Home > Saloni nautici > Seatec > Seatec&Compotec: ampie collaborazioni con le istituzioni di categoria

Seatec&Compotec: ampie collaborazioni con le istituzioni di categoria

 Stampa articolo
Seatec&Compotec: ampie collaborazioni con le istituzioni di categoria
Seatec&Compotec: ampie collaborazioni con le istituzioni di categoria

IMM CarraraFiere, ideatore e organizzatore di Seatec, la mostra della tecnologia, della componentistica, del design e della subfornitura applicate alla nautica da diporto, unico evento dedicato al settore in Italia e nel sud Europa in parallelo a Compotec“Hi-tech Composites Solutions”, unico evento italiano dedicato all’industria dei materiali compositi e alle loro molteplici applicazioni, ha stipulato un ampio ventaglio di collaborazioni con le principali associazioni e organizzazioni di categoria dei rispettivi settori, per incrementare le relazioni tra clienti e fornitori, tra istituzioni culturali e industria, proponendosi anche come coordinatore delle relazioni tra le associazioni.Ucina, Nautica Italiana, CNA, Rina, Assocompositi, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Autorità portuali di Genova, La Spezia e Livorno, Assitermina, Assologistica, Fercargo, Confetra, RFI, Autostrade per l’Italia, Unione Italiana Interporti, Fincantieri, sono i principali enti, società e istituzioni che parteciperanno in ruoli diversi e integrati alla 17esima edizione di Seatec e alla 11esima edizione di Compotec, attraverso convegni, workshop e seminari che faranno il punto su una ampia e diversificata gamma di tematiche connesse all’economia del mare e dei porti, all’economia circolare e del riciclo, alla conservazione dell’ambiente, alla ricerca sui materiali più innovativi, ma anche sul sistema portuale turistico e sulla situazione del refit nautico nel Mediterraneo. 

Con l’edizione 2019 di Seatec e Compotec, IMM CarraraFiere riconferma l’attività di Seatec-Compotec Academy un’offerta formativa rivolta anche ai professionisti che necessitino di CFP, Crediti Formativi Professionali per ottemperare alle richieste dei rispettivi ordini professionali, sia Ingegneri, che Architetti. 

Seatec e Compotec  operano nell’ambito della filiera nautica e dei materiali compositi come fornitori di conoscenza, luoghi dell’incontro professionale tra domanda e offerta per i professionisti dei rispettivi settori e sin dai loro esordi propongono una convegnistica ricca di contenuti di alto profilo tecnico che affrontano temi relativi alle nuove dinamiche del mercato della nautica e dei compositi.

Seatec-CompotecAcademy è un campus dedicato all’aggiornamento professionale del settore, una struttura qualificata in grado di organizzare corsi, seminari, conferenze tematiche, tavole rotonde, convegni incentrati sulla formazione professionale in ambito nautico e navale e dei materiali compositi, che proseguano idealmente i percorsi già istituzionalizzati dalle Università che hanno dipartimenti e scuole attinenti all’ingegneria navale e nautica, l’architettura navale e i numerosi campi di applicazione dei  compositi come Genova, Trieste, Napoli e La Spezia.

Oltre all’obbligo di formazione continua, comunque, l’attività formativa di Seatec-Compotec Academy riveste un valore concreto e attuale in termini di approfondimento, aggiornamento professionale, apprendimento scientifico, miglioramento del proprio bagaglio professionale, per tutti coloro che si dedicano al settore cui tali iniziative sono dedicate, e al contempo assolve al ruolo di connessione tra la cultura tecnica e il mondo della produzione e la filiera dei fornitori dei vari settori.

Con il convegno “Nuove frontiere per la riduzione delle emissioni”, l’ingegnere Enrico Ursomando, responsabile di Rina Academy, esaminerà tutte le soluzioni attualmente allo studio per abbattere le emissioni dei grandi motori: batterie, lavaggio fumi, combustibili alternativi, GNL (gas naturale liquefatto), motori a celle a combustibili, mentre Fincantieri presenterà lo studio compiuto insieme a Cetena per una nave a emissioni totalmente zero, un progetto che verrà sviluppato nei prossimi anni. 
A cura dell’ingegnere Maurizio Archetti, di Ecospray verrà esaminato in dettaglio il problema della limitazione e controllo delle emissioni dei grandi motori marini con soluzioni proposte dalla stessa Ecospray e soluzioni applicate dal cantiere Tankoa a cura dell’architetto Andrea Parodi, e nello yachting di produzione a cura degli ingegneri Michelangelo Casadei del Ferretti Group, Paolo Bertetti, di Sanlorenzo, Giorgio Gallo del Rina e Stefano Pagani di Ucina.
Le soluzioni non sono dietro l’angolo e richiederanno notevoli investimenti da parte dei cantieri, ma anche dei produttori di motori come Volvo, Man, Mtu e Caterpillar che potranno presentare le loro soluzioni studiate in-house.

Il tema della filiera logistico/portuale con il ruolo della portualità nel Tirreno centro-settentrionale per l’economia italiana ed europea e l’analisi delle specializzazioni dei porti del medio e alto Tirreno aprirà la convegnistica delle edizioni 2019 di Seatec e Compotec completato dall’analisi dell’intermodalità e della logistica retroportuale nel sistema di trasporti del medio e alto Tirreno.

Altri due temi di scottante attualità sono l’analisi dell’economia circolare e del relativo riciclo dei materiali, strettamente connesso allo smaltimento delle imbarcazioni non più usabili. 

Nel quadro dell’analisi del sistema portuale turistico verrà analizzato il problema della burocrazia che frena l’evoluzione dei marina. Il recente caso della tempesta in Liguria dei danni che ha causato sarà un argomento portante dell’analisi. A questo convegno parteciperà anche l’assessore al Demanio e al Turismo della regione Toscana Stefano Ciuoffo.

Le ultime notizie di oggi