Azimut Magellano 60

Azimut Magellano 60

Azimut al Singapore Yachting Festival 2024

Superyacht

19/04/2024 - 12:06

Azimut torna al Singapore Yachting Festival, la principale fiera asiatica dedicata allo yachting in programma dal 25 al 28 aprile, dove presenterà per la prima volta in Asia il nuovo Magellano 60.

Questa regione sta diventando sempre più rilevante per Azimut. Infatti, negli ultimi quattro anni il fatturato è cresciuto del 40% con la Serie Grande che registra il maggior numero di vendite: solo per il modello Trideck, due unità sono state recentemente consegnate a Hong Kong e Singapore – hub iconici dello yachting in Asia – e due sono in programma nei prossimi mesi. Questo è reso possibile dalla rete di partner locali presenti in tutta la regione, grazie ai quali Azimut garantisce il miglior servizio ai clienti nelle diverse aree strategiche.

Il mercato di Singapore, in rapida crescita, sta guidando l’espansione del Cantiere in Asia. L’apertura dei nuovi uffici presso One 15 Marina Club di Sentosa e la vendita di due unità di Grande 26M negli ultimi tre mesi sono testimonianza del solido interesse e della crescente domanda nell’area, confermando l’impegno continuo di Azimut nel soddisfare le esigenze dei clienti asiatici.

Enrico Chiaussa, Chief Commercial Officer di Azimut, commenta: “Azimut continua a rafforzare la sua leadership nel mercato asiatico, supportata dalla più ampia gamma di prodotti al mondo – con una flotta di yacht altamente innovativi e apprezzati dai clienti – nonché dalla consolidata rete di Dealer che ora comprende 12 diversi partner integrati sul territorio per un’assistenza mirata ai nostri clienti”.

La prossima edizione del Singapore Yachting Festival vedrà Magellano 60 di Azimut fare la sua prima comparsa in Asia. Crossover caratterizzato da un design senza tempo e linee eleganti, Magellano 60 è pensato per armatori che amano lunghe crociere e che desiderano trascorrere molto tempo a bordo. Su questo modello il Cantiere ha portato gli ultimi sviluppi del dipartimento R&D del Gruppo Azimut|Benetti in tema di riduzione delle emissioni e generale miglioramento della vita a bordo. Infatti, Magellano 60 è l’imbarcazione scelta per i primi viaggi alimentati da HVOlution, il biocarburante prodotto da Eni Live (Eni Sustainable Mobility) con il 100% di materie prime rinnovabili* che, unito alla carena Dual Mode semiplanante ad alta efficienza, ha consentito una riduzione delle emissioni di CO2 well-to-wake superiore all’80% rispetto a uno yacht di dimensioni comparabili alimentato a gasolio fossile. Inoltre, sul Magellano 60 Azimut ha introdotto un nuovo sistema di domotica che porta l’intelligenza artificiale a bordo per una gestione smart della barca, sviluppato dal Cantiere in partnership con Google Cloud e Reply: attraverso una app proprietaria è possibile interagire con lo yacht tramite comandi che consentono di controllare, anche da remoto, diverse funzionalità a bordo.

Accanto a Magellano 60, saranno presenti presso lo stand di Azimut anche un modello di Fly 53 e un Fly 78. Il Fly 53 è un’imbarcazione dalle linee filanti che, già nel segmento dei 50 piedi, nasconde all’interno spazi sorprendentemente ampi, perfetta per chi vuole trascorrere prolungate crociere a bordo in assoluta comodità. Il Fly 78 presenta un layout che offre il massimo in termini comfort e privacy ─ con una netta separazione tra i percorsi di crew e ospiti ─ e grande versatilità della zona giorno, per rispondere alle esigenze dell’armatore contemporaneo.

Inoltre, ormeggiata nella One 15 Marina, Azimut espone anche un’unità di Grande Trideck che, con i suoi 38 metri di lunghezza e i “three decks + One”, propone un layout innovativo. Oltre ai tre ponti, Azimut Grande Trideck presenta un ulteriore ponte galleggiante, noto come Sea View Terrace, sospeso in aria a due metri dall’acqua. La Sea View Terrace esprime il concetto di “+ One”, una nuova idea progettuale e una testimonianza della capacità innovativa di Azimut; questa caratteristica offre all’armatore quattro terrazze a cascata sul mare, uniche per funzione, dimensioni e flessibilità.

Azimut Grande Trideck offre soluzioni innovative anche dal punto di vista tecnologico con la carena D2P® Displacement to Planning di seconda generazione. La combinazione di questa carena e della sovrastruttura in carbonio si traduce in un significativo miglioramento delle prestazioni: minor consumo di carburante, maggiore velocità e maggiore autonomia. Dal concept e dal design all’innovazione in termini di prestazioni e tecnologie, Azimut Grande Trideck è un modello rivoluzionario che rappresenta lo spirito di Azimut.

Con questa line-up, Azimut si prepara ad accogliere la clientela di un mercato fondamentale nel business globale. Con un approccio orientato al cliente e relazioni consolidate con i partner locali, il Cantiere punta a mantenere la posizione di leadership nell’area e a proiettarsi con fiducia verso il futuro.

PREVIOUS POST
Veliamoci: Parasailing regionale, la prima prova del Campionato Zonale Hansa 303
NEXT POST
Sanlorenzo presenta Third Paradise Quick Response