Il nuovo progetto 'Corsa', le prime esibizioni del Cranchi Sessantasette 67 ft nei principali saloni internazionali

Il nuovo progetto 'Corsa', le prime esibizioni del Cranchi Sessantasette 67 ft nei principali saloni internazionali

Il nuovo progetto Corsa, del Cranchi Sessantasette 67 ft

Superyacht

Da Cranchi
23/06/2022 - 09:22

Un nuovo progetto sta prendendo forma negli spazi del Centro Studi Ricerche di Cranchi Yachts, coinvolgendo il management del Cantiere e i giovani ingegneri e designer che compongono la task force dedicata all'innovazione di prodotto, con la supervisione di Aldo Cranchi. Quello che l'azienda lascia trapelare al momento è solo il nome del progetto: Cranchi Sessantasette Corsa 67 ft. Si intuisce quindi che il nuovo modello avrà una parentela con il più recente dei flybridge presentato dal Cantiere di Piantedo. Si conferma, inoltre, la collaborazione con Christian Grande, il cui stile inconfondibile ha contribuito a definire la nuova identità della gamma Cranchi Yachts che si sta rinnovando con regolarità stagione dopo stagione, offrendo sempre nuovi spunti di interesse e sorpresa.

Quale concept si celerà dietro il termine "corsa" che Cranchi Yachts adotta per la prima volta? Occorre attendere per saperlo con certezza, e dedicarsi nel frattempo a scoprire le altre novità che il Cantiere può offrire nel corso della stagione 2022/2023.

Anteprime a Cannes e Genova per il Cranchi Sessantasette 67 ft e presenza confermata ai principali saloni nautici internazionali
Il più recente dei modelli nato in casa Cranchi è il Sessantasette 67 ft. Questo flybridge di nuova generazione si è presentato al mondo a gennaio 2022 con un evento in streaming realizzato all'interno degli stabilimenti produttivi del Cantiere. Dopo essere stato disponibile al Marine Test Centre di Cranchi Yachts per le prove in mare di armatori e professionisti del settore, ora il modello si guadagna un posto d'onore al Cannes Yachting Festival (ufficiale anteprima mondiale) e al Salone Nautico di Genova (anteprima italiana).

In entrambi i saloni sarà esposta anche il Settantotto 78 ft, saranno quindi due occasioni imperdibili per prendere contatto con l'intera nuova Flagship Collection di Cranchi Yachts.

Oltre ai già citati appuntamenti a Cannes e a Genova, Cranchi Yachts intensifica la sua partecipazione ai saloni nautici e, in collaborazione con la sua rete di dealer, nel mese di settembre sarà presente anche al Southampton International Boat Show, all’INTERBOOT Friedrichshafen e al Monaco Yacht Show.

Una partnership sempre più stretta con Flexform
Tra i molti elementi distintivi del Sessantasette 67 ft, si fanno notare anche gli elementi di arredo free standing che superano gli standard abituali dell'arredamento nautico e regalano ulteriori note di eleganza e carattere allo yacht, offrendo a ogni armatore la possibilità di scegliere secondo il proprio gusto, per rendere ancora più eccezionale un'imbarcazione dallo stile unico e inimitabile. L'unità che sarà in esibizione nei saloni nautici è allestita con alcuni capolavori delle collezioni Flexform. Gli elementi di arredo sono stati selezionati da Christian Grande per aggiungere agli ambienti un tono di calda e rilassata eleganza con uno stile classico e contemporaneo al tempo stesso. Salone e sala da pranzo sono impreziositi dalla presenza del divano Edmond e dalle poltrone della serie Feel Good abbinate a tavolini Fly. Il tavolino Fly Outdoor è presente anche nel pozzetto, insieme alla versione per esterni della poltrona Alison, la cui flessuosa sinuosità promette relax e piacere.

Si conferma così una collaborazione già iniziata nel 2020 con l'allestimento del Cranchi Settantotto 78 ft. La partnership tra Cranchi Yachts e Flexform si fonda su una visione condivisa della bellezza e del comfort e sui valori che accomunano i due brand, entrambi con una storia di successo tutta italiana e con produzione famosa in tutta il mondo ma interamente concentrata solo in Italia e addirittura in un solo distretto produttivo, in Lombardia. Proprio nella sua sede principale a Piantedo, Cranchi Yachts ha di recente rinnovato le sale riunioni, inserendo tavolini, divani, poltrone e sedute Flexform. Sono firmati Flexform anche gli arredi per lo stand di Cranchi Yachts al Cannes Yachting Festival.

Hi-tech a bordo: così lo yacht è sempre più smart
Il concetto di qualità totale Cranchi non si ferma al design e trova concretezza anche nell'innovazione dei sistemi di bordo, puntando ad offrire un’esperienza di navigazione sempre più smart e integrata.

Rivoluzionario, ad esempio, è il sistema di ormeggio intelligente DockSense Alert di Raymarine introdotto a bordo del Sessantasette 67 ft. Il sistema sfrutta cinque telecamere con visione stereo per rilevare gli oggetti vicini allo yacht e creare una mappa intuitiva dei potenziali pericoli, visualizzabile su tutti i display di navigazione installati a bordo.

Sempre più evoluti sono anche i sistemi di controllo digitale che permettono il comando completo e il monitoraggio integrale degli impianti di bordo. Sulle imbarcazioni Cranchi sono disponibili le migliori tecnologie di questo ambito, dal Glass Cockpit di Garmin al sistema YachtSense su display Axiom di Raymarine, che il Cantiere può assicurarsi grazie alle partnership consolidate con i principali player del settore.

L'attenzione alla tecnologia premia anche la qualità dell'intrattenimento a bordo con una doppia spinta che punta a rendere più facili i controlli - replicabili sia sui cruscotti che sui dispositivi mobili dell'armatore - e più alte la fedeltà audio, che può raggiungere vette sorprendenti grazie, ad esempio, agli speaker Bose e alla radio Fusion di Garmin.

Dietro le quinte: l’eccellenza nel processo
Da oltre 150 anni Cranchi è sinonimo di imbarcazioni all'avanguardia, riconosciute da sempre come esempi di affidabilità e sicurezza. Un riconoscimento supportato dal costante aggiornamento delle tecnologie di processo e di prodotto, dove ogni dettaglio di progettazione e costruzione dei modelli segue rigorosi standard, puntando sempre a posizionarsi ai vertici del settore. Negli ultimi anni, il Cantiere ha apportato numerose innovazioni ai suoi processi produttivi, tra cui l’applicazione e realizzazione dei ponti in teak con nuove tecnologie; l’applicazione dei pavimenti interni con essenze indicate per l’ambiente marino e con sistemi di applicazione evoluti; lo sviluppo di processi di stratificazione inediti e con materiali come il carbonio, in concerto con il RINA, che da sempre certifica i processi produttivi di Cranchi Yachts.

Ma anche nei dettagli troviamo il tocco dell’eccellenza: su disegno Cranchi sono realizzati su misura dei pezzi in fusione con l’uso di nuove leghe, perfette per l’ambiente marino. Con questa nuova tecnica sono state realizzate le potenze laterali della nuova A46 Luxury Tender, più leggere e resistenti, e altri pezzi come i passa-cime.

A coronamento di un processo produttivo di prima qualità si colloca il collaudo finale. Per garantire i massimi livelli, Cranchi Yachts effettua periodici upgrade dei sistemi di collaudo, attraverso check list evolute.

Prossima apertura: Cranchi Yachts Sardinia
Per concludere la rassegna sulle più imminenti novità, il Cantiere annuncia con orgoglio che il nuovo centro Cranchi Yachts Sardinia è pronto ad aprire i suoi moli al pubblico. Realizzato con la massima attenzione alla sostenibilità, il centro si colloca strategicamente sulla costa settentrionale della Sardegna ed è attrezzato oltre che per le prove in mare anche per i servizi di refitting, alaggio, varo e per le ispezioni pre-delivery.

Il nuovo centro di eccellenza si inserisce nel programma Cranchi Cares, la suite di servizi esclusivi dedicati alla manutenzione e alla protezione degli yacht in cui operano manager e tecnici specializzati e formati Cranchi Yachts per offrire agli armatori la competenza e l'affidabilità che solo un cantiere nautico con oltre 150 anni di storia garantisce.

 

advertising
PREVIOS POST
Quantum viaggia sul binario giusto al Rolex TP52 World Championship
NEXT POST
Europeo di Motonautica in Polonia, i fratelli Cremona nella F250