Home > Regate > GC32 Racing Tour > Il vento forte impone uno stop alla GC32 Villasimius Cup

Il vento forte impone uno stop alla GC32 Villasimius Cup

 Stampa articolo
GC32 Villasimius Cup
GC32 Villasimius Cup

Vento forte e mare molto mosso hanno imposto uno stop forzato alla prima giornata della GC32 Villasimius Cup nella bella località della Sardegna meridionale. Il campo di regata della seconda tappa del GC32 Racing Tour 2017 è molto diverso da quello che gli equipaggi hanno sperimentato sul lago di Garda lo scorso mese per la tappa di debutto del circuito. 

l Marina di Villasimius è situato su una penisola orientata nord/sud, con Capo Carbonara come estremità della parte sud-orientale della Sardegna. Il presidente del comitato di regata Stuart Childerley spiega come siano maturate le sue decisioni: “Speravo di poter portare la flotta oltre il capo e nella parte orientale della penisola per cercare ridosso dalle onde che sono andate aumentando nel corso del pomeriggio, e il vento ha raggiunto punte di 31 nodi sulla raffica. Tuttavia il vento è girato ulteriormente da sud e non c'era possibile di scappare dal mare mosso. E quindi siamo stati costretti a cancellare le regate in programma per oggi.”

Il tedesco Boris Hermann, componente dell'equipaggio di Malizia – Yacht Club de Monaco si è trovato pienamente d'accordo con la decisione di non rischiare, dato che alcuni dei suoi compagni sono stati vittime di piccoli incidenti durante le sessioni di allenamento, incluso lo skipper Pierre Casiraghi, che oggi è comunque tornato in forma. “Pierre è stato catapultato in avanti quando la barca si è fermata di colpo e si è fatto male alla schiena” ha spiegato Boris Hermann. “Comunque il campo di regata ci piace molto, credo che lunedì, quando il vento era da nord e il mare era piatto ho passato la giornata migliore mai vissuta a bordo di un GC32. La temperatura dell'acqua è incredibile, il vento è caldo e l'ospitalità eccellente.”

Le previsioni meteo per giovedì non sembrano lasciare molto ottimisti, e gli organizzatori dovranno prendere sicuramente altre decisioni non facili. Lo skipper di Armin Strom e presidente della classe GC32 , Flavio Marazzi, ha commentato: “Abbiamo fatto regate con onde alte un metro e mezzo, queste arche sono divertenti ma non possono essere spinte troppo oltre il limite. Il confine fra rompere e andare veloce è molto labile, ed è il segreto della vittoria.”

Questa mattina lo skipper spagnolo Iker Martinez, con due medaglie olimpiche e diverse partecipazioni alla Volvo Ocean Race è stato il “padrone di casa” dell'evento ‘GC32 for Kids’ dedicato ai più piccoli. Lo skipper di Movistar-Ventana Group ha incontrato alcuni bambini e ha mostrato loro la barca, spiegando come si naviga e si regata su queste barche velocissime. “Abbiamo avuto bambini ospiti del resort Valtur Tanka e che frequentano la sede della Lega Navale Italiana Sezione di Villasimius,” ha detto Martinez. “Quando ami quello che fai è sempre bello condividere, specialmente con i bambini.”

Questa sera gli equipaggi si ritroveranno per gustare prodotti locali di questo spettacolare angolo di Sardegna e, di certo, incroceranno le dita per un netto cambiamento delle condizioni meteo.

Le ultime notizie di oggi