Home > Istituzioni > Lega Navale Italiana > Un mare di vele per Illuminare il Futuro

Tag in evidenza:

Un mare di vele per Illuminare il Futuro

 Stampa articolo
Il manifesto dell'iniziativa "Illuminiamo il futuro"

Sabato 14 maggio alle h 13, a Palermo, si terrà l’evento “Un mare di vele per Illuminare il Futuro” con il quale la Lega Navale Italiana - Sezione Palermo Centro e l’associazione Lisca Bianca in collaborazione con il Laboratorio ZEN Insieme, il Centro TAU e l’Associazione Apriti Cuore aderiscono alla campagna Illuminiamo il Futuro di Save the Children, per contrastare la povertà educativa in Italia.

In Italia oltre 1 milione di bambini vive in povertà assoluta, ovvero senza beni e servizi indispensabili per condurre una vita quotidiana accettabile. Ma c’è anche un’altra povertà, ugualmente grave e drammatica: la povertà educativa, ovverossia la mancanza di opportunità formative per i bambini. Una povertà che li priva delle opportunità di costruirsi un futuro o anche solo di sognarlo; una povertà, che privando i bambini delle opportunità di crescita e formazione, ne ipoteca il futuro producendo la povertà economica di domani.

Con la loro adesione alla campagna Illuminiamo il futuro di Save the Children, Lega Navale Italiana e l’Associazione Lisca Bianca vogliono contribuire, così, al perseguimento dei tre obiettivi che la campagna si è proposta di perseguire entro il 2030: far sì che tutti i bambini possano apprendere, sviluppare talenti e aspirazioni, che possano aver accesso ad un’offerta educativa di qualità e che si possa eliminare la povertà minorile.

In questa cornice si inserisce l’evento “Un mare di vele per illuminare il futuro” organizzato e promosso a Palermo e rivolto a gruppi di giovani con la partecipazione del “laboratorio zen insieme”, il “centro tau” e “associazione apriti cuore”. L’obiettivo è quello di trascorrere una giornata al mare permettendo ad alcuni giovani di provare per la prima volta l’emozione di andare in barca a vela. Dopo un primo breve momento di conoscenza della terminologia e nomenclatura dell’imbarcazione, si formeranno gli equipaggi ed i ragazzi, supportati dagli istruttori e dai tutor, si cimenteranno nelle varie manovre e nei diversi ruoli. Alla fine è previsto un momento di debriefing per raccogliere e confrontare l’esperienza vissuta.

Anche la vela può essere uno strumento utile per contrastare la povertà educativa nell’ottica di una Vela solidale come dimostrano le tante esperienze portate avanti dalla Lega Navale e da Lisca Bianca: “navigare per imparare a stare insieme, per riscoprire valori importanti e fondamentali come la collaborazione, l’aiuto reciproco, la solidarietà, il senso di responsabilità verso gli altri, l’amore per la natura” - hanno dichiarato gli organizzatori – che auspicano “di poter dare così un contributo concreto alla creazione sul territorio di vere e proprie comunità educanti, insieme a Save the Children e alle altre realtà territoriali”.