Alessio Bernabò alla 151 Miglia con un equipaggio parasailing

Alessio Bernabò alla 151 Miglia con un equipaggio parasailing

Alessio Bernabò alla 151 Miglia con un equipaggio parasailing

Sport

29/05/2024 - 09:23

Reduce dalla recente vittoria nella RAN630, dove il suo class40 Vaquita si è aggiudicato la Line of Honours, Alessio Bernabò è pronto per guidare un’equipaggio totalmente para sailing alla 151miglia. Insieme ad Alessio ci saranno Davide Di Maria, Roberto Cavicchi e Emiliano Giampietro, tutti atleti di alto livello. Si tratta di un evento storico per la regata: mai prima d’ora un equipaggio totalmente composto da atleti con disabilità ha gareggiato alla pari con gli altri equipaggi, e in generale sarà la prima esperienza italiana di questo tipo. Un’iniziativa che si concretizza all’interno del progetto #adifferentsailingproject ideato proprio da Bernabò che da tanti anni porta avanti la sua idea di inclusione attraverso la vela. 

Un messaggio di inclusione e sfida

Alessio è skipper e istruttore di vela e ha curato diversi corsi di vela solidale nella sua seconda casa, la Toscana; dal 2016 partecipa come skipper a diverse regate offshore nazionali e internazionali. Da queste esperienze fatte in solo, doppio o con equipaggio, è maturata in lui l’idea di poter formare e guidare un equipaggio totalmente para sailing per le regate d’altura “perché le regate d’altura sono un momento gioioso e feroce, fatto di miglia di mare aperto e navigazione in cui prevalere, e in cui la disabilità opportunamente organizzata può scomparire, un momento e un luogo in cui se non tutto è possibile molto dell’impossibile lo è.”

Con #adifferentsailingproject questa idea sta diventando realtà e vedrà proprio nella 151miglia il suo banco di prova.

Un equipaggio d’eccezione

A bordo ci saranno atleti di grande talento ed esperienza. 

Davide di Maria è stato per due volte campione CICO.

Roberto Cavicchi è campione di para snowboard e si occupa anche di para windsurf.

Emiliano Giampietro istruttore e atleta di alto livello del settore FIV para sailing.

Insieme ad Alessio sono pronti a dimostrare che la disabilità non è un ostacolo.

 

Un progetto per il futuro

#adifferentsailingproject non si ferma alla 151miglia. L'obiettivo è quello di creare un team para sailing stabile e competitivo che possa partecipare a regate nazionali e internazionali. Il progetto vuole essere un esempio di inclusione e dimostrare che la vela è uno sport davvero per tutti.

PREVIOUS POST
Acrobazie sulla cresta dell’onda, le magiche S di Federico Morisio
NEXT POST
I giovani velisti di Cala Galera vincenti al Lago Trasimeno