Home > Istituzioni > Marina Militare > Accademia Navale di Livorno: il primo giorno della Regata

Tag in evidenza:

Accademia Navale di Livorno: il primo giorno della Regata

 Stampa articolo
Al via la Regata dell’Accademia Navale di Livorno
Settimana Velica Internazionale, al via la Regata dell’Accademia Navale di Livorno

Nella mattinata del 24 aprile ha preso il via, intorno alle 12.25, la Regata dell’Accademia Navale (Ran), una delle grandi novità di questa edizione della Settimana Velica Internazionale. La manifestazione è organizzata dallo Yacht Club Livorno in collaborazione con lo Yacht Club Costa Smeralda. La gara è valida come tappa di qualificazione per la regata “Madeira Race 950”. Le nove imbarcazioni partecipanti dovranno percorrere 604 miglia e durante la navigazione toccheranno le seguenti località: Isola di Gorgona, Porto Cervo, Isola del Giglio, Isola di Palmarola e Isola d’Elba.

Il primo giorno – Fin dalle prime miglia, My Song, una cruiser racer di 40 metri considerata all’avanguardia in termini di tecnologia e design, ha iniziato a fare il vuoto dietro di sé incrementando il vantaggio sulle dirette inseguitrici con il passare del tempo. L’imbarcazione dell’armatore Pier Luigi Loro Piana ha raggiunto la Gorgona intorno alle 15.30 con un vantaggio su Trilogy di oltre tre miglia. My Song ha “passato” l’isola un’ora dopo dirigendo la prua verso l’Elba. Arrivata all'altezza della Capraia il suo vantaggio su Trilogy, grazie anche ad una velocità media di 9 nodi, è aumentato a dieci miglia. Al momento niente sembra potersi interporre tra l’imbarcazione capolista e la vittoria finale.

Il saluto del presidente – Prima della gara, si è tenuto il consueto race briefing nella sede dello Yacht Club Livorno. Il presidente Gian Luca Conti si è detto entusiasta della manifestazione: “Spero che questa regata possa diventare sempre più importante con l’incremento del numero delle imbarcazioni partecipanti. Siamo orgogliosi dei nove equipaggi in gara perché rappresentano altrettanti modi diversi di intendere la vela. Vorrei ringraziare l’ammiraglio dell’Accademia Pierpaolo Ribuffo per l’aiuto che ci ha dato nel pianificare la regata, l’ammiraglio della Capitaneria di porto Giuseppe Tarzia senza il quale non sarebbe stato possibile organizzare nulla, il sindaco Filippo Nogarin per quanto ha investito su questa competizione e l’Aeronautica militare per tutte le informazioni che ci ha dato sul meteo”. 

Le ultime notizie di oggi