Home > Associazioni > Traghettilines > Osservatorio Traghettilines: andare in Sardegna costa fino al 30% in meno

Tag in evidenza:

Osservatorio Traghettilines: andare in Sardegna costa fino al 30% in meno

 Stampa articolo
Il ponte di un traghetto
Il ponte di un traghetto

Estate 2016, in calo i prezzi dei traghetti per la Sardegna fino a -30% secondo dati Osservatorio Traghettilines

Anche quest’anno la Sardegna si preannuncia tra le mete più ambite per l’estate e alla domanda che tutti si aspettano “come sarà il pricing di quest’anno?” , Silvia Cioni – direttrice di Traghettilines.it, centro di prenotazione traghetti – ha risposto che “il prezzo dei traghetti per la Sardegna per l’estate 2016 è in netto calo rispetto alle stagioni precedenti.”

Le dichiarazioni della direttrice trovano un fondamento in una analisi eseguita proprio dall’Osservatorio Traghettilines, impegnato da anni nel monitoraggio sull’andamento dei prezzi dei traghetti.

L’Osservatorio, anche quest’anno, ha continuato la sua attività e questa volta ha concentrato la sua analisi proprio sulla Sardegna, da sempre tra le top destination del Mediterraneo per l’estate.

Soffermandosi sulla tratta Livorno/Civitavecchia – Olbia e vice versa è emerso che il costo medio del biglietto del traghetto è diminuito del 25% rispetto al 2014 e addirittura del 30% rispetto al 2015. Per l’analisi si è preso in considerazione un biglietto tipo composto da 2 adulti e 1 o 2 bambini entro i 12 anni, con auto a seguito, sistemazione in cabina e viaggio a ridosso del ferragosto.

Ma quali sono i fattori che hanno maggiormente contribuito ad abbattere i prezzi?

L’incremento della proposta marittima è al primo posto nella scala delle motivazioni. Infatti, un maggior numero di linee e corse ha di fatto gettato le basi per una maggiore diversificazione dell’offerta con una conseguente diminuzione dei prezzi.

È interessante notare, invece, come – stando alle dichiarazioni ufficiali di Gian Mario Pileri, presidente della Fiavet Sardegna, Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo e agenti di viaggio – per la medesima destinazione, la Sardegna, “gli aerei sono troppo cari”.

I prezzi dei voli sono raddoppiati e in alcuni casi quasi triplicati rispetto all’anno precedente, seppur in un contesto sostanzialmente simile, ovvero in presenza di una maggiore competitività.

Infatti, le principali tratte verso la Sardegna (collegamenti da Bologna, Torino, Verona e Napoli ) che fino all’anno scorso erano garantite da Meridiana a tariffa agevolata, ora sono tornate libere sul mercato e ciò ha innescato un meccanismo di rialzo dei prezzi, schizzati letteralmente verso l’alto.

Si risparmia solo prenotando voli in orari piuttosto scomodi e viaggiando soltanto con bagagli a mano.

In un simile scenario, i turisti farebbero bene ad approfittarne e a prenotare un traghetto per la Sardegna, approfittando del trend positivo.

E a proposito del trend positivo, è bene ricordare che non è la prima volta che si verifica un simile calo delle tariffe dei traghetti. Anche in passato si sono registrate flessioni significative sui prezzi a seguito di campagne commerciali molto aggressive che però sono sempre rimaste limitate nel tempo.

Partendo da questo presupposto non è difficile ipotizzare che, anche in questo occasione, la diminuzione dei prezzi non sia un evento destinato a durare nel tempo, ma che piuttosto possa essere circoscritto alla sola stagione estiva in virtù della presenza di un numero maggiore di compagnie e linee verso un’ambita destinazione, quale è, appunto, la Sardegna.

L'analisi completa: fonte Osservatorio Traghettilines: https://www.traghettilines.it/osservatorio-traghetti/tariffe-sardegna

Le ultime notizie di oggi