Home > Comunicazione > Press Mare > Luna Rossa stravince la Prada Cup: avanti tutta verso l'America's Cup

Luna Rossa stravince la Prada Cup: avanti tutta verso l'America's Cup

 Stampa articolo
Luna Rossa vince la Prada Cup 7-1
Luna Rossa vince la Prada Cup 7-1

Con un sonoro 7 a 1, Luna Rossa Prada Pirelli strapazza gli inglesi di Ineos Team UK e si aggiudica la Prada Cup. L'America's Cup contro il Defender, Team New Zealand, è il prossimo obiettivo. Pochi in Italia e a bordo di Luna Rossa stessa avrebbero scommesso su una vittoria così schiacciante, con gli inglesi in grado di segnare solo il punto della bandiera. Molto più sicuri in Gran Bretagna, dove un giornalista aveva incautamente pronosticato prima della finale: faremo piangere gli italiani...

advertising

Per la cronaca, è la terza volta che una barca tricolore vince la Challenger Series, la prima volta fu nel 1992 con Il Moro di Venezia di Paul Cayrad, poi nel 2000 fu la volta di Luna Rossa, all'esordio in America's Cup con Francesco De Angelis al timone.

Prada Cup
Prada Cup

La prima regata del giorno, con circa 11 nodi e leggera onda corta determinata dalla corrente contraria alla direzione del vento, prevedeva l'ingresso da sinistra del team britannico, che si avvantaggia quindi dei 10 secondi di anticipo rispetto a chi entra mure a dritta, con diritto di rotta. Team UK è riuscita dunque a posizionarsi sulla linea di partenza esattamente dove desiderava, sul pin a sinistra, lato favorito. Ma Luna Rossa ha risposto aumentando la distanza laterale potendo così resistere sullo stesso lato ricevendo meno rifiuti dall'avversario. Alla prima virata è così iniziato il recupero del piccolo gap di circa una lunghezza passando davanti all'incrocio successivo, evidenziando una migliore VMG - Velocity Made Good ovvero la velocità di risalita del vento verso la boa - che l’ha proiettata immediatamente in avanti, ponendo Britannia nei rifiuti delle proprie vele. Una situazione subito difficile che ha spinto gli inglesi a cercare di spaiare la bolina tornando a sinistra, ma a quel punto Sir Ben Ainslie non ha avuto più scampo. Il pozzetto di Luna Rossa, guidato da Checco Bruni, James Spithill e Pietro Sibello, ha iniziato a marcare gli avversari in maniera tanto puntuale quanto spietata, e già alla prima boa il ritardo di Ineos Team UK assommava a 16 secondi, circa 120 metri. Da lì in poi gli italiani si sono limitati a controllare la regata, cercando sempre il vento migliore ma senza mai perdere di vista gli avversari, in modo che la regata scivolasse via leggera, con un incremento costante del distacco che alla fine è stato di quasi 1.400 metri: un’enormità.

Photo Credit: COR36 / Studio Borlenghi
Luna Rossa Prada Pirelli, Photo Credit: COR36 / Studio Borlenghi

Così ci si è avvicinati all’ottava regata delle finali di Prada Cup sul punteggio di 6 a 1 e, dunque, con una pressione se possibile ancora maggiore sulle spalle del team inglese, messo praticamente con le spalle al muro dal match point favorevole agli italiani.

Inglesi molto aggressivi alla partenza, data con un vento cresciuto leggermente, attorno ai 12 nodi. Fasi preliminari convulse, con un incrocio spettacolare fra Luna Rossa e Britannia proprio a pochi metri dalla linea dello start, tagliata dalla barca italiana con qualche frazione di anticipo - per altro non evidenziato dalla realtà aumentate della diretta televisiva - che l'ha portata a prendere una penalità. L'ottavo match race fra i due team è sembrato dunque iniziare con più di qualche difficoltà per la barca italiana, che però, sulla falsariga di quanto visto nella regata precedente, ha immediatamente cominciato a recuperare, evidenziando migliori prestazioni da parte dello scafo tricolore, al di là di tattica e manovre senza sbavature. Così, inesorabilmente, Luna Rossa ha dapprima colmato il gap da Britannia, che aveva raggiunto circa 70 metri, e poi l'ha staccata dando prova del grande livello tecnico raggiunto dall'insieme appendici-rigging, capace di porre rimedio alle incertezze della partenza. Il resto della regata è così sembrata una sorta di passerella che ci ha portato a condurre in costante controllo, con grande vantaggio fino all'ultima poppa, quando Luna Rossa ha tagliato il traguardo con un vantaggio di 56 secondi su Britannia chiudendo così la partita contro Ineos Team UK e vincendo la prima edizione della Prada Cup.

"Vi promettiamo che faremo di tutto per vincere la Coppa - ha dichiarato il timoniere Checco Bruni - non lasceremo nulla di intentato!" 

L'appuntamento con la prima regata dell'America's Cup è il 6 marzo, notte del 5 in Italia

Britannia
Britannia

 

Le ultime notizie di oggi
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Pressmare