Home > Saloni nautici > yare > Yare 2016: business, formazione ed eventi sul territorio

Tag in evidenza:

Yare 2016: business, formazione ed eventi sul territorio

 Stampa articolo
Yare 2016
Yare 2016

YARE 2016: BUSINESS, FORMAZIONE ED EVENTI NEL TERRITORIO

Bilancio molto positivo per la sesta edizione. 1.600 gli incontri tra comandanti e imprese

 

Con il tour a Forte dei Marmi dei comandanti, è terminata ieri sera (8 aprile) la sesta edizione di YARE, rassegna del refit e dell’aftersales del settore Superyacht, organizzata da NAVIGO, centro per la promozione e l’innovazione della nautica. Circa 1.600 incontri faccia a faccia tra comandanti e imprese, 100 captain internazionali presenti all’evento insieme a 120 imprese italiane ed estere.

E’ possibile tracciare un bilancio molto positivo dell’andamento di questa edizione, sia in termini di dati che di riscontri dei partecipanti. Da rilevare che rispetto allo scorno anno, gli incontri business (B2C – Meet the Captain) sono raddoppiati grazie alla piattaforma e alla Yare App selezionata da Navigo e realizzata dalla società Uplink Web Agency. Un innovativo strumento digitale che ha permesso di organizzare, prima dell’evento, il matching degli appuntamenti, gestirli in tempi più rapidi e, non ultimo, valutarli in tempo reale. L’85,3% delle imprese considera che gli incontri sia stati aderenti alle attese e l’84% lo giudica appropriato per il proprio mercato. Da parte dei comandanti, il 90% dichiara di aver apprezzato la qualità degli incontri e degli interlocutori e il 93% stima il contatto business coerente con le proprie necessità di amministratore di superyacht.

Dando uno sguardo alle aziende, YARE 2016 conferma la presenza dei principali cantieri italiani e internazionali specializzati nella costruzione e nel refit di Megayachts, così come quella delle marine italiane di maggiore importanza. Per la prima volta, le imprese straniere raggiungono la percentuale di presenza pari al 50%. Si nota un incremento di attenzione verso la manifestazione da parte delle imprese del comparto dei servizi (registri navali, brokers, assicurazioni, yacht management e agenzie).  Hanno partecipato agli incontri face to face con i comandanti, le imprese della Rete Porti Mistral (Toscana, Liguria, Sardegna, Corsica) e della rete Minsy (Marina International Network for Superyacht – rete internazionale marine x superyacht). I cantieri dei distretti toscano e ligure sono stati accoglienti nelle visite dei comandanti, una modalità di massima visibilità dell'eccellenza di un comparto di eccellenza per il Made in Italy. Per l’estero, rappresentata l'area mediterranea per quanto riguarda soprattutto i servizi (Principato di Monaco, Francia, Malta, Croazia, Spagna) e il nord Europa per la produzione di nuove costruzioni e refit (Germania, Olanda, Svizzera). Venti le nazionalità dei comandanti presenti con prevalenza di inglesi, francesi, spagnoli e americani (52% esteri e 48% italiani); in netta crescita, la presenza di captai al timone di yacht dai 40 ai 60mt., 63 i cantieri di produzione rappresentanti (principalmente da Olanda, Italia, Regno Unito, Usa, con il top mondiale della cantieristica da diporto Amels, Benetti, Codecasa, CRN, Heesen, ISA, Perini Navi, Rossinavi, San Lorenzo, ecc.). Come sempre, apprezzato il Superyacht Captains’ Forum partecipato da oltre 400 aderenti - organizzato dal media partner inglese The Super Yacht Group – che hanno potuto confrontarsi su aspetti concreti de mercato e del comparto con alcuni big mondiali delle imprese e dei cantieri di refit e delle associazioni nazionali.

Particolarmente importante l’aspetto della collaborazione con il territorio, le amministrazioni e gli imprenditori della Versilia. A partire dall’accordo con gli hotel di Viareggio (Hotel Astor, Hotel Residence Esplanade, Hotel Plaza et de Russie,Grand Hotel Principe di Piemonte, Grand Hotel Royal) che ha permesso di far conoscere e apprezzare la qualità e lo stile dell'hotellerie e l’impegno dei Comuni di Forte dei Marmi e Pietrasanta per l’organizzazione di momenti di relax ed eventi collaterali. Infine, grande sinergia e collaborazione con l’ente Carrarafiere che organizza Seatec/Compotec

Organizzato da Navigo con il supporto di Regione Toscana, Toscana Promozione, Lucca Promos, Camera di Commercio di Lucca, Carrarafiere, Confindustria Toscana Nord, Confartigianato, Cna Produzione, Cassa di Risparmio di Pistoia e Lucchesia. Con il patrocinio di Sybass, Sezione Yacht Federagenti Italia, Nautica Italiana, Ucina, Provincia di Lucca, Comune di Forte dei Marmi, Comune di Pietrasanta, Comune di Viareggio. L’evento è stato sponsorizzato da: Bureau Veritas, Lürssen, Portomirabello, SLAM