punta Ala per provare a conquistare per la terza volta (dopo i successi del 2021 e 2022) una prestigiosa line honours.

A questa sfida Arca SGR si presenta nel migliore stato di forma dopo il percorso netto fin qui realizzato attraverso le vittorie alle Regate di Primavera a Portofino e quella al fotofinish alla Regata dei Tre Golfi di Napoli.

Una sfida che si preannuncia molto veloce con venti forti dai quadranti occidentali che richiederanno un super lavoro da parte di tutto l’equipaggio. Come dimostrato a Napoli (dove Arca SGR ha vinto per soli 4 secondi) l’attenzione da parte del Team dovrà essere massima durante ogni fase della regata per non regalare nulla agli avversari primo fra i quali il maxi foiling FlyingNikka di Roberto Lacorte. Proprio le condizioni del mare saranno un elemento determinante in questa sfida tra due concezioni tecnologiche differenti di vela con il maxi Arca SGR pronto a spingere a fondo sull’acceleratore.

La stagione di regate 2024 di Arca SGR del Fast and Furio Sailing team conta sul supporto dei partners: Arca Fondi SGR, glo, SLAM, Armare, CiviBank, Foss Marai, DocFoody, Officine FVG, Dobner, Ca’Sagredo Hotel, Acqua Mood, Marlin Yacht Paints, Amaro Tosolini, ITS Ecologia, The Yard Brisbane, Eco FVG, Trieste Trasporti, Pertot Ecologia e Servizi, Justonearth.
Il Fast and Furio Sailing Team sostiene il messaggio di: One Ocean Foundation, Fondazione Laureus Italia, Il Porto dei Piccoli, Fondazione Io Do Una Mano, ABC Burlo, Fondazione Pietro Pittini.

 
PREVIOUS POST
I giovani velisti di Cala Galera vincenti al Lago Trasimeno
NEXT POST
Cantieri di Pisa presenta Polaris 48