HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft

HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft

HP Watermakers monta i dissalatori di generazione su superyacht

Accessorio

21/06/2022 - 10:57
advertising

Era il 1999, il Dubai Boat Show di quell’anno fu l’occasione per HP Watermakers di sbarcare negli Emirati a dare vita a una collaborazione con Gulf Craft che, sta crescendo sempre di più.

Majesty 100’ e Nomad 95’ SUV sono gli ultimi due yacht del cantiere dotati dei dissalatori automatici HP Watermakers SCD 260 RP Tronic, ma sono solo la punta dell’iceberg: infatti, sono ben 6 le unità di 100s in commessa e tutte saranno dotate delle macchine HP Watermakers. Questo risultato sottolinea l'importanza di questa collaborazione, che sta crescendo con reciproca soddisfazione di entrambe le parti.

“I motivi del successo di questa collaborazione sono molteplici”, spiega Gianni Zucco, Co-founder di HP Watermakers. “Sicuramente la soluzione che abbiamo sviluppato con i modelli SCD 260 RP Tronic, proprio quelli montati sui due yacht recentemente varati, è stata vincente. La novità è di avere due dissalatori con le dimensioni di uno singolo. I vantaggi sono facilmente intuibili: con un ingombro di solo 1100x600x500 mm, in pratica quello di un dissalatore singolo, ne abbiamo due, quindi la certezza di far fronte a impennate di domanda di acqua potabile a bordo, ma anche la sicurezza che in caso di avaria uno funzioni sempre e la fornitura sia così garantita. Dimensioni compatte vuol dire una sala macchine più sgombra e anche il peso contenuto in 130 kg è un altro vantaggio innegabile. Ma siamo riusciti a fare anche meglio, infatti se l’HP Watermakers SCD 260 RP Tronic, il piccolo della gamma, ha una produzione di circa 320 l/h (2x160 l/h), il top di gamma che produce 1200 l/h è solo di 200 mm più alto a parità di dimensioni della base”.

HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft
HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft

A questo si deve anche aggiungere che i dissalatori automatici HP Watermakers sono i primi totalmente compatibili con sistemi elettronici di bordo dei principali produttori come Raymarine, Garmin, Furuno, Simrad, B&G e Lowrance. Part-NET 1.0, e in seguito Part-NET 2.0, hanno fornito agli utenti finali un potente strumento per gestire l’intero sistema di desalinizzazione, in particolare le impostazioni di pressione, temperatura e salinità, comodamente dal plotter sul ponte, o anche da smartphone quando è disponibile una connessione Internet, senza necessità di intervento manuale. In particolare, Part-NET 2.0 ha aggiunto ulteriore flessibilità e funzionalità consentendo agli utenti finali di personalizzare facilmente i parametri in modo rapido e indipendente, senza alcun intervento da parte di HP Watermakers.

“In questi vent’anni di collaborazione tra il nostro cantiere e HP Watermakers”, dichiara Kostas Christodoulou, Chief Operating Office di Gulf Craft, “possiamo dire che HP Watermakers ha sempre dato il massimo supporto sia nella customizzazione dei prodotti per le nostre esigenze, sia dal punto di vista qualitativo che dall’assistenza post vendita. Avere a bordo impianti completamente automatici dà la possibilità ai nostri clienti di fare acqua in piena sicurezza ed autonomia. La versatilità dei dissalatori HP Watermakers li rende perfetti per il lussuoso Majesty 100, mentre l'ingombro compatto è l'ideale per la natura avventurosa del nostro SUV Nomad 95. Tutto sommato, gli HP Watermakers aggiungono ulteriore valore sia ai Modelli Majesty che Nomad”.

HP Watermakers è partner di Gulf Craft da oltre vent’anni, ma conta anche più di vent’anni di presenza costante negli Emirati e in tutto il Medio Oriente. Presenza concretizzatasi recentemente con la creazione di un presidio commerciale e assistenziale a Dubai, che si aggiunge agli altri alle Maldive, Sud Africa e Fort Lauderdale in Florida, a individuare anche le aree di maggior presenza di HP Watermakers che, non casualmente, corrispondono anche ai bacini a più alta densità di yacht e maxi yacht.

“La nuova sede a Dubai risponde a una serie di esigenze non solo legate alla collaborazione con Gulf Craft”, spiega Gianni Zucco, “ma all’esigenza di avere un vero e proprio hub logistico che coprisse una vasta area per noi commercialmente molto interessante che va dalle Maldive ai Paesi del Golfo. Quindi un punto vendita e di assistenza in una zona strategica, non dobbiamo infatti dimenticare che anche se la nautica è il nostro core business, i dissalatori automatici HP Watermakers trovano impiego anche su navi, piattaforme, chiatte di alloggio e di logistica e a terra in ville e resort. Oltre, ovviamente, a stringere ulteriormente il rapporto con Gulf Craft potendo garantire un servizio di assistenza tecnica direttamente in loco”.

HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft
HP Watermakers monta i suoi dissalatori di ultima generazione su due nuovi superyacht Gulf Craft
advertising
PREVIOS POST
Rainbow Team a Brindisi per la prima tappa del Mondiale di Formula 4
NEXT POST
Scubadvisor insieme a Marevivo Onlus per mappare i rifiuti