La stagione 2021 della motonautica, il ritorno della Pavia Venezia

Al via la 69° della Raid Motonautico Internazionale Pavia Venezia

Sport

Da FIM
04/06/2021 - 08:55
advertising

Grande attesa per il Raid Motonautico Internazionale Pavia Venezia, che torna ad essere disputato dopo dieci anni di assenza.

Questa 69° edizione, organizzata come da tradizione dalla ASD Motonautica Pavia, in collaborazione con l’Associazione Motonautica Venezia, si svolgerà domenica 6 giugno 2021 e vedrà ai nastri di partenza numerose categorie di scafi: Imbarcazioni da Corsa specialità Circuito Catamarani Formula e tutte le categorie corsa oltre 500 cc costruite dopo il 1990; Imbarcazioni da diporto fino a 9,9 mt. la cui velocità di crociera non sia inferiore ai 60 Km/ora; scafi Offshore Classe 3 e scafi Endurance Gruppo B-tutte le categorie; presenti anche le Moto d’acqua Endurance, i Racer Storici fino a 250 cc, gli Idroscivolanti a elica aerea e gli sciatori nautici.

La gara, che si snoda su un itinerario di oltre 413 km, quest’anno non partirà da Pavia come da tradizione ma prenderà il via invece da Monticelli d’Ongina in località San Nazzaro (Piacenza), presso la sede della ASD Motonautica San Nazzaro.

Questo spostamento si è reso necessario a causa delle avverse condizioni idrometriche del fiume Po nelle vicinanze di Pavia, che hanno imposto alla FIM ed agli organizzatori di trovare all'ultimo momento un luogo adatto per la partenza e che al tempo stesso garantisse il più possibile le necessarie condizioni di sicurezza per i piloti.

Partenza, dunque, da Monticelli d’Ongina e arrivo a Brondolo-Chioggia (Venezia) nella stessa giornata; un percorso lungo, difficile e pieno di insidie ma al tempo stesso estremamente affascinante.
Il Raid sarà infatti come sempre uno spettacolo da vivere e da vedere, una sfida, per piloti e cantieri coinvolti, coraggiosa, esaltante e al tempo stesso sicura. La Federazione Italiana Motonautica ha infatti predisposto per il Raid un Regolamento che garantisce alla manifestazione i più rigidi standard vigenti in materia di sicurezza, anche grazie all’utilizzo della tecnologia satellitare, senza, al tempo stesso, mortificare lo spirito agonistico e diportistico che questo Raid ha da sempre nel suo dna.

Tanti gli equipaggi iscritti, tra cui anche grandi nomi della motonautica e dello sport mondiale.

Tre i Trofei assegnati ai concorrenti all’interno del gara: la “Coppa Teo Rossi di Montelera” che viene data al concorrente che nel tratto cronometrato “Revere-Pontelagoscuro” lungo 55 km avrà raggiunto la velocità media più alta. Il “Trofeo Vincenzo Balsamo”, istituito dalla F.I.M. e dedicato alla memoria del primo realizzatore del Raid Pavia-Venezia, che viene assegnato al pilota che avrà effettuato il percorso del Raid e che sarà stato classificato con una media superiore alla migliore ottenuta per la sua categoria e classe nei precedenti Raid a partire dal 30°.
Infine, il “Trofeo Raid Classic “ a riconoscimento storico-sportivo, è riservato alle barche da corsa storiche costruite prima del 1990. Sarà premiata la miglior classificata di ogni categoria.

advertising
PREVIOS POST
Mare Aperto Foods conferma impegno per l’ecosistema marino
NEXT POST
Mercato dei superyacht: cosa fanno a Miami per incentivarlo