Home > Istituzioni > Guardia Costiera > Guardia Costiera: Campagna Nazionale di sensibilizzazione ambientale

Tag in evidenza:

Guardia Costiera: Campagna Nazionale di sensibilizzazione ambientale

 Stampa articolo
Campagna Nazionale di sensibilizzazione ambientale
Campagna Nazionale di sensibilizzazione ambientale

La cerimonia odierna è stata incentrata sulla presentazione dei risultati della Campagna Nazionale di sensibilizzazione ambientale, realizzata dal Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, su mandato della Direzione Generale per la protezione della natura e del mare del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, nonché sulla premiazione delle classi vincitrici il Concorso “Ausiliario della Guardia Costiera”.

advertising

Tale progetto, realizzato dal personale dei Comandi territoriali della Guardia Costiera, attraverso un’azione coordinata a livello centrale dal Reparto Ambientale Marino del Comando Generale del Corpo, è stato rivolto alle scuole con l’obiettivo di trasmettere alle giovani generazioni l’importanza della tutela dell’ambiente marino-costiero e della salvaguardia della sua biodiversità dai danni causati dall’inquinamento.

Per un più efficace perseguimento del mandato ministeriale è stata richiesta la collaborazione del Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca, da cui è scaturita la stipula di un Protocollo di Intesa tra il citato Dicastero, la Direzione Generale PNM e il Comando Generale.

La Campagna di sensibilizzazione ambientale ha avuto quali principali obiettivi:

Ø  la realizzazione di un ciclo di conferenze presso gli Istituti scolastici Secondari di Primo e Secondo grado  su tematiche in materia di tutela dell’ambiente marino-costiero;

Ø  il coinvolgimento nell’attività divulgativa di Enti gestori di Parchi nazionali ed Aree Marine Protette, Associazioni ambientaliste e civiche Amministrazioni per l’organizzazione di eventi/attività correlate alla Campagna Nazionale;

Ø  la promozione di un concorso denominato “Ausiliario della Guardia Costiera”, rivolto agli alunni coinvolti nella campagna nazionale.

All’attività nazionale di sensibilizzazione, che si è conclusa al termine dello scorso anno scolastico, hanno partecipato oltre 800 istituti scolastici e quasi 55 mila alunni. Più di 2.000 sono state le ore dedicate alla divulgazione, oltre 700 le conferenze, 1.900 i militari della Guardia Costiera impegnati.

Al concorso, che prevedeva la realizzazione di un elaborato sull’approfondimento nel proprio territorio degli ambiti tematici trattati hanno partecipato circa 100 scuole, per un totale di oltre 1.700 alunni.

Presenti alla cerimonia i Ministri dell’Ambiente e dell’Istruzione, Sergio Costa e Marco Bussetti, il Comandante Generale della Guardia Costiera Giovanni Pettorino, il Segretario Generale del Ministero dell’Ambiente Silvana Riccio, il Direttore della Direzione generale per la protezione della natura e del mare del Ministero dell’Ambiente Maria Carmela Giarratano, il Capo Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera Aurelio Caligiore.

“Con questa campagna nazionale – afferma il ministro dell’Ambiente Sergio Costa – il personale della Guardia Costiera ha profuso uno straordinario impegno nell’educazione ambientale, comunicando alle nuove generazioni l’importanza di quanto sia necessario prendersi cura oggi di quella risorsa preziosa che è l’ambiente. Il nostro obiettivo rimane quello di rafforzare l’educazione ambientale nelle scuole, come abbiamo iniziato a fare grazie a un Protocollo siglato con il Miur. Sono persuaso che non ci siano migliori ambasciatori delle aree protette di questi ragazzi che premiamo oggi che andranno a visitarle e torneranno con gli occhi e con il cuore carichi delle meraviglie della natura”.

Il Ministro Bussetti ha sottolineato che "i nostri giovani devono essere abitanti consapevoli del mondo. Non avere rispetto per il mondo circostante equivale a rinnegare la propria identità di essere umani. Senza sostenibilità non c'è futuro e noi dobbiamo essere sicuri di aver fornito a ogni bambino e a ogni ragazzo che si forma nei nostri istituti un'educazione di qualità anche su questi temi. Ogni giovane deve sapere che anche un piccolo gesto quotidiano può fare la differenza"

“La tutela dell'ambiente marino – afferma il Comandante Generale Ammiraglio Giovanni Pettorino – è uno dei compiti principali che la Guardia Costiera svolge alle dirette dipendenze del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con uomini e donne specializzati in materia. Nella Campagna nazionale di sensibilizzazione ambientale sono stati impiegati 1900 militari del Corpo che hanno svolto più di 700 conferenze, incontrando 55.000 studenti su tutto il territorio nazionale. La prevenzione resta un elemento fondamentale per tutelare l’ambiente marino e, a tale scopo, l’attività di sensibilizzazione svolta dalla Guardia Costiera è principalmente rivolta ai giovani, i quali, ascoltano attentamente quando si parla di ambiente, perché ambiente significa futuro”.

Le ultime notizie di oggi