Home > Team > Soldini Maserati > Giovanni Soldini e Maserati Multi70 pronti per una regata ad alta velocità

Giovanni Soldini e Maserati Multi70 pronti per una regata ad alta velocità

 Stampa articolo
GG16 Maserati
GG16 Maserati

Giovanni Soldini e il suo equipaggio di velisti italo-spagnoli a bordo di Maserati Multi70 – il primo trimarano oceanico volante del mondo - sono pronti per partecipare a una grande classica della vela d’altura oceanica: la Transpacific Yacht Race in partenza oggi da Los Angeles, California, e con arrivo a Honolulu nelle Hawaii.

advertising

2.225 miglia che vedono al via alle 13.30 locali di oggi (le 22.30 italiane), accanto al trimarano italiano, altri quattro multiscafi, inclusi i due temibili avversari: i trimarani americani ad alta performance ma non foiling Phaedo3 e Mighty Merloe.

Al contrario di Phaedo3 e Mighty Merloe, con venti superiori ai 14 nodi Maserati Multi70 può sollevare interamente i tre scafi fuori dall’acqua grazie agli hydrofoil a forma di “L”, raggiungendo velocità mozzafiato sull’acqua. Recentemente, durante gli allenamenti a San Francisco, l’equipaggio ha toccato la velocità di 44,56 nodi (82,5 chilometri all’ora, 51,2 miglia all’ora).

“Le previsioni sembrano essere buone, anche se con venti più deboli in partenza”, spiega Soldini. “Gli alisei dovrebbero essere stabili e oscillare tra i 13 e i 17 nodi. Noi cominciamo a volare con venti superiori ai 14 nodi e a diventare davvero veloci quando l’aria sale fino ai 20 nodi. Ma la vera sfida della regata sarà quella di evitare gli oggetti e i detriti galleggianti che potrebbero danneggiare i foil e i timoni. In oceano Pacifico c’è la famosa isola di plastica e durante gli allenamenti abbiamo visto molti detriti alla deriva.

Per il resto siamo molto carichi: la barca è a posto e sta andando veramente forte. Durante i mesi faticosi di cantiere il team Maserati ha dato il massimo per arrivare pronti a questo appuntamento. Ce l’abbiamo fatta, non vediamo l’ora di partire”.

L’attuale record dei multiscafi – stabilito dal catamarano francese di 86 piedi Explorer di Bruno Peyron con un tempo di cinque giorni, nove ore, 18 minuti e 26 secondi – è rimasto imbattuto per vent’anni.

Le ultime notizie di oggi