Home > Comunicazione > Press Mare > Traffico illecito di rifiuti a Messina: assolto Antonio Palumbo

Tag in evidenza:

Traffico illecito di rifiuti a Messina: assolto Antonio Palumbo

 Stampa articolo
Antonio Palumbo
Antonio Palumbo

Le motivazioni della sentenza di non colpevolezza di Antonio Palumbo, patron del gruppo industriale navalmeccanico Palumbo SpA, emessa dalla Corte di Appello di Messina nel processo d’appello su un presunto traffico illecito di rifiuti, saranno depositate entro 90 giorni. Il verdetto, emesso lo scorso 14 ottobre, ha così completamente ribaltato il precedente giudizio del Tribunale del capoluogo siciliano, risalente al 16 gennaio del 2019, relativo alla cosiddetta vicenda dello smaltimento del grit nel Cantiere Navale Palumbo di Messina. I fatti risalivano al 2011 quando la Forestale scoprì nella zona Falcata scarti di lavorazione di cantieri. Scattarono quindi gli accertamenti delle Fiamme gialle che portarono alle accuse di irregolarità nelle operazioni di smaltimento, affidate ad una ditta esterna specializzata.

advertising

L’imprenditore partenopeo, era stato coinvolto nell’inchiesta in cui erano contestati i reati di associazione per delinquere, traffico illecito di rifiuti, disastro ambientale… perché all’epoca dei fatti rivestiva il ruolo di legale rappresentante della società. Nel terzo grado di giudizio, nel quale è stato difeso dagli avvocati Giro Sepe e Giulia Bongiorno, è stato assolto da tutti i reati con la formula piena per non aver commesso il fatto.

A seguito della sentenza di oggi, inoltre, sono state anche revocate tutte le sanzioni interdittive nei confronti della Palumbo SpA, uno dei grandi player mondiali della navalmeccanica italiana, coinvolto con la Palumbo Superyacht anche nella cantieristica delle grandi unità da diporto.

Nato nel 1967 come un cantiere di carpenteria e carpenteria metallica per supportare l'industria locale delle riparazioni navali, Palumbo SpA è oggi un gruppo industriale che può contare su ben 8 cantieri dislocati nel Mediterraneo, dove dà lavoro a più di 1.500 persone fatturando oltre 200 milioni di euro.

Il Cantiere Navale Palumbo di Messina è una shipyard acquisita nel 2006 che la Palumbo SpA utilizza come importante sito di supporto per il refit, la riparazione, la manutenzione e la conversione di navi di ogni tipo e dimensione, fino a 268 m di lunghezza.

Le ultime notizie di oggi