Home > Cantieri > Wally > Al Cannes Yachting Festival debuttano i nuovi yacht Wally

Al Cannes Yachting Festival debuttano i nuovi yacht Wally

 Stampa articolo
Al Cannes Yachting Festival debuttano i nuovi yacht Wally
Al Cannes Yachting Festival debuttano i nuovi yacht Wally

Durante la conferenza stampa organizzata il giorno di apertura del salone, Ferretti Group ha presentato i nuovi modelli appena varati e svelato diversi progetti in corso, a conferma dell’incessante lavoro di R&D dell’innovativo Brand e del suo inarrestabile passo, sia nel settore vela sia in quello motore 

advertising

Ad accogliere i visitatori all’ingresso del salone è lo spettacolare 48wallytender, ma le sorprese non finiscono qui: esposti in acqua ci sono il 43wallytender X e il 48wallytender X, mentre durante l’incontro con la stampa, sono stati svelati i progetti del sorprendente 58wallypower e del superyacht a vela Wally110. I riflettori, però, erano tutti puntati sull'attesissimo WHY200.

Why200: Game Changer
WHY200 è il primo superyacht full-wide-body di Wally che spinge, ancora una volta in avanti, i confini dello yacht design. Grazie al suo profilo widebody, questo yacht di 200 GT offre sia dei volumi molto più generosi rispetto alle barche a motore convenzionali, sia una superficie abitabile e una stabilità superiori alla media del settore. Di fatto presenta tutti i vantaggi di un catamarano ma senza i suoi limiti.

L’innovativo motor yacht coniuga il comfort e lo spazio di uno yacht dislocante di dimensioni maggiori, con le velocità e le prestazioni di un semi-dislocante e, con la sua lunghezza inferiore ai 24 m di loadline, riscrive le regole dello yacht design, rendendo l’elemento volume il vero indicatore di riferimento. WHY200 è stato sviluppato dal design team Wally guidato da Luca Bassani, insieme a Ferretti Group Engineering Department, con la collaborazione dello studio Laurent Giles NA per l'architettura navale e dello Studio A. Vallicelli & C per l'interior design. 

Wow-Bow
Nel rispetto di una filosofia progettuale tesa a coniugare forma e funzione con nuove e immersive esperienze di navigazione, WHY200 è caratterizzato da una spettacolare prua vetrata alta 4,7 metri che, per forma e tenuta di mare si ispira agli explorer da lavoro: questa ospita una strepitosa suite padronale di 37 mq a strapiombo sull’acqua, con vista ininterrotta a 270 gradi sull’orizzonte. Altrettanto d’effetto sono l’upper deck - contraddistinto dall’avveniristico cupolino in vetro e carbonio - e il top allungato e strutturale senza montanti.

Grandi spazi da vivere
La scenografica scala in carbonio laminata in un unico pezzo, oltre ad avere una funzione portante, collega i tre ponti con estrema leggerezza e rende superflue le paratie nel salone open space di 50 mq.  In coperta le murate abbattibili del beach club consentono l’accesso al mare su tre lati e ne espandono l’area vivibile a 32 mq. Inoltre, WHY200 vanta due garage con una capacità di stivaggio mai vista prima su imbarcazioni di queste dimensioni, capaci di ospitare un Jet tender di 4.15 m, wave runner, seabob, paddleboard e ogni tipo di water toy. La loro posizione laterale, inoltre, consente di avere un passaggio molto più ampio delle due classiche e strette che si otterrebbero con il garage su un solo lato.

Velocità e stabilità
La carena, specificatamente sviluppata per questo yacht semi dislocante e testata in vasca navale per ottimizzare il comfort a bordo, è in grado - come tutti gli yacht Wally - di tagliare le onde senza picchiare, riducendo così al massimo il beccheggio. La prima unità è accoppiata a 4 motori Volvo Penta D-13 IPS 1350 da 1000 hp ciascuno. Grazie a queste caratteristiche WHY200 riesce a navigare a qualsiasi velocità (la massima è di 23 nodi) mantenendo un assetto orizzontale senza mai mutare il comfort degli ospiti a bordo. La sua larghezza, inoltre, unita alle pinne stabilizzatrici attivabili sia all’àncora sia in navigazione, e ai due Seakeeper (opzionali), assicura stabilità sia all’ancora, sia in navigazione.

Nuovo 58Wallypower: Design in Evoluzione 
Durante la conferenza stampa di Ferretti Group è stato svelato il progetto del nuovo 58wallypower, l’elegante e sportiva new entry della linea Wallypower, che segna l’inizio di una nuova era per la leggendaria gamma Wally e che avrà il suo debutto mondiale al Boot Düsseldorf nel gennaio 2022.   

Così come il 118wallypower, anche il 58wallypower è caratterizzato da linee pulite ed essenziali dominate dal doppio spigolo nello scafo e innovative prese d'aria. La luce naturale, che entra copiosa dall’alto illuminando gli interni, rende superflue le tradizionali aperture a sinistra e a dritta. La sovrastruttura incorpora alcune delle caratteristiche intrinseche nel DNA Wally, come le vetrate avvolgenti e senza montanti, passa uomo larghi e profondi e ampie aree sociali che si affacciano sull’ambiente circostante, restando, al tempo stesso, riparate dal sole, dal vento e dagli spruzzi.

Pratico per natura
Il layout del pozzetto è facilmente modulabile per adattarsi a ogni condizione climatica, mentre il prendisole regolabile di poppa offre molteplici opzioni di sdraio. A poppa, le murate abbattibili aumentano lo spazio a bordo portandolo all’incredibile misura di 25 mq, mentre la piattaforma idraulica consente un accesso facile e sicuro al mare e funge anche da stivaggio per il tender; la celebre passerella idraulica Wally è inclusa tra le dotazioni standard. 

A ognuno il suo stile
A bordo del 58wallypower il layout del ponte inferiore è stato pensato all’insegna della flessibilità per un massimo di quattro ospiti. Tra le diverse opzioni figurano il 'salone doppio' a tutto baglio e il 'flexi-guest' che fornisce una cabina ospiti aggiuntiva, la quale, a sua volta, può essere sostituita da una cuccetta equipaggio con bagno privato. 

Easy handling
Il sistema di propulsione Volvo IPS è dotato di un software per gestire i joystick di manovra, il posizionamento dinamico e l’ormeggio assistito. E’ inoltre possibile scegliere tra varie potenze di motorizzazione con la possibilità di superare i 30 nodi di velocità nell’andatura a lungo raggio. Wally ha optato per una configurazione tripla per un pescaggio ridotto, mentre la carena a V ultra profonda offre ottima stabilità anche nelle condizioni meteomarine più dure. 

Wally Sail: Volare Sulla Cresta dell’Onda
Consapevole e orgoglioso dell’inestimabile patrimonio velico di Wally, Ferretti Group sta raddoppiando il suo impegno nel settore vela: oltre a tre nuovi performance cruiser nella categoria 100+ piedi, infatti,  procede a ritmo serrato e nei tempi previsti, la costruzione del full custom Wally101, che si ispira al design dell’emblematica formula Wallycento. E’ stata completata la posa sullo stampo e l’infusione della pelle esterna in carbonio; una volta verificata l’idoneità del laminato con gli ultrasuoni, si procederà all’applicazione del core. Il completamento dello scafo è previsto per la fine di ottobre.
Contemporaneamente è in corso la realizzazione delle paratie, della cassa della chiglia e di altre componenti strutturali, mentre l'ingegneria dei sistemi ausiliari è in fase di avanzamento. 
Il rig è in fase di ingegnerizzazione e sarà consegnato alla fine del 2022. 
La consegna dello yacht è prevista per maggio 2023.

Il Wally101 è uno dei numerosi progetti Wally Sail: sfruttando la lunga e ineguagliabile esperienza nella lavorazione del carbonio, Wally è infatti pronta a lanciare una nuova linea di superyacht da crociera iper tecnologici semi-custom. L’uso della fibra di carbonio pre-preg assicura, da un lato, una robustezza impareggiabile e, dall’altro, consente a queste imbarcazioni di essere competetive su qualsiasi campo di regata.

Il primo in ordine di tempo a uscire dal tavolo da disegno è il Wally110: nel rispetto di un design senza tempo tipico della filosofia del brand, sarà accogliente, sicuro e caratterizzato da impareggiabili prestazioni. Il layout con raised salon e terrazza sul mare massimizza l’elegante e generosa area sociale, mentre le linee decise e seducenti, disegnate da judel/vrolijk & co., garantiscono una navigazione veloce e confortevole, oltre che la giusta grinta attorno alle boe.

I più grandi Wally130 e Wally150 sono stati concepiti per allargare la gamma dei superyacht a vela Wally e avranno un ampio margine di customizzazione, che va dalla scelta della chiglia a quelle delle attrezzature. Ma una cosa sarà comune a tutti: l’altissima qualità di costruzione, a conferma della padronanza indiscussa di Wally nelle tecnologie più avanzate, nell'ingegneria e nei sistemi applicati alle nuove generazioni di superyacht da crociera

«Noi di Wally siamo felici e orgogliosi di svelare i dettagli della nostra nuova gamma di imbarcazioni a vela. La ricerca estetica e l’innovazione nel design fanno parte del DNA Wally e tutte le quattro imbarcazioni presentate oggi ne sono la conferma. Dal suo ingresso in Ferretti Group, Wally sta raddoppiando il suo impegno concentrandosi anche sull’aspetto velico, e gli eccellenti risultati di questo lavoro saranno presto in navigazione negli oceani di tutto il mondo o a vincere sui campi di regata», dice Stefano de Vivo, Managing Director di Wally.

«I nuovi progetti a vela di Wally mirano a raggiungere inediti livelli di comfort, grazie a pozzetti e interni completamente ridisegnati.  Il 110, ad esempio, ha grandi volumi grazie al salone rialzato, mentre la coperta flush deck nasconde i pozzetti incassati sotto la linea di galleggiamento, che sono tre volte più grandi di quelli tradizionali e anche più sicuri, grazie alla loro profondità. Oltre a queste caratteristiche premium, i più grandi 130 e 150 piedi vantano degli extra, come il comfort di una elegante tuga, il pozzetto privato dell'armatore a poppa e un ampio spazio di stivaggio per il tender», conclude Luca Bassani, Fondatore e Chief Designer di Wally.
 

Le ultime notizie di oggi