Home > Cantieri > Cantieri Navali Franchini > La nuova rotta del Cantiere Navale Franchini in anteprima mondiale

La nuova rotta del Cantiere Navale Franchini in anteprima mondiale

 Stampa articolo
Sport Coupé Mia
Sport Coupé Mia

Massimo Franchini, architetto progettista e manager, propone una gamma di motoryacht concepiti e disegnati secondo lo spirito del tempo, ricchi di innovazione e di tecnologie, per traghettare il Cantiere Navale Franchini nella nautica del XXI secolo 4.0 (quattro punto zero).

Quando Massimo Franchini ha deciso di riprendere in mano la matita, di ritornare ad appoggiare la mano sul mouse e le dita sulla tastiera del computer aveva in mente il successo di Emozione 55, oltre trenta unità vendute e naviganti, contese a prezzi elevati nel mercato dell’usato, e allo stesso tempo l’esigenza di proporre una “evoluzione emotiva”, ovvero una lettura contemporanea del concetto di motoryacht, della sua vivibilità, della sua mobilità sul mare e della sua gestibilità, proponendosi di raggiungere ambiziosi obiettivi in tutti quegli ambiti.

Con questo impegno e spinto da una mai sopita ispirazione, Massimo ha attinto a un patrimonio di linee tese, di diedri slanciati, di volumi generosi, dando forma a una gamma di motoryacht che si estende dai 33 ai 77 piedi declinata in tre tipologie: T-Top, Sport Coupé e Flying Bridge, per un totale di nove modelli. Si chiameranno Zoe, Mia e Noah, omaggio a figli e nipoti, unica concessione ai sessant’anni di Massimo. Il resto è innovazione, ricerca, avanguardia. I comuni denominatori della gamma:

· Scafi con superfici diamantate

· Uso intensivo e ragionato di materiali e tecnologie avanzate (carbonio, nanotecnologie, domotica, servosistemi)

· Strutture e parti tecniche a vista

· Tughe rivestite a vetri anche nelle zone cieche

· Parti trasparenti sul fondo di plancette e gavoni che fungano da visori subacquei

· Garage senza pesanti e complicati portelloni idraulici

· Ancora a scomparsa

· Predisposizione per “toys” gonfiabili

· Impianti elettrici a can-bus

· Sistemi di ricarica e generazione multipli con rinnovabili e generatori a giri variabili

· Motorizzazioni Volvo IPS con joy stick di manovra

· Interni particolarmente capienti con layout flessibili per ogni dimensione e altamente personalizzabili

· Materiali di rivestimento inediti e soluzioni arredative ispirate al design più dinamico

Sport Coupé Mia
Sport Coupé Mia

La nuova rotta del Cantiere Navale Franchini è stata resa possibile dall’incontro entusiastico e fattivo tra Massimo ed Eros Cecconi, giovane ed energetico imprenditore marchigiano fortemente impegnato nella produzione di energia da fonti rinnovabili e nell’investimento in start-up e imprese di tecnologia avanzata impegnate ad esempio nelle nanotecnologie o in soluzioni per l’edilizia ad alta efficienza.

La positiva relazione tra il Cantiere Navale Franchini e le aziende del Gruppo Cecconi ha generato una spirale virtuosa di richieste, ricerche e applicazioni, in un efficace mutuo scambio di conoscenze, di obiettivi e di risultati, tutti volti al miglioramento del prodotto e alla ottimizzazione della sua costruzione, della sua qualità costruttiva e della sua sicurezza e praticità d’uso.

Della squadra del Cantiere Navale Franchini fa parte Marcello Maggi, manager della nautica e broker di livello internazionale, con una vasta esperienza di vendita in mercati vicini e lontani, che contribuirà con la sua esperienza pluri decennale al successo commerciale degli Zoe, dei Mia e dei Noha del Cantiere Navale Franchini.

Le ultime notizie di oggi