Home > Servizi > ARTEMARE > A Porto Santo Stefano è arrivata Orion, la Perla del Mediterraneo

Tag in evidenza:

A Porto Santo Stefano è arrivata Orion, la Perla del Mediterraneo

 Stampa articolo
A Porto Santo Stefano è arrivata Orion, la Perla del Mediterraneo
A Porto Santo Stefano è arrivata Orion, la Perla del Mediterraneo

E’ atterrata domenica pomeriggio 26 luglio al molo storico della Pilarella di Porto Santo Stefano Orio la goletta aurica tra le più ammirate come barca d’epoca centenarie del mondo. Costruita nel 1910 da Camper & Nicholson a Gosport Gran Bretagna, ha una lunghezza fuori tutto di 49,90 metri e 27,8 metri al galleggiamento, è larga 7,20 metri con un pescaggio di 4,20 metri per un dislocamento di  230 tonnellate e una superficie velica di 1200 m². Il nome Orion è la traduzione latina di Orione o il Cacciatore, un'importante costellazione forse la più conosciuta del cielo grazie alle sue stelle brillanti e alla sua posizione vicino all'equatore celeste, che la rende visibile dalla maggior parte del pianeta.

advertising

Artemare Club, che da anni scrive di lei e la documenta, racconta che è stata realizzata per i Reali di Spagna, diviene in seguito di proprietà del colonnello Coureney C. E. Morgan e registrata presso il porto di Portsmouth battente ovviamente bandiera britannica, trasferita a Brest viene ceduta a un altro armatore, il quale a sua volta la cede a un altro proprietario fino alla traversata oceanica in Argentina, dove rimane a lungo. Nel 1930 la goletta torna nelle mani di un armatore spagnolo, il quale la porta in Mediterraneo, quindi dopo aver cambiato nome ben cinque volte passando per Pais de France, Le Matin, Diane e Vira, assume quello definitivo di Orion e viene trasferita al porto di La Spezia. Nel 1967, durante una navigazione tra Barcellona e Marsiglia, disalbera e con la coperta gravemente danneggiata a seguito di un sinistro avvenuto al largo di Cap Creos riesce a raggiungere Le Grazie – la Spezia con un'andatura di bolina in condizioni meteo difficili. In questo porto l’architetto Ugo Faggioni le ridisegna l’armo velico a staysail schooner - goletta con vele di strallo. Intorno al 2005 Orion ha un nuovo importante restauro effettuato a La Ciotat, in Francia, durante il quale viene ripristinato l’armo velico a goletta aurica.

Orion è uno degli oggetti di culto degli amanti di barche d'epoca, grazie al suo valore storico e alle caratteristiche tecniche che la distinguono, Orion ha preso parte alle più importanti regate dedicate ai maxi yacht d'epoca. Slanciata e elegante ha conquistato l'appellativo di “Perla del Mediterraneo”. Il welcome back a Porto Santo Stefano è stato dato dal tender di Artemare Club all’atterraggio di Orion e poi con la perfetta assistenza per l’ormeggio da Maurizio Schiano di Argentario Approdi.

Le ultime notizie di oggi