Home > Accessori > North Sails > Parlando dei record di M5 e delle sue vele realizzate da North Sails

Parlando dei record di M5 e delle sue vele realizzate da North Sails

 Stampa articolo
M5
M5

La prima vela realizzata per il famoso super yacht a vela è stata una staysail pannellata in spectra/carbon con una superficie di circa 300 metri quadri.

advertising

Nel 2016 North Sails ha fornito un Jib Top in 3DI con misure importanti: luff di metri 68.80 e LPG di metri 23.66 per circa 830 metri quadri di superficie totale.

L’anno scorso per M5 è stato costruito un genoa reacher in 3DI con luff di metri 81.53 e LPG di metri 35.48 per una superficie di circa 1.450 metri quadri e circa 1900 kg di peso. Attualmente le vele sono nel loft di Carasco per essere sottoposte a una manutenzione ordinaria e lavaggio.

La nave subirà un importante refitting presso un cantiere italiano a Marina di Carrara, per cui le vele, superato controllo e lavaggio, resteranno custodite presso il deposito climatizzato North Sails fino a novembre 2019 quando è previsto il nuovo varo.

M5 è disegnata in origine per essere dedicata al charter con prestazioni vicine a quelle dei motoryacht ed ha una abitabilità eccezionale.

Grazie al piano velico sloop con un elevato allungamento ha raggiunto velocità di trasferimento di 19 nodi. Un solo albero ha inoltre consentito di ottimizzare i volumi interni, limitando gli ingombri strutturali necessari per due o più alberi.

E’ costruita, altro primato, in materiale composito, è larga 14,82 metri e ha una immersione che arriva, con la deriva completamente immersa a 10.20 metri. La superficie velica totale con working jib è di 2.385 metri quadri, con il genoa si sale a 3.380 metri quadri. Il suo UPS di 1.833 metri quadri è considerata la vela bianca più grande al mondo.

Il sistema di costruzione 3DI è un metodo di costruzione unico, messo a punto da North Sails e che ne ha consolidato il primato nei mercati dove l’eccellenza della forma deve combinarsi con durata, resistenza alle deformazioni e al tempo. Con il sistema 3DI grazie a una lavorazione unica si realizza il composito dando al contempo la sua forma tridimensionale.

Le ultime notizie di oggi