Prima navigazione nel lago sotterraneo più grande d’Europa

Prima navigazione nel lago sotterraneo più grande d’Europa

Prima navigazione nel lago sotterraneo più grande d’Europa

Sport

02/04/2024 - 08:01

Da una idea degli sportivi Franco Deganutti e Manuel Vlacich, nel 2024 prosegue il progetto sportivo “The Grand Tour Sailing” che giunge così alla sua terza edizione. Anche nel 2024 la formula è rimasta la stessa: tre tappe, nello stesso anno e con la stessa barca.

La prima tappa prevedeva la navigazione a vela nel lago sotterraneo più grande d’Europa,

il Saint Léonard. Il lago si trova in Svizzera, nel cantone Vallese tra Sion e Sierre nelle Alpi Pennine nel comune di Saint-Léonard. In questa tappa sono state tre le imbarcazioni (Tiwal 3) che si sono calate nelle viscere della grotta per poter navigare nelle acque cristalline del lago in una grotta appena illuminata. I tre sportivi al timone sono stati i due ideatori del format “TGT Sailing”: Manuel Vlacich e Franco Deganutti, con Elisabetta Maffei youtuber e imprenditrice nautica. L’istruttore FIV Luca Ianer ha fornito assistenza tecnica durante l’impresa.

Per quanto si tratti del lago sotterraneo più vasto d’Europa, nella grotta è vietata la navigazione (a eccezione delle barche a remi dedicate ai tour organizzati dalla proprietà). L’ accesso al lago è stato possibile grazie al coinvolgimento della direzione dell’attrazione turistica che è stata quindi aperta, in via riservata, unicamente per la realizzazione dell’impresa degli sportivi italiani. Le imbarcazioni sono state portate dal team fino all’accesso alla grotta, al termine di una lunga scalinata, dove sono state successivamente montate e varate. Per le prime decine di metri non è stato possibile issare l’albero con la vela a causa dell’altezza della grotta limitata a pochi metri, quindi si è proseguito a remi. Raggiunto poi il centro del lago, dove si registra l’altezza massima (ca 12 metri), sono state armate le rande e si è dato il via alla prima navigazione a vela in una grotta, in un circuito tra le boe.

La prossima tappa è prevista ad Ilulissat, in Groenlandia, dove il team avrà come obiettivo la circumnavigazione di un Iceberg. La partenza è prevista per il 10 giugno 2024.

L’intero progetto The Grand Tour ha potuto contare anche per quest’anno sul supporto del Comune di Monfalcone, sede della Società Vela Oscar Cosulich, la società sportiva in cui è nata l’iniziativa, e del marchio “Io Sono Friuli Venezia Giulia” nato per la valorizzazione e promozione delle realtà culturali e sportive del territorio regionale.

L’iniziativa sportiva The Grand Tour di quest’anno è stata intitolata “Prima che sia troppo tardi”. Quest’ultima locuzione vuole richiamare l’attenzione urgente del pubblico su quanto il tema della sostenibilità ambientale stia colpendo, con estrema rapidità, oltre che i mari e gli oceani, anche i fiumi e i laghi di tutto il mondo.

Per questo suo progetto, The Grand Tour, ha ottenuto il patrocinio di One Ocean Foundation, iniziativa italiana di rilevanza internazionale costituita nel 2018 con l'obiettivo di accelerare le soluzioni ai problemi degli oceani ispirando i leader internazionali, promuovendo un'economia blu sostenibile e migliorando la conoscenza degli oceani attraverso l'alfabetizzazione oceanica.

 
PREVIOUS POST
Marcis, Sirena e Cacciotti vincono la nazionale multiclasse catamarani
NEXT POST
Il nuovo Class 40 Musa 4 Dékuple è pronto a navigare con Antal