Home > Associazioni > UCINA > Vela:Italia Cup Laser, vento in calando e regata annullata

Vela:Italia Cup Laser, vento in calando e regata annullata

 Stampa articolo

    Vela:Italia Cup Laser, vento in calando e regata annullata
Vela:Italia Cup Laser, vento in calando e regata annullata

 


Genova, 18 marzo 2016-  A partire dalle prime ore del mattino i piazzali dei Saloni Nautici a Genova si sono popolati di centinaia di ragazzi in arrivo da tutta Italia per partecipare alla Italia Cup 2016. La manifestazione, sotto l'egida della Federvela,  è stata organizzata grazie alla collaborazione tra lo storico Yacht Club Italiano e I Saloni Nautici, società partecipata da UCINA Confindustria Nautica e organizzatrice del  Salone Nautico di Genova, prima manifestazione nautica del Mediterraneo. La regata è frutto della cooperazione tra i due enti e i circoli velici genovesi che nell’area della nuova darsena gestita da I Saloni Nautici portano già avanti un’attività continuativa di promozione della vela.

Il percorso di collaborazione tra I Saloni Nautici e le società veliche, iniziato da poco più di un anno, ha già portato ottimi risultati in termini di corsi di vela effettuati per i residenti genovesi, per le scuole attraverso il progetto ministeriale sottoscritto da MIUR-CONI-FIV, come base di allenamenti per atleti federali e per iniziative in campo sociale.
L’organizzazione della Italia Cup 2016 è un’ulteriore testimonianza della enorme potenzialità rappresentata da un’area che ha una naturale vocazione nautico-sportivo e turistica. L’evento è stato realizzato grazie al connubio tra le capacità organizzative della società I Saloni Nautici e la competenza tecnica e l’esperienza di grandi eventi sportivi velici dello Yacht Club Italiano in un’area che logisticamente rappresenta un unicum sul territorio, consentendo di progettare con successo grandi eventi internazionali e nello stesso tempo dare spazi a manifestazioni sempre nuove.

Sotto un cielo soleggiato con un vento di 6 nodi da sudest, poco dopo le 14 e 30 il Comitato ha dato il via alla regata su due campi, uno riservato ai Laser 4.7 e uno ai Laser Standard e ai Laser Radial. Il vento è però andato calando e ha costretto il Comitato di Regata a interrompere la prova che sarebbe terminata fuori tempo massimo. Italia Cup 2016 prosegue domani sabato 19 e dopodomani domenica 20 marzo. 

 

Le classi ammesse

La manifestazione è aperta alle classi Laser Standard, Laser Radial e Laser 4.7. 

La flotta di 377 partecipanti è così suddivisa: 

Laser Standard – 67 iscritti

Laser Radial -  144 iscritti

Laser 4.7 - 166 iscritti.

Il Laser nasce nel 1969 da un’idea del progettista Bruce Kirby: voleva una imbarcazione che fosse portata da una sola persona, facile da armare e da trasportare e con poche ma rigide regole di stazza. Con queste caratteristiche divenne velocemente una delle derive più diffuse al mondo, con più di 200.000 esemplari costruiti. Nel 1996 fece il suo esordio alle Olimpiadi di Savannah e con l’edizione di Rio 2016  parteciperà  alla sua sesta Olimpiade consecutiva. Al timone di questo monotipo di 4,23 metri si sono affermati alcuni dei migliori velisti al mondo. Robert Scheidt (BRA), Ben Ainslie (GBR), Paul Goodison (GBR) e Tom Slingsby (AUS) vantano l’oro Olimpico in questa classe. Oltre al Laser Standard con la sua randa di 7,06 mq di superficie i più giovani e leggeri timonieri iniziano a regatare su questa classe con il Laser 4.7 mentre il Laser Radial con la sua randa di 5,76 mq è classe Olimpica femminile dal 2008.

Le ultime notizie di oggi