Barcolana

Barcolana

Barcolana presented by Generali avviato lo screening Anti-Covid

Sport

10/10/2020 - 21:16

Trieste, 9 ottobre 2020 - Barcolana presented by Generali entra nel vivo in un venerdì di vento leggero e tante storie da raccontare. La prima è naturalmente legata alla situazione contingente: al Molo IV è partito stamani lo screening per Covid 19 dell’Azienda Sanitaria sugli equipaggi con più di 8 persone e sugli iscritti stranieri. Fino a domani alle 19 i team che si sono prenotati al call center Barcolana effettueranno il tampone rapido. Grazie al lavoro congiunto di Regione FVG, Azienda sanitaria ASUGI, Protezione Civile, saranno oltre 800 i test in programma nella giornata di oggi. I primi a sottoporsi al test, stamani, sono stati i velisti di Portopiccolo Prosecco Doc: metà dell’equipaggio del supermaxi era puntuale alle 9 all’appuntamento, l’altra metà - il team del circuito Persico 69F - si sottoporrà domani al test. Nei primi 90 minuti sono stati realizzati 128 test rapidi, senza alcun positivo rilevato. “Ancora una volta - ha dichiarato Mitja Gialuz - l’impegno di molte persone, dai volontari alle istituzioni, ha permesso a Barcolana di aprire un percorso. È stato molto complesso organizzare lo screening: si tratta del primo esempio di una strada da percorrere insieme per rendere sicuri gli eventi e per permettere che si possano realizzare. Chiediamo ai velisti di aiutarci a vincere questa sfida, presentandosi puntuali all’appuntamento e dedicando a questo passaggio il tempo e l’attenzione necessari, seguendo le istruzioni dei sanitari”.

Con vento leggero stamani continuano le attività di Barcolana FUN by Siram Veolia: sono già una ventina gli appassionati che hanno appreso i rudimenti della vela foil a bordo dei Persico 69F. Mattina foil anche per il Nastro Rosa, approdato con la sua carovana ieri a Trieste, che ha messo in acqua per una serie di esibizioni i kite surf e i piccoli catamarani.

L’UNIVERSITÀ DI TRIESTE ARMA LO SKIFF…IN LEGNO - Intanto anche l’Università di Trieste scende in barca, e lo fa grazie all’ingegno degli studenti di ingegneria. Chi l’ha detto, infatti, che il legno è “solo” il materiale delle barche tradizionali? Gli studenti della facoltà di Ingegneria Navale di Trieste hanno progettato e realizzato uno scafo di 4.7 metri di lunghezza che punta alla massima velocità: uno skiff - ovvero, una barca armata di terrazze, con un particolare design della chiglia - tutto in legno che avrà il compito di partecipare e ben figurare alla prossima edizione della 1001VelaCup, il circuito universitario di regate a dimensione europea a cui gli equipaggi di studenti possono partecipare con scafi autocostruiti. L’università di Trieste partecipa al progetto con Audace Sailing Team, che sarà protagonista alle regate ma ha scelto Barcolana 52 Presented by Generali per promuovere il proprio progetto: la prima barca è stata presentata oggi, venerdì 9 ottobre alle 12.30 in Piazza Unità. “Abbiamo scelto di supportare questo progetto - ha dichiarato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano Mitja Gialuz - con l’obiettivo di dare ancora maggiore valore alla collaborazione che abbiamo con l’Università di Trieste, e per sostenere questi giovani progettisti-velisti. Hanno tutti grandi ambizioni e grandi competenze tecniche oltre che sportive, e la loro sfida è quella di costruire uno scafo solo con materiali ecosostenibili, sfida che ben si sposa con Barcolana e i suoi contenuti ambientali”. Leggi tutto il comunicato stampa qui.

ASPETTANDO MATTOTTI - DONNE IN BARCOLANA: AUGURI AL POISON, L’IMPEGNO DI MIRELLA POWERED BY WIQO, L’ESORDIO DI OLIVIA, LA FORMAZIONE DI LARISSA E LA GIOVANISSIMA LINUSSI AL TIMONE DI ANEMOS - Nell’anno in cui il manifesto della Barcolana ritrae una giovane donna al timone lungo il percorso della Barcolana, le donne sono protagoniste in regata più che mai. Si parte dagli auguri al Poison, uno degli equipaggi femminili (ma non solo: perché tanti uomini sono stati ospitati a bordo del piccolo Ufo triestino) più longevi di Trieste, che in questa Barcolana compie dieci anni: equipaggio perfetto per interpretare il concetto di diversity&inclusion, ideato da Francesca Settimo e Carlotta Cabiati sarà al via in Barcolana e Barcolana By Night sostenendo e promuovendo la Lilt. Parte invece da Portopiccolo Mirella powered by WiQo: a guidarlo in Barcolana è la navigatrice Margherita Pelaschier per conto dell’armatrice Mirella della Valle. Lo splendido sloop di 14 metri di lunghezza scende in acqua con un messaggio per tutte le donne sulla cura e idratazione della “pelle sportiva” e la necessaria protezione, in tutte le stagioni, dal sole. Mirella powered by WiQo sarà al via anche della Barcolana Classic, domani mattina. E poi c’è l’esordio di Olivia, la “mini Paoletti”: mamma (olimpionica) Giovanna Micol ha predisposto l’esordio ufficiale in Melges24 a bordo di “Strambapapà”. Un’altra velista olimpionica Larissa Nevierov, si dedica invece alla formazione delle giovanissime atlete della Sistiana89: saranno a bordo di un piccolo e agguerrito scafo della classe Zero. La derivista della SVBG Alice Linussi, invece, esordirà al timone di una barca d’altura, l’80 piedi Anemos. E ancora l’anconetana Claudia Rossi: sarà a bordo della barca di famiglia, il bellissimo supermaxi Woodpecker Cube.

L’APPUNTAMENTO CON IL MANIFESTO - Tornando a Lorenzo Mattotti, l’autore del manifesto di Barcolana52 realizzato per illycaffè, sarà ospite di Barcolana oggi e domani. Assieme al direttore creativo di illycaffè, Carlo Bach, Mattotti illustrerà il manifesto della regata domani, sabato 10 ottobre, alle 18.30 in Piazza Verdi nell’ambito dell’evento Barcolana - un mare di racconti. Per partecipare è necessario prenotarsi sul sito ufficiale di Barcolana.

ARPA IN BARCOLANA - “Insieme per il mare e l’ambiente” è la nuova proposta di Arpa FVG per la 52^ edizione della Barcolana, un'iniziativa pensata per parlare con un ampio pubblico di mare e di ambiente. Sulle Rive è ormeggiata la motonave Effevigi, una piccola unità oceanografica dotata di due diversi laboratori che consente all’Agenzia regionale per l’ambiente di raccogliere dati, osservazioni e campioni biologici lungo tutto il Golfo di Trieste al fine di determinarne la qualità ambientale ed ecologica. 

I tecnici e i marinai Arpa hanno raccontare in diretta radiofonica le strumentazioni e l’organizzazione di bordo, le modalità di raccolta dei campioni, le osservazioni dell’ambiente marino e di tutto ciò che lo caratterizza e lo rende unico. 

Sabato 10 ottobre alle 20 è in programma in Piazza la proiezione de "Le voci del vento" di Tommaso Lessio, il nuovo video prodotto sempre da ARPA in collaborazione con la mediateca Cinemazero di Pordenone. 

advertising
PREVIOS POST
Per Arca SGR e’ l’ora della sfida per il Trofeo della Barcolana
NEXT POST
Melges 20 World Championship, nel day 2 Brontolo allunga le distanze