Home > Istituzioni > Marina Militare > Terza tappa della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale

Terza tappa della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale

 Stampa articolo
Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno
Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno

Inizio della terza tappa dell’ITALIA CUP classe LASER, proseguono le visite su Nave Italia.

advertising

Alla Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno entrano in scena gli equipaggi delle accademie navali estere. Ben 25, quest’anno, provenienti da quattro continenti (ha dato forfait all’ultimo momento l’Arabia Saudita); 117 le presenze, 81 delle quali componenti dei vari equipaggi (tra questi anche 14 marinaie) che da domani e fino al 30 aprile (1 maggio giorno di eventuale recupero) animeranno la SVIANCL regatando nella NAVAL ACCADEMIES REGATTA (NAR) classe TRIDENT 16 davanti Terrazza Mascagni. La competizione si svolgerà con il formato innovativo e particolare ideato dalla LEGA ITALIANA VELA (LIV): ogni giorno avranno luogo diverse regate brevi, a batterie di nove derive monotipo, con lo spettacolare avvicendamento in movimento degli equipaggi in mare. Queste le nazioni presenti a Livorno: Bahrain, Bulgaria, Cina, Ecuador, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giordania, Gran Bretagna, Grecia, India, Lettonia, Marocco, Messico, Norvegia, Olanda, Polonia, Qatar, Romania, Serbia, Spagna, Sri Lanka, Tunisia, Turchia. A completare il lotto delle partecipanti, due equipaggi italiani in rappresentanza dell’Istituto di formazione degli Ufficiali della Marina Militare italiana. Da sottolineare la presenza della Lituania, alla sua prima partecipazione assoluta alla SVI, e la conferma dello Sri Lanka nonostante gli ultimi eventi accaduti.
A testimonianza della rilevanza internazionale dell’evento anche la partecipazione dei comandanti di tre accademie navali estere, Egitto, Polonia e EMIRATI ARABI UNITI (UAE).
Prima di armare le rispettive imbarcazioni per una sessione di allenamenti, i rappresentanti delle Accademie Navali dei Paesi partecipanti hanno salutato, come da tradizione, la città di Livorno con una parata per le vie del centro fino a Palazzo del Municipio dove sono stati ricevuti dalla vice sindaco Stella Sorgente. 
Intanto la Regata Accademia Navale (RAN) è entrata nella sua fase calda: alle 2 e 38 del 26 aprile, il Grand Soleil 46S Solete di Claudio Paoli è stata la prima imbarcazione delle partenti a transitare dal cancello di Porto Cervo, primo passaggio obbligato della regata d'altura di oltre 600 miglia. Allo scafo, battente il guidone dello Yacht Club Livorno, andrà il Trofeo One Ocean, offerto dallo Yacht Club Costa Smeralda alla prima imbarcazione in tempo reale a transitare nelle acque antistanti Porto Cervo. Il premio rientra nel progetto di tutela dell’ambiente Forum One Ocean organizzato dallo stesso YC Costa Smeralda nel 2017 per il suo 50° anniversario culminato nel codice etico comportamentale per la salvaguardia e tutela dell’ambiente marino chiamato Charta Smeralda e che verrà sottoscritta da Marina Militare, Comune di Livorno e Comitato Circoli velici livornesi il prossimo 29 aprile in occasione del convegno sulla tutela dell’ecosistema marino dal tema come “preservare il mare - in rotta verso l’acquisizione di una mentalità plastic free”. 
Al momento del passaggio a Porto Cervo, Solete navigava spinto da 16 nodi di vento proveniente da SudOvest. A seguire, alle ore 3.01 con vento in leggero calo, Chaplin, un progetto di Sciarrelli donato alla Marina Militare dalla famiglia Novi, armatrice dello yacht. Terza imbarcazione a transitare a Porto Cervo è stata alle ore 3.01, Argo First 44.7 dell'armatore Luciano Manfredi. Più staccato il Pogo 36 Amarys del francese Eric Vinay, transitato alle ore 10.24. Quindi  Stella Polare e più attardate Hallas e Jamboooh.
Il prossimo passaggio sarà la boa nel Golfo di Napoli, doppiata la quale gli yacht in regata faranno rotta di rientro a Livorno.
Nella giornata odierna è iniziata la terza tappa dell’ITALIA CUP, regata di circuito nazionale classe LASER organizzata dal GRUPPO VELA ASSONAUTICA LIVORNO  in collaborazione con il movimento ITALIA LOVES SICUREZZA con lo scopo di veicolare il messaggio della “Sicurezza come Valore” e il fine di promuovere i Valori della Salute e Sicurezza, per contrastare i comportamenti e le abitudini pericolose a partire dai luoghi di lavoro e arrivare ad ogni ambito sociale. 
Nel pomeriggio sono iniziati gli arrivi delle affascinanti “signore del mare” della regata delle Vele d’epoca presso la Marina Cala de’ Medici (Rosignano), che parteciperanno alle prove valide per il TROFEO ARTIGLIO organizzato dall’ASSOCIAZIONE ITALIANA VELE D’EPOCA (AIVE). Nonché delle Vele latine.
Ieri, 25 aprile, invece si è conclusa la prima competizione della SVI 2019, con il TROFEO J24 LNI LIVORNO, vinto da NOTIFYME-PILGRIM (ITA 498) seguita da Jamaica (ITA 212) e Five For Fighting (ITA 304).
Continuano oggi le visite su Nave Italia, che ieri ha registrato ben 850 visitatori; domani sarà possibile visitarla solo nel pomeriggio perché in mattinata sarà in mare, e visibile da Terrazza Mascagni, sul campo di regata dei Laser.  
Partner dell’evento: Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Benetti, BNL, Cetilar, D’Alesio Group, Marina Cala de’ Medici, Neri Group, Novecento Meccanografiche, Offshore LNG Toscana, Porto di Livorno 2000.  

Le ultime notizie di oggi